alpadesa
  
domenica 20 ottobre 2019
Flash news:   Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto

Ricorso al Tar di Salerno sulle quote rosa in Giunta, terminata la discussione. Si attende a giorni la sentenza

Pubblicato in data: 25/10/2012 alle ore:14:24 • Categoria: Attualità, ComuneStampa Articolo

tar-salernoDiscusso dinanzi al Tar di Salerno il ricorso (NRG 1066/2012) sulla mancanza della quota rosa in Giunta al comune ad Atripalda.
In tarda mattinata si è svolto infatti a Salerno il dibattimento tra le parti in causa (era il ricorso di merito numero 25 su un totale di 47 ricorsi). L’udienza pubblica si è tenuta dinanzi la seconda sezione composta dal collegio di magistrati Minichini (presidente), Gaudieri (relatore) e Sabbato (consigliere). Il ricorso è contro il decreto sindacale PROT.N.6273 del 18/05/2012 con cui il sindaco del Comune di Atripalda provvedeva alla nomina dei componenti della giunta comunale.
Si attende ora la sentenza del Tribunale amministrativo che potrebbe essere pronunciata nei prossimi giorni.
A presentare ricorso il consigliere comunale socialista Ulderico Pacia, eletto nella lista di Uniti per Atripalda, che sorregge l’Amministrazione Spagnuolo, ma passato poi all’opposizione. A rappresentarlo in aula dagli avvocati Arturo Iaione e Maria Teresa Tarsitano. Con Pacia costituite in giudizio contro il Comune del Sabato anche due associazioni nazionali: “ART.51 LABORATORIO DI DEMOCRAZIA PARITARIA” e “MOVIMENTO DONNE ATTIVE IN POLITICA”.
Il Comune di Atripalda, invece era rappresentato dall’avvocato Giuseppe Vetrano.
L’atmosfera in città è di attesa visto che sia l’Udc che il Pd ad oggi non sono riusciti ancora a trovare una soluzione per la scelta del Capogruppo di maggioranza in Consiglio comunale e sul rimpasto in giunta per il rispetto della quota rosa.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Ricorso al Tar di Salerno sulle quote rosa in Giunta, terminata la discussione. Si attende a giorni la sentenza”

  1. gennaro ha detto:

    Se il TAR approva il ricorso e da ragione e IAIONE & PACIA, il sindaco dovrebbe dare le dimissioni.
    Non credo che ci sia un’altra strada. Sarebbe anche uuna sentenza storica: la prima volta dal dopoguerra che IAIONE & PACIA hanno ragione.
    Sinceramente faccio il tifo per loro, visto che la nuova amministrazione in tutti questi mesi non ha fatto niente!
    Ho già fatto anche il mea culpa per averli votati, ma pensavo fossero un pò più capaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *