alpadesa
  
Flash news:   Esplosione al Palazzo Vescovile di Avellino, solidarietà del sindaco Spagnuolo e dell’Amministrazione comunale di Atripalda Children’s Day 2019, causa maltempo la manifestazione slitta al 7 e 8 settembre Scarichi di acque reflue industriali nel fiume Sabato, i Carabinieri Forestali denunciano il titolare di un’azienda Accorpamento temporaneo mercato del giovedì a parco Acacie, pubblicata la graduatoria degli operatori commerciali Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde

Calcio, Atripalda – Massa Lubrense 1-1

Pubblicato in data: 29/9/2012 alle ore:22:40 • Categoria: Sport, CalcioStampa Articolo

gianmario-modestoTabellino

Atripalda: Afeltra, Prisco (35′ s.t. Formato), Scognamiglio (31′ s.t. Noviello), De Falco, D’Urso, Tirri, Barletta, Di Luccio, Nappi (43′ p.t. Ambrosino), D’Acierno, Modesto.

A disp.: Imparato, Stompanato, Petrillo, Russomanno.

Allenatore: Amato C.

Massa Lubrense: Fiorentino, Cantilena, D’Esposito, Cappiello, De Luca (8′ s.t. Aiello), Siniscalchi L., De Stefano, Cestaro, Marino (34′ s.t. Gargiulo R.), Cacace M., Volpe (18′ s.t. Cuomo).

A disp.: Stinga, Zapparella, Cacace G., Balduccelli.

Allenatore: Gargiulo L..

Arbitro: Croce di Nocera Inferiore.

Marcatori: 10′ p.t. Modesto (A), 46′ p.t. Cappiello (ML).

Ammoniti: Nappi, Scognamiglio, D’Urso (A), Marino, Cacace M., Aiello (ML).

Note: presenti sugli spalti 150 spettatori circa.

Cronaca

L’Atripalda è costretta a rimandare l’appuntamento con il primo successo in campionato, complice un ostico Massa Lubrense che ha conservato la propria imbattibilità rimontando l’iniziale vantaggio biancoverde. Il guizzo di Modesto ha illuso la formazione di Carmine Amato, che ha stranamente tirato i remi in barca dopo il vantaggio favorendo il ritorno dei costieri, a segno con Cappiello sul finire di primo tempo. Il tecnico dei padroni di casa conferma le intenzioni della vigilia, inserendo in difesa Scognamiglio e il baby Prisco dal 1′. Barletta è avanzato a centrocampo, mentre in avanti tutto inalterato con Nappi a sostegno della coppia D’Acierno-Modesto. Nerazzurri in formazione tipo con l’unica variazione di Luca Siniscalchi in luogo di Cuomo nel pacchetto arretrato. Luigi Gargiulo vara un 4-4-1-1
tutto sostanza e compattezza con capitan Marcello Cacace a sostegno di bomber Marino. Il Massa Lubrense dà subito l’impressione di volersi impadronire del gioco aggredendo i portatori di palla e soffocando la manovra avversaria. Tuttavia, è l’Atripalda a trovare la via del gol al 10′ con Modesto, che trova la zampata vincente anticipando il diretto marcatore imbeccato da Barletta dalla sinistra. Per il centravanti classe ’93 atripaldese doc prima rete in assoluto nel massimo torneo regionale con la quale ripaga la fiducia concessa da mister Amato. Il vantaggio immediato allenta la pressione del risultato sui sabatini, che inspiegabilmente però calano alla distanza concedendo qualche occasione di troppo ai costieri. La prima risposta ospite arriva al 18′ con lo spauracchio Marino che ruba palla a centrocampo, sfonda per vie centrali ma colpisce debolmente con la punta favorendo l’intervento in uscita di Afeltra. Dopo 4′ è D’Esposito a cercare l’angolo lontano con una staffilata da appena dentro l’area la cui traiettoria è interecettata in
maniera provvidenziale da Tirri. Padroni di casa ancora in confusione al 25′ quando Di Luccio perde palla nel cerchio di centrocampo, favorendo l’inserimento di Cacace, il quale smarca a pochi passi dalla porta Volpe che temporeggia sparando addosso al portiere avversario. Nel finale tempo tegola per Amato, che perde Nappi per infortunio. Neanche il tempo di assorbire la perdita del suo fuoriclasse, che l’Atripalda subisce il pari. Corre il 1′ di recupero quando la difesa sale male sugli sviluppi di un calcio da fermo sulla sinistra, palla ancora dentro per Cestaro, il cui tiro-cross è un cioccolatino da scartare per Cappiello, che insacca a porta sguarnita all’altezza del secondo palo. La rete galvanizza i massesi, che prima del rientro negli spogliatoi avrebbero addirittura la chance per mettere la freccia. Marino entra in area dalla sinistra in dribbling ma la sua conclusione centra il palo vicino graziando Afeltra. Nella ripresa poche emozioni. L’unica degna di nota porta la firma di un devastante Marino che al 22′ porta a spasso Tirri, entra in area dal vertice destro e costringe Afeltra ad un altro intervento in angolo. L’Atripalda ci prova con lanci lunghi e qualche sterile giocata per vie centrali di Di Luccio, che trova l’attenta risposta della difesa avversaria. Per il team sabatino un punticino che fa classifica in attesa di tempi migliori. Il Massa Lubrense, invece, si conferma osso duro della categoria.

Spogliatoi

Il primo punto della stagione ha tutti i connotati della magra consolazione per l’Atripalda, scesa in campo con ben altri obiettivi di risultato. A mister Amato non resta che guardare il bicchiere mezzo pieno rappresentato dalla parziale risposta della squadra dopo la pesante sconfitta di Vallo della Lucania: “Siamo partiti bene trovando subito il gol e sorprendendo l’avversario. Poi ci siamo rilassati e abbiamo concesso diverse ripartenze che avrebbero potuto costarci caro. Nel complesso abbiamo tenuto testa ad un avversario organizzato che ci ha messo in crisi su nostre ingenuità. L’uscita di Nappi ci ha complicato ulteriormente i piani. Per il resto abbiamo cercato nuovamente il vantaggio ma non siamo riusciti a trovare la giocata giusta. Portiamo a casa questo primo punto con la consapevolezza di dover lavorare ancora molto. Abbiamo avuto la conferma che non esistono partite facili. E’ un torneo difficile e noi dovremo farci trovare più pronti nelle occasioni future”. Contento a metà anche il bomber nerazzurro Aldo Marino, capace di tenere costantemente in apprensione la difesa avversaria ma sfortunato in occasione dell’episodio del palo che avrebbe potuto ribaltare clamorosamente il punteggio nel giro di due minuti: “Davvero un peccato, la fortuna non mi ha aiutato nell’occasione. Per quanto riguarda la squadra, siamo partiti male subendo il gol a freddo. Poi ci siamo riorganizzati e abbiamo raddrizzato il risultato. Abbiamo sciupato diverse occasioni ma possiamo dirci soddisfatti per il campionato che stiamo disputando. Siamo riusciti a mantenere l’imbattibilità. Contiamo di proseguire la striscia utile anche contro il Cicciano. E’ un buon momento anche per me. Spero di bissare la doppia cifra in classifica marcatori raggiunta lo scorso anno”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *