alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, ordinanza del sindaco Spagnuolo: “quarantena per chi viene dalle zone focolaio del Nord Italia” Forza Italia, nominato il nuovo commissario provinciale di Avellino: Fulvio Martusciello subentra a Cosimo Sibilia Coronavirus, i Carabinieri denunciano due persone del capoluogo Irpino per false segnalazioni su Facebook e procurato allarme L’irpino Vincenzo Garofalo al suo esordio regala tre punti ai Lupi Brutta sconfitta in casa per la Scandone Avellino contro Geko PSA Sant’Antimo Coronavirus, avviso alla cittadinanza di Atripalda del sindaco Spagnuolo: “Comunicate i vostri spostamenti in questi ultimi 15 giorni da e verso le zone focolaio del virus in Italia e all’estero” Elezione presidente Consiglio d’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” Atripalda, lettera aperta della componente genitori guidata da Lia Gialanella: “non ci è parsa una buona partenza” Coronavirus: il figlio rientra in Irpinia da Codogno, famiglia in quarantena a Montefusco Ad Atripalda sabato pomeriggio arriva “Carnevale in Piazza” Taglio pioppi in via San Lorenzo, l’intervento della delegata al Verde Pubblico Anna De Venezia: “abbattimento dopo verifica tecnica e di un agronomo”. Foto

Così non va – Giullarte 2012, i cittadini informati attraverso manifesti selvaggi

Pubblicato in data: 20/9/2012 alle ore:21:15 • Categoria: Così non vaStampa Articolo

manifesto-selvaggio-giullarteGiullarte è pronta a partire, ma alcuni cittadini segnalano la presenza in città di manifesti selvaggi.  Affissioni che hanno lasciato alcuni residenti alquanto perplessi, nonostante l’imponente somma stanziata dalla Regione per la comunicazione e la pubblicità, quando ai loro occhi si sono presentati manifesti di circa un metro e mezzo per tre affissi sulle mura di un cavalcavia (Foto). Un modo “bizzarro” di informare la cittadinanza dell’evento da parte degli organizzatori preferendo così non utilizzare gli spazi autorizzati o quelli adibiti alla comunicazione istituzionale. Inoltre, come seconda questione non secondaria, affiggere abusivamente evadendo la relativa tassa di affissione e attaccandoli nei posti più disparati, contribuisce a non rispettare il minimo decoro urbano.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 risposte a “Così non va – Giullarte 2012, i cittadini informati attraverso manifesti selvaggi”

  1. alessandro ha detto:

    IL “PIANO DI COMUNICAZIONE MULTITASK” DA 17.500 EURI…

  2. Civico ha detto:

    Caro Alessandro, i 17.500 € sono destinati ad aumentare. I comuni limitrofi sono molto pignoli ( per necessità) e sanzionano pesantemente le affissioni abusive fuori dagli spazi consentiti.
    Chi pagherà: io dico Pantalone e tu?

  3. marco ha detto:

    Mi dispiace deludervi, ma i manifesti nonm rientrano nei 17500 euro del piano di comunicazione, sono in una voce a parte…………………….chiamate GRILLO!

  4. lupo alberto ha detto:

    Dentro o fuori non importa, la cosa grave è che non c’è controllo sul territorio.

  5. ciao amore ciao ha detto:

    Chi ha interesse in quest'”AFFARE”?

  6. simona ha detto:

    ma può mai essere ke trovate sempre un piccolo spunto per creare polemike????non si è mai contenti in questo paese…altro ke giunta comunale bisognerebbe votare per scegliere il popolo atripaldese ke è composto sempre da gente ke si lamenta di TUTTOOOO…ho solo 26anni e questi vostri lamenti continui mi hanno stancato….

  7. OBBIETTIVO ha detto:

    NON CREDO CERTO CHE SIA STATO IL COMUNE A FARE QUESTO MA SICURAMENTE QUALCHE ” INTELLIGENTE ” OPERAIO DELLA DITTA INCARICATA…….ECCO QUA’ FINITA LA POLEMICA….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *