alpadesa
  
Flash news:   Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Incidente lungo l’Ofantina, auto sbanda e si ribalta Scuola a rischio, nota del sindaco e del delegato ai lavori pubblici: «La doverosa iniziativa della Procura non ci sorprende né ci preoccupa ma stimolo sull’impegno intrapreso» Scuole a rischio, avvisi di garanzia a sindaco e tecnici comunali Vincenzo Aquino chiama le Misericordie irpine ad una svolta storica Atripalda Volley, domani presentazione ufficiale nella Sala Consiliare di Atripalda “Ripianti-Amo”, cinque nuovi alberelli in Piazzetta degli Artisti al posto di quello rubato. Foto

Lite a colpi di coltello tra due donne a contrada Alvanite, un ferito. Indagano i Carabinieri

Pubblicato in data: 16/10/2012 alle ore:10:30 • Categoria: CronacaStampa Articolo

alvaniteGiallo a contrada Alvanite ad Atripalda domenica mattina per un litigio tra due donne di etnia rom. Un litigio durante il quale è spuntato anche un coltello che ha ferito, accidentalmente o volutamente, una delle due.
Teatro dell’episodio ancora una volta il popoloso quartiere periferico della cittadina del Sabato.
Un rissa dai contorni ancora tutti da chiarire e che ha visto l’intervento dei carabinieri della locale stazione e del 118.
Il litigio, che ha destato paura nel quartiere, è scoppiato domenica scorsa tra due donne, una residente ad Atripalda proprio a contrada Alvanite e l’altra ad Avellino nel rione San Tommaso.
Alla base dell’insano gesto ci sarebbero futili motivi ancora tutti da capire.
Le due donne, entrambe sposate e con figli, sarebbero entrate in contrasto tra loro per motivi che gli investigatori stanno cercano ora di accertare e capire, interrogando anche i presenti.
Dopo una violenta discussione le due donne sarebbero subito andate in escandescenza. E’ spuntato anche un coltello che ha ferito, fortunatamente in modo lieve, una delle due.
Proprio il pronto intervento dei carabinieri del Comando provinciale di Avellino e di quello della locale stazione, allertati da alcuni residenti, ha riportato alla calma gli animi. I militari al termine del diverbio hanno proceduto ad effettuare annotazione di quanto accaduto, a raccogliere anche le dichiarazioni per cercare di ricostruire quanto accaduto.
Necessario l’intervento anche di un’ambulanza del 118 che ha soccorso la donna ferita trasportandola presso la città ospedaliera di Avellino per sottoporla alle prime cure mediche. La signora è stata visitata e dimessa con quattro giorni di prognosi.
Una lite familiare che sulla quale gli inquirenti ora stanno tentando di fare piena luce nonostante le versioni contrastanti fornite dalle due donne.
Già qualche giorno prima i carabinieri di Atripalda, con gli agenti della Polizia municipale, erano dovuti intervenire proprio a contrada Alvanite per la tentata occupazione di un alloggio popolare da parte di un rom.
Perciò gli inquirenti non escludono che la lite scoppiata domenica mattina possa essere legata per qualche motivo a questo episodio. Ipotesi tutta però da verificare.
Le indagini perciò della Compagnia dei Carabinieri di Avellino, diretta dal capitano Gabriele Papa con l’ausilio dei colleghi della stazione di Atripalda, guidati dal maresciallo Costantino Cucciniello, proseguiranno anche nei prossimi giorni per ricostruire l’esatta dinamica di quando accaduto.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *