alpadesa
  
Flash news:   Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde Scandone, il grido d’amore degli Original Fans: “Finché il cuore batte qui si combatte“ Gli amici di via Gramsci si ritrovano a cena dopo tanti anni. Foto Venerdì presentazione di “Variazione Madre” libro di poesie di Federico Preziosi

Trasferimento Asl, Moschella (Pdl) a Landi: “Priorità dell’Amministrazione trovare una sede alla struttura sanitaria. Incomprensibile lo stallo della trattativa con Florio”

Pubblicato in data: 11/9/2012 alle ore:17:30 • Categoria: Politica, PdlStampa Articolo

vincenzo-moschella

Apprendo con stupore le dichiarazioni del consigliere delegato al bilancio, Mimmo Landi che ha dichiarato testualmente sulle pagine del corriere: “Trovare una sede per l’Asl non è compito del Comune“. Al contrario credo che invece sia una priorità visto che la vicenda è connotata da aspetti sociali e non soltanto economici. Questa potrebbe essere l’occasione non solo per il rilancio di una struttura attualmente abbandonata, ma soprattutto per mantenere ad Atripalda l’azienda sanitaria locale e salvaguardare l’indotto che la stessa genera per il paese. Non si può dunque, rimanere inerti e in silenzio: perché l’Amministrazione comunale non informa la collettività sullo stato d’avanzamento delle trattative per la sua cessione o per il suo fitto? Ci sono delle trattativa serie, o l’Amministrazione è tutta concentrata su Giullarte? Sul tavolo delle concertazioni, c’era la trattativa già ben avviata dall’ex sindaco Aldo Laurenzano, per la cessione in prestito decennale della struttura all’Asl di Avellino. Trattativa vera e concreta perché confermata dallo stesso Numero 1 dell’Azienda sanitaria avellinese, Florio che, in varie interviste pubbliche, si è detto sorpreso per lo stallo e il silenzio nella trattativa, dimostrati dall’Amministrazione comunale attuale. Una situazione paradossale, considerato che l’Asl sarebbe stata disposta a sottoscrivere un accordo di utilizzo decennale della struttura. Pur non volendo entrare nei termini economici della proposta, appare evidente che la trattativa avrebbe portato immediati ed evidenti risultati positivi, viceversa, l’Asl potrebbe spostare i propri servizi da Atripalda a Solofra o in altri comuni limitrofi. La campagna elettorale è finita, è dunque giunta l’ora di affrontare con senso di responsabilità delle scelte, che investono tutta la collettività; la trattativa c’è e va portata avanti per il bene di tutti. Altrimenti, se c’è concretamente qualcosa di più vantaggioso, il Sindaco e l’Amministrazione comunale devono esternarlo.

Vincenzo Moschella – Consigliere Comunale Pdl

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (9 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 risposte a “Trasferimento Asl, Moschella (Pdl) a Landi: “Priorità dell’Amministrazione trovare una sede alla struttura sanitaria. Incomprensibile lo stallo della trattativa con Florio””

  1. ridicolous ha detto:

    Caro consigliere per il bene di Atripalda il centro servizi va venduto, per ridurre i debiti dell’ente. Se poi con un bene pubblico vogliamo consentire all’Ing. Florio di raggiungere l’obiettivo dell’incentivo sul risparmio di spesa è un’altra storia. Quella è una struttura per il cui fitto vanno corrisposti almeno 15-20 mila euro al mese e non 8 come vorrebbe l’ottimo Florio, che non esita a mandare sulla strada i lavoratori precari dell’ asl di avellino.

  2. margherita ha detto:

    io vorrei sapere come mai è stata spostata da via tiratore anni fa creando oggi tutti questi disagi che potevano essere evitati?

  3. Nicola ha detto:

    ma Moschella é PDL, NoiSud, Grande Sud, AdC per capire che idee tiene!

  4. Nappo Carmela ha detto:

    Caro Vincenzo come io ho scritto per me il direttore Sergio Florio puo’ fare rimanere l’asl dove è. Se il direttore Florio vuole il Centro servizi, la struttura è piu piccola. Per cui sta bene dove sta per me l’asl e deve rimanere lì dove è adesso ok ciao

  5. disgustato ha detto:

    Ma possibile che il consigliere Moschella, così come tutti gli altri della minoranza, non capiscono il gioco dell’ing. Florio? Egli non sta facendo altro che tenere sotto ricatto l’amministrazione, minacciando di volere spostare l’asl allo scopo di ottenere il centro servizi a 4 soldi!!!….il centro servizi secondo valutazione UTE (ufficio tecnico erariale) dovrebbe avere un canone di fitto di almeno 25/30 mila euro al mese…il Direttore Florio lo vuole a 8 mila, facendo passare l’operazione per un grosso affare x Atripalda!!!…in realtà l’unico che farà l’affare è lui, potrà vantarsi dinanzi ai politici di aver fatto risparmiare all’ente bei soldini a danno del comune di Atripalda!!! Perché Florio, visto il suo continuo riferimento alla spending review, non comincia a dare l’esempio riducendosi il suo stipendio da favola?!!!!

  6. clementina ha detto:

    Consigliere ha perfettamente ragione, l’Amministrazione è troppo concentrata sulle feste e festicciole per rendere…solo all’apparenza….Atripalda una città vivibile e invidiata. Purtroppo la realtà è diversa…..se fosse solo Giullarte il problema di questa città…….!!!L’ Asl è una struttura molto importante per il nostro paese ….la gente non arriva a capire il benificio a continuare ad averla qui. La trattativa era già stata avviata dall’ex sindaco Laurenzano ma con il cambio di Amministrazione è rimasto tutto fermo. Al contrario di quanto ha detto Landi….è dovere dell’Amministrazione occuparsi di questa situazione e di risolverla al più presto……lo devono a noi cittadini che abbiamo affidato le sorti di questa cittadina nelle loro mani…ahimè direi….kommettendo forse un grave errore….perchè la politica fatta x i propri interessi e non per quello dei cittadini non è una politica fatta bene e non andrà avanti a lungo…!!!!! l’affitto di una struttura …attualmente abbandonata a se stessa….utilizzata solo x qualche sporadiko evento apporterebbe introiti utili al Comune. Meglio un entrata di 8.000 euro e l’Asl ad Atripalda che niente ……..!Speriamo si giunga presto ad una conclusione che la trattativa si chiuda e che l’Amministrazione si svegli….da questi 100 giorni di sonno!!!

  7. max ha detto:

    Bravo Sig. Moschella che chiarissero un pò le idee una volta per tutte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *