alpadesa
  
domenica 09 agosto 2020
Flash news:   Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani

Raccolta differenziata, comuni inadempienti a rischio commissari. Atripalda ferma ad un misero 27,12%. Schema allegato

Pubblicato in data: 2/10/2012 alle ore:13:31 • Categoria: Attualità

emergenza-neve-raccolta-rifiuti-a-rilentoComuni inadempienti e a rischio Commissari per la raccolta differenziata.
I dati ufficiali della Regione Campania relativi all’anno 2011 parlano chiaro: nel nostro territorio ci sono Comuni che non applicano i piani di raccolta differenziata, facendo trasgredire i propri cittadini. O meglio non incentivano il cittadino a farla. Ma a pagare saranno comunque quest’ultimi: dalla tariffa a tonnellata di 109 euro, per negligenza dei propri amministratori si ritroveranno a dover sborsare una imposta aggiuntiva del 40%. Chi trasgredisce paga: è l’art. 1 comma 6 del D.L. 196/2010, convertito con modificazioni dalla L. 1/2011, che ha previsto che nel caso di mancato rispetto da parte dei Comuni degli obiettivi minimi di raccolta differenziata stabiliti dall’art. 11 comma 1 del D.L. n. 90 del 23/5/2008 (50% al 31/12/2011), convertito con modificazioni dalla L. 123/2008, così come certificati dalla Regione Campania, il Prefetto diffida il Comune inadempiente a mettersi in regola con il sistema della raccolta differenziata, assegnandogli il termine perentorio di tre mesi. Decorso inutilmente tale termine, il Prefetto attiva le procedura di nomina di un commissario ad acta”. Non verrà commissariato il Comune: il sindaco resterà al suo posto facendo però una brutta figura: nel campo ambientale sarà inesorabilmente bocciato e la gestione affidata ad un commissario ad hoc. E’ il caso di citare quelli più eloquenti: da Contrada minimo storico (14,70%), da Candida (15,02%), Monteverde (23%), Rotondi (24,76%), Atripalda (27,12%), Mirabella Eclano (28,80%), Calabritto (29,17%), Gesualdo (31%), Ariano Irpino (32,58%). Meritano la palma dei migliori: Petruro Irpino (82,33), Sant’Angelo all’esca (78,69%), Chiusano San Domenico (76,82%), Salza Irpina (74,08%), Summonte (73,50%), San Potito (73,04%), Lapio (72,06%). Avellino centra di poco il 50%, per la precisione 54,01. Ma quanti effettivamente in Irpinia non rispettano la legge? Ben 41 comuni non sono riusciti a raggiungere la soglia di legge. Ed ora cosa succederà? Sarà il Prefetto Guidato a dover decidere.
raccolta-differenziata

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
I comuni non pagano: Irpiniambiente sospende il servizio di raccolta rifiuti. Stamattina riunione in Prefettura, Guidato cerca di mediare

Un buco nei conti che tocca quota 40 milioni di euro. Una cifra da capogiro per Irpiniambiente. I comuni continuano Read more

Raccolta rifiuti, ecco la lista dei comuni morosi: Atripalda ha un debito verso Irpiniambiente di 2 milioni e 700mila euro

La lista nera di Irpiniambiente è di ben 68 i comuni morosi. Ammonta infatti a 29 milioni di euro il Read more

Rifiuti, parte IrpinAmbiente. Il costo pro capite sarà di 127 euro

La società IrpiniAmbiente Spa con una nota spiega alcuni aspetti relativi al piano dei costi del sistema del ciclo dei rifiuti Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

20 risposte a “Raccolta differenziata, comuni inadempienti a rischio commissari. Atripalda ferma ad un misero 27,12%. Schema allegato”

  1. Gnam! ha detto:

    Rifiuti Preziosi’ii!!!

  2. cittadinaatripaldese ha detto:

    uno dei primi proclami post elezione dell’assessore Prezioso non riguarda la raccolta differenziata?…………………….ma tra il dire e fare c’è di mezzo il lavoro………………………CHE DELUSIONE QUESTA NUOVA AMMINISTRAZIONE ……..

  3. Cittadino ha detto:

    Su, non siate impietosi, l’Assessore è stato impegnato a “scovare” i morosi di Alvanite, dopotutto sempre di questioni ambientali si tratta. Una domanda credo sia concessa.
    Le aree esterne agli esercizi commerciali o attività artigianali, secondo la normativa vigente sottoposte al pagamento della TARSU, chi omette di denunciarle o ne dichiara solo una parte è un evasore (perseguibile) o un moroso a cui penserà Equitalia?

  4. fate ridere ha detto:

    se leggo bene i dati fanno riferimento all’anno 2011, la gunta Laurenzano ha creato il presupposto per il fallimento di questa città. ora chi ha raccolto il testimone deve rimboccarsi le mani per agire li dove hanno fallito chi li ha preceduti.

  5. Ardito ha detto:

    Ogni giudizio non può prescindere dall’onestà intellettuale che manca a molti commentatori.

    Come si fa a dare responsabilità ad un’amministrazione in carica da 5 mesi per disastri sulla raccolta differenziata che vanno avanti da circa 20 anni!! Mah!

    Se davvero teniamo alle sorti del nostro paese, sarebbe il caso che anche la critica fosse costruttiva, sensata e non preconcetta!

    Inoltre, credo che sia meritorio (da chiunque provenga la proposta) predisporre azioni amministrative finalizzate al recupero dell’evasione dei tributi locali e dei canoni di locazione degli alloggi comunali….a meno che a qualcuno faccia comodo questo stato di cose…!

  6. siete terra terra ha detto:

    ORMAI VI INVENTATE DI TUTTO PUR DI ATTACCARE QUESTA AMMINISTRAZIONE QUESTI SONO DATI DEL 2011 E FINO A GIUGNO 2012 E’ STATO AL GOVERNO LAURENZANO……………..SIETE SOLO IN MALAFEDE E FRUSTRATI………..

  7. un commerciante ha detto:

    il problema principale della raccolta differenziata sono i cassonetti presenti nelle strade, vi siete mai chiesti come mai Atripalda dal 40% di qualche tempo fa e’ scesa al 27% aumentando addirittura la produzione procapite, e paesi limitrofi hanno fatto passi da gigante in poco tempo raggiungendo addirittura il 70% ? E’ stata una battaglia (grazie alla quale e’ nata Asssocia)che ha visto i commercianti in prima linea sin dall’amministrazione Rega passando poi per quella Laurenzano e i fatti mi sono testimoni.
    Da quello che ho potuto capire l’attuale amministrazione semba abbia intenzone di attivare finalmente il porta a porta e questo dovrebbe (uso il condizionale perche’ si sa che tra dire e il fare…..)portare dei vantaggi di carattere economico e igienico sanitario, e scusatemi se e’ poco soprattutto di questi tempi

  8. ORTICA ha detto:

    GIUSTO TERRA TERRA, MA GLI ASSESSORI ALLA MUNNEZZA SONO STATI SEMPRE DEL PD, QUELLI CHE STANNO ALLA GUIDA DI QUESTO PAESE DA CIRCA 20 ANNI!!! PREZIOSO E’ SOLO IL COPERCHIO DI UNA SITUAZIONE INCANCRENITA DA 20 ANNI. E’ GIUSTA LA COLLOCAZIONE PER LUI COME ASSESSORATO. HA RAGIONE AR DITO, SOLO CHE PREZIOSO COME FA’ A PRENDERSELA CON IL SUO AMICO TUCCIA. CERTO IL BRUCIORE NON SARA’ AR DITO MA AR

  9. sittantuno ha detto:

    quanta malafede, sono i dati del 2011, tutti i candidati trombati dall’elettorato che si trincerano dietro pseudonimi.

  10. Osservatore ha detto:

    Proprio terra terra. Ma quelli che sedevano in Consiglio comunale nella passata consiliatura e che continuano oggi la loro esperienza amministrativa, anche dai banchi di governo, quali e quante battaglie hanno fatto perché non si arrivasse alla situazione attuale? Se è giusto che le critiche sono efficaci quando sono costruttive è altrettanto giusto che le difese d’ufficio siano almeno improntate al buonsenso e non intrise di evidente servilismo.

  11. cittadinaatripaldese ha detto:

    è vero che la responsabilità non è di quest’amministrazione ma fatti sulla raccolta differenziata non c’e ne sono, questo è un dato oggettivo in 5 mesi il nulla, nessuna iniziativa, nessun progetto questa è la vergogna. Per risanare questa città ci vuole impegno politico e civile da parte di tutti in primis da chi amministra, e mi sembra che oltre a convegni, inaugurazioni, passerelle politiche non sia stato fatto nulla. Stiamo ancora aspettando la famosa inversione di marcia, poi mi sembra che di questa amministrazione faccia parte qualcuno con qualche decennio alle spalle come amministratore……..nessuno inventa nulla e nessuno si sente frustrato si sta solo discutendo sulla raccolta differenziata. Per far partire la differenziata non ci vuole molto visto che le periferie già hanno il porta a porta, attendiamo con ansia l’avvio anche in centro, che che sia una raccolta seria non come quella che si fa ora; senza controllo, ed inutile e soprattutto senza sgravi per l’utente. Ci sono anche fondi europei ma per averli ci vuole un progetto, un idea ci vuole LAVORO ma cià non ha mai appartenuto e non appartiene alle nostre amministrazione.

  12. nati' ha detto:

    a contrada ischia scaricano immondizia di tutti i tipi e badate bene sono persone che scendono da san potito e manocalzati e fanno un’unica minestra ,aprite gli occhi perche’ non sono sempre gli atripaldesi i colpevoli fate più controlli

  13. Nappo Carmela ha detto:

    Spero che Antonio Prezioso faccia al piu’ presto la raccolta differenziata, fai fatti non parole

  14. clamorosoalcibali ha detto:

    oh Prezioso portaci al 30!!! Portaci portaci portaci a 30!!!! oh Prezioso portaci al 30!!!!!!
    ma mettitivi scuorno!!!!!!!!! siti buoni sulo a dà l’incarico al parente e all’amico…..l’unica cosa se siete stati capaci di fare finora!!!!!!!!
    Portaci portaci portaci al 30!!!!!!!

  15. nati' ha detto:

    sono pienamente d’accordo con carmela, l’unica salvezza è la differenziata

  16. nati' ha detto:

    ops differenziata porta a porta

  17. nino ha detto:

    in questo paese c’è chi continua a non dormire la notte x aver perso l’elezioni,e ogni occasione e buona x scagliarsi contro l’amministrazione questi sono dati riferiti al 2011. chiedetelo a l’ex sindaco o ex assessore ai rifiuti trombati anche per questo dagli elettori. poi quando sarà il momento giudicheremo anche questa amministrazione.

  18. antonio ha detto:

    assessore vai avanti per la tua strada.

  19. THE CLASH ha detto:

    Sono i dati della purtroppo fallimentare gestione Laurenzano, questa gente ha rovinato Atripalda, meriterebbero l’esilio. Ora però andiamo avanti e mi rivolgo all’assessore Prezioso…FAI TOGLIERE I CASSONETTI DALLA STRADA E AUMENTA LA VIDEOSORVEGLIANZA NEI LUOGHI A RISCHIO DISCARICA!!!! Non vorrei che i comuni “virtuosi” hanno preso Atripalda per la discarica dei loro rifiuti recando un doppio danno alla nostra città. E’ un suggerimento che spero venga recepito al più presto.

  20. mago di az ha detto:

    L’ASSESSORE HA ANNUNCIATO CHE A SETTEMBRE PARTE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA!!!!!!!!!!!
    BENE CI SIAMO MESSI D’ACCORDO SUL MESE ORA METTIAMOCI D’ACCORDO ANCHE SULL’ANNO!!!!!
    alla fine i valori vengono sempre a galla ed il tempo è galantuomo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *