alpadesa
  
Flash news:   Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato “IDEA Atripalda” chiede al Comune di Atripalda la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki Tre contrade ad Atripalda nel degrado tra proteste e polemiche sui social. Foto Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio»

Ricorso al Tar di Salerno sulle quote rosa in Giunta, terminata la discussione. Si attende a giorni la sentenza

Pubblicato in data: 25/10/2012 alle ore:14:24 • Categoria: Attualità, Comune

tar-salernoDiscusso dinanzi al Tar di Salerno il ricorso (NRG 1066/2012) sulla mancanza della quota rosa in Giunta al comune ad Atripalda.
In tarda mattinata si è svolto infatti a Salerno il dibattimento tra le parti in causa (era il ricorso di merito numero 25 su un totale di 47 ricorsi). L’udienza pubblica si è tenuta dinanzi la seconda sezione composta dal collegio di magistrati Minichini (presidente), Gaudieri (relatore) e Sabbato (consigliere). Il ricorso è contro il decreto sindacale PROT.N.6273 del 18/05/2012 con cui il sindaco del Comune di Atripalda provvedeva alla nomina dei componenti della giunta comunale.
Si attende ora la sentenza del Tribunale amministrativo che potrebbe essere pronunciata nei prossimi giorni.
A presentare ricorso il consigliere comunale socialista Ulderico Pacia, eletto nella lista di Uniti per Atripalda, che sorregge l’Amministrazione Spagnuolo, ma passato poi all’opposizione. A rappresentarlo in aula dagli avvocati Arturo Iaione e Maria Teresa Tarsitano. Con Pacia costituite in giudizio contro il Comune del Sabato anche due associazioni nazionali: “ART.51 LABORATORIO DI DEMOCRAZIA PARITARIA” e “MOVIMENTO DONNE ATTIVE IN POLITICA”.
Il Comune di Atripalda, invece era rappresentato dall’avvocato Giuseppe Vetrano.
L’atmosfera in città è di attesa visto che sia l’Udc che il Pd ad oggi non sono riusciti ancora a trovare una soluzione per la scelta del Capogruppo di maggioranza in Consiglio comunale e sul rimpasto in giunta per il rispetto della quota rosa.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Giunta, il consigliere Pacia accusa: «Le delibere sono illegittime perché le dimissioni degli assessori Udc dal 4 giugno non sono state mai ritirare o respinte»

«Le delibere di giunta sono illegittime». E' l'accusa sollevata dal Psi atripaldese che con il consigliere comunale Ulderico Pacia attacca Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Ricorso al Tar di Salerno sulle quote rosa in Giunta, terminata la discussione. Si attende a giorni la sentenza”

  1. gennaro ha detto:

    Se il TAR approva il ricorso e da ragione e IAIONE & PACIA, il sindaco dovrebbe dare le dimissioni.
    Non credo che ci sia un’altra strada. Sarebbe anche uuna sentenza storica: la prima volta dal dopoguerra che IAIONE & PACIA hanno ragione.
    Sinceramente faccio il tifo per loro, visto che la nuova amministrazione in tutti questi mesi non ha fatto niente!
    Ho già fatto anche il mea culpa per averli votati, ma pensavo fossero un pò più capaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *