alpadesa
  
Flash news:   Scuole a rischio, avvisi di garanzia a sindaco e tecnici comunali Vincenzo Aquino chiama le Misericordie irpine ad una svolta storica Atripalda Volley, domani presentazione ufficiale nella Sala Consiliare di Atripalda “Ripianti-Amo”, cinque nuovi alberelli in Piazzetta degli Artisti al posto di quello rubato. Foto Oggi pomeriggio la presentazione di mister Eziolino Capuano Le parole di coach De Gennaro alla vigilia della gara con la Virtus Arechi Salerno Eziolino Capuano nuovo tecnico dell’Us Avellino, esonerato Ignoffo Auto contro cisterna del gas lungo la Variante, giovane ferita e traffico in tilt tra Atripalda e Mercogliano Al via la campagna abbonamenti per la Scandone Operazione “Partenio 2.0”, bufera sulla Lega: si autosospende il coordinatore di Avellino Sabino Morano

Pro Loco in Arte, sabato inaugura la personale di Francesco de Rogatis

Pubblicato in data: 12/9/2012 alle ore:12:03 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

locderogatisContinua la VII Edizione di Pro Loco in Arte, progetto con cui la Pro Loco Atripaldese da anni mira a promuovere l’arte nel territorio irpino e a dare spazio a valenti pittori da ogni dove. Sabato 15 settembre inaugurerà la personale di pittura di Francesco de Rogatis. Francesco de Rogatis dipinge da oltre un quarantennio. Attraverso le sue opere, che hanno sapere e sapore irpino, ha fatto conoscere la nostra terra nelle maggiori città italiane: in particolare nel Veneto, nel Friuli Venezia Giulia, nel Trentino. Per questo suo attaccamento alla terra Irpina, per averne diffuso il messaggio dei luoghi più ameni di essa, gli è stata conferita, nel 2008, dal Presidente della Repubblica, “motu proprio”, l’onoreficenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana. Di recente il titolo di Maestro d’Arte per l’UNICEF. I suoi dipinti, oltre che nelle collezioni private, si trovano in luoghi pubblici e religiosi. Vari libri di poesie sono stati finemente illustrati con le sue opere. È possibile ammirare sulle pareti esterne della sua abitazione del luogo natio gli angoli caratteristici della Teora prima del sisma del 1980. Di questi sette murales furono stampate cartoline dal titolo “…eri così bella…”; oggi le stesse sono documento storico. Testate giornalistiche definirono così il pittore de Rogatis colui che era riuscito, attraverso pennelli e colori, a ricostruire la storia della sua terra. Una sua opera, l’Orologio della Congrega di Teora, è stata riprodotta su 50 medaglioni d’argento, donati alle Autorità dei comuni che “portarono” i primi soccorsi nell’emergenza del terremoto. La stessa immagine fu riprodotta su 3000 medaglie di bronzo e donate ai Volontari – soccorritori. Il pittore Francesco de Rogatis nelle sue opere cerca umilmente di far conoscere la terra irpina, ancora pura, intatta senza inquinamento, senza l’intervento artificiale dell’uomo: purtroppo l’uomo invece di abbellire, schiavo del denaro, tende a distruggere il creato.

La mostra sarà inaugurata sabato 15 settembre alle ore 18:00 presso la sede della Pro Loco di Atripalda, resterà aperta dal 15 al 23 settembre, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *