alpadesa
  
Flash news:   Costituito l’ufficio di progettazione per l’intervento di sistemazione idraulica e idrogeologica del Vallone Testa ad Atripalda: 980mila euro a disposizione Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298 Us Avellino, completato il passaggio delle quote Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno “Rossi-Doria, il riformatore che amava l’Irpinia”, il ricordo di Luigi Caputo del grande meridionalista Ciclismo, l’A.S.Civitas presenta il veterano Michele Venezia Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto

Rifiuti speciali bruciati, imprenditore atripaldese denunciato dai Carabinieri

Pubblicato in data: 1/10/2012 alle ore:14:27 • Categoria: Cronaca

sterpaglie-fiammeContinua serrata l’azione messa in campo dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino per contrastare la diffusissima pratica dell’abbruciamento di stoppie e residui vegetali, recentemente condannata dal Procuratore della Repubblica di Avellino che vi configura il reato di getto pericoloso di cose e smaltimento illecito di rifiuti, sulla scorta anche del sospetto dell’eventuale tossicità dei fumi emessi (visto il diffuso uso di sostanze chimiche). Così, anche nella giornata di ieri, nonostante fosse domenica, i militari della Compagnia di Avellino sono dovuti intervenire a denunciare 2 coltivatori, l’uno sorpreso a bruciare residui vegetali di un noccioleto a Mercogliano via Serroni, e l’altro sorpreso ad alzare una quantità enorme di polvere con la propria macchina per raccogliere le nocciole, in via Roma ad Avellino. Nella sola mattinata di oggi, invece, sono stati denunciati altri 5 coltivatori. Con i risultati di ieri, la sola Compagnia di Avellino ha già deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, per i reti poc’anzi accennati, ben 61 persone, alcune delle quali non sono state semplicemente sorprese a bruciare foglie e sottobosco, ma a creare dei veri e propri roghi tossici, mescolando alle stoppie anche materiali plastici, gomma e altre sostanze altamente inquinanti.
È il caso, registrato appunto nel fine settimana, di un imprenditore di Atripalda, sorpreso a bruciare un enorme cumulo di rifiuti speciali. In tale contesto, il maggior numero di denunce penali è stato fatto registrare nel territorio della Stazione Carabinieri di Aiello del Sabato (che da sola ha fatto ben 27 denunce), ma l’attenzione è alta in tutte le aree coltivate a nocciole, noci e castagne, visto che questo è il periodo della loro raccolta.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Paura e giallo in piazza Umberto: fiamme in un bar chiuso da mesi. FOTO

Hanno forzato e poi sfondato la vetrata d’ingresso di un bar lanciando del liquido infiammabile all’interno e appiccando il fuoco. Read more

Aveva minacciato di diffondere su Internet i video dell’incontro amoroso se l’amante non avesse pagato: pesanti le accuse per il 39enne atripaldese

Aveva minacciato di diffondere su Internet i video dell’incontro amoroso se l’amante non avesse pagato. Un tentativo di estorsione che Read more

Sorpreso con attrezzi atti allo scasso di auto in un parcheggio di un supermercato, 39enne di Castelvetere denunciato dai Carabinieri di Atripalda

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un uomo ritenuto responsabile del reato di possesso Read more

Tenta il suicidio bevendo acido muriatico, in grave condizioni 70enne atripaldese

Tenta il suicidio bevendo acido muriatico, in grave condizioni 70enne atripaldese.  Lotta tra la vita e la morte un pensionato Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *