alpadesa
  
Flash news:   Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza Natale 2019, Amministrazione in campo per le luminarie in centro città Via Melfi ad Atripalda chiude al traffico per un mese a causa di lavori urgenti sulle facciate laterali di Palazzo Del Gaudio Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Il gruppo consiliare “Noi Atripalda” incalza il sindaco sul Distretto Asl di Atripalda a rischio smobilitazione

Via libera all’aumento dell’Imu dal Consiglio comunale. Il sindaco Spagnuolo: «Scelta dolorosa ma necessaria». Le opposizioni attaccano, Del Mauro (Pdl): «Strenna natalizia dell’amministrazione alla città. Ricadrà solo sull’ultima rata mentre poteva essere fatto prima». La Sala (P.Grande): «Comune ancora a rischio dissesto se non viene venduto il Centro Servizi». Fotoservizio e Videoservizio

Pubblicato in data: 1/11/2012 alle ore:10:42 • Categoria: Politica, Comune, Video intervisteStampa Articolo

consiglio-imu2Via libera tra le polemiche ieri sera dal Consiglio comunale all’aumento delle aliquote Imu. In una sala semivuota (assenti Antonio Iannaccone ed Ulderico Pacia) il parlamentino cittadino, convocato con urgenza dal sindaco, a maggioranza e con il voto contrario delle minoranze, ha dato l’ok alla decisione dell’amministrazione Spagnuolo di portare l’aliquota Imu sulla prima casa dallo 0,4% allo 0,5%. Quella sulle seconde abitazioni passa dallo 0,76% allo 0,91%. Un incremento dell’imposta sugli immobili legato ad un Consuntivo 2011, approvato in giunta, che chiude con un disavanzo per tre milioni e settecentomila di euro.
consiglio-imu3Il sindaco Paolo Spagnuolo ha spiegato in aula le ragioni della decisione. «Una scelta dolorosa ma necessaria. In campagna elettorale avevamo detto sin da subito che eravamo più preoccupati della sfida amministrativa che di quella elettorale. Le aspettative non sono state disattese visto che ci siamo imbattuti in una realtà più cupa delle previsioni. Abbiamo proceduto a cancellare residui attivi per circa 5milioni di euro. Alla luce di ciò il consuntivo si chiude con un forte disavanzo. Inoltre su ciò ha inciso la diminuzione dei trasferimenti statali, l’eccessivo ricorso di anticipazioni di cassa, spese legali fin qui incontrollate, interessi passivi e l’aumento dei debiti fuori bilancio per sentenze esecutive per 650mila euro che ci costringe a doverli coprire con liquidità mediante l’aumento delle entrate. E questo ce lo impone la Corte dei Conti». Ma per il primo cittadino l’amministrazione non mette solo le mani nelle tasche dei cittadini. «In questi sei mesi di governo stiamo predisponendo un piano di alienazione dell’ente credibile ed attuabile. Un riordino della pianta organica e della macchina amministrativa per far aumentare la produttività degli uffici. Stiamo agendo anche sulla spesa, riducendola oppure riscuotendo coattivamente i canoni arretrati di contrada Alvanite e mettendo a reddito le strutture pubbliche. Sarà pubblicato un bando per il cimitero e la pubblica illuminazione».
consiglio-imu4Un aumento che peserà tutto sull’ultima rata per il pagamento dell’Imu, il cui termine scade il prossimo 17 dicembre. Un incremento che si aggiunge all’aumento già deciso in estate dell’addizionale comunale Irpef, portata allo 0,8%. Le minoranze hanno dato battaglia in aula. «E’ la strenna natalizia dell’amministrazione alla città che fa saltare le tredicesime di molte famiglie – accusa il capogruppo del Pdl Massimiliano Del Mauro -. Come opposizione lo avevamo già proposto l’aumento dell’Imu, ma ci fu detto di tutto che era un’imposta provvisoria. In ogni caso il risanamento dell’ente lo pagano i cittadini. Almeno fosse stato fatto a tempo debito avremmo spalmato su tre rate e non solo su quella di dicembre l’incremento. Non potete dire che la situazione non era nota, visto che il sindaco ed il vicesindaco e due assessori sedevano già nei banchi della passata amministrazione, conoscendo bene la reale situazione dei conti comunali». Per Del Mauro il rammarico è che la maggioranza non ha tenuto conto dei suggerimenti delle minoranze «anzi siamo stati quasi sbeffeggiati. Abbiamo anche il coraggio che probabilmente non basterà se non si concretizzano alcune operazioni».
Per il consigliere Lello La Sala: «La gente non ce la fa più. Cosa dovrà fare per pagare l’Imu sulla prima casa? Darvi la casa?. Viviamo in una condizione difficile. Un intervento buonista del sindaco, a tratti cinico e ingeneroso verso i suoi funzionari ed irrispettoso verso questo consiglio comunale e verso i cittadini. Perché non denuncia i propri funzionari comunali che invece li hai riconfermati tutti se dice che c’è qualcuno che non si fa pagare? Sei anche ingeneroso ed omissivo. Sui residui attivi hai tagliato solo due milioni e altri tre milioni sono alienazioni non fatte. Invece ci troviamo ancora nella condizione del dissesto se non viene venduto il Centro servizi».

[flv width=”250″ height=”200″ image=”https://www.atripaldanews.it/video/consiglio comunale imu2.jpg”]https://www.atripaldanews.it/video/consiglio comunale imu.flv[/flv]
consiglio-imu5

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

19 risposte a “Via libera all’aumento dell’Imu dal Consiglio comunale. Il sindaco Spagnuolo: «Scelta dolorosa ma necessaria». Le opposizioni attaccano, Del Mauro (Pdl): «Strenna natalizia dell’amministrazione alla città. Ricadrà solo sull’ultima rata mentre poteva essere fatto prima». La Sala (P.Grande): «Comune ancora a rischio dissesto se non viene venduto il Centro Servizi». Fotoservizio e Videoservizio”

  1. gennaro ha detto:

    siete peggio degli altri.
    sperperate danaro pubblico e aumentate le tasse ai cittadini. E voi sareste il nuovo?
    Il mio rammarico è l’avervi votati.
    Ma non accadrà più

  2. aldo ha detto:

    VERGOGNATEVI SPERIAMO CHE IL 22 NOVEMBRE IL TAR VI MANDA TUTTI A CASA SIETE LA VERGOGNA DEL PAESE SPERO CHE TUTTI COLORO CHE VI HANNO VOTATO SI RICREDERANNO COME L’AMICO BìGENNARO DI SOPRA!!!

  3. elio ha detto:

    Veramente si vede una massiccia presenza di pubblico, di cittadini al vostro vergognoso consiglio comunale, se non era per 6-7 signori eravate belli soli soli, evidentemente siete molto ben visti!!!Complimenti !!!! vergognatevi andate a casa parlavate male dei precedenti, voi siete il peggio del peggio!!! non so che succede il 22 novembre perche’ non sono informato il motivo quale e del tar che leggo sopra da parte del signor aldo, ma se ci sara’ la possibilita’ di mandarvi a casa che ben venga!!!!

  4. Senza Vergogna ha detto:

    FATE UN GESTO DI RESPONSABILITà: COMMISSARIAMENTO PRIMA DI NATALE, EVITIAMO GLI SPRECHI E LE CLIENTELE IN VISTA DELLE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE CARE A DE-MITA. IL COMUNE NON E’ UN BANCOMAT… NON SI POSSONO NASCONDERE I COSTI DEGLI SWAP

  5. sibilla ha detto:

    VERGOGNA! Vendere i beni comunali sottocosto è REATO ! State svendendo case,terreni e non voglio parlare del CENTRO SERVIZI che è costato alla comunita’ diversi milioni di euro (circa20?),avete preso dalla comunita’ europea 10 volte del prezzo di vendita……e…….ci aumentate ancora una volta IRPEF ed IMU? Non lamentatevi se l’appellativo che vi meritate è LADRONI! Vi consiglio una politica economica piu’ pertinente alle tasche dei cittadini , SE QUESTO E’ QUELLO CHE SAPETE FARE…….MEGLIO IL COMMISSARIO PREFETTIZIO, E VOI, IN SEGUITO AD UN DEFAULT A CASA, COSI ALMENO 10 ANNI SENZA POTERVI CANDIDARE AVREMMO MENO GUAI! SIETE PRIVI DI OGNI INVENTIVA CREATIVITA’ E PREPARAZIONE A GESTIRE LA RES PUBBLICA!

  6. PASQUALE ha detto:

    SINDACO, se fareste fareste lavorare i vigili urbani avreste potuto evitare l’aumento dell’ IMU. MA purtroppo a chi lo dici. Su questo argomento nessuno ci sente.

  7. Geppino ha detto:

    La colpa è nostra. Prima li abbiamo votati e adesso aumentano le tasse, ma che devono fare più per dimostrarci che sono incapaci?

  8. Nappo Carmela ha detto:

    Io non sono d’accordo sul perchè siano aumentate le aliquote sulla prima e sulla seconda casa. Con questi aumenti non si risolve niente. Vendete il Centro servizi e il mercatone rionale e potrete risolvere qualche problema. Però quando si devono fare delle manifestazioni di feste non devono chiedere contributi alla cittadinanza.

  9. franco ha detto:

    Ad ascoltare il sindaco sempre gli stessi che hanno ottenuto il lavoro grazie alla loro lodevole preparazione……….

  10. Laura ha detto:

    Brava Carmela!
    Messaggio agli amministratori: Carmela sembra più attrezzata di voi. Ho detto tutto ( cit.)

  11. ABUSIVO ha detto:

    CARMELA FAREBBE UN’OTTIMA FIGURA IN QUESTA AMMINISTRAZIONE!

  12. aldo ha detto:

    Laura scusa che significa””piu’ attrezzata””” hahahhahhaaaaaaa!!!!!

  13. Laura ha detto:

    Ha più attrezzi…..
    Anche se, di attrezzi, pure nell’amministrazione ce ne sono parecchi

  14. Antonio ha detto:

    TUTTI A BLATERARE CONTRO IL SINDACO E IL CONSIGLIO ? NESSUNO CHE CHIEDA PUBBLICAMENTE DI DIRE VOCE X VOCE CHE COSA COMPONGONO QUESTI DEBITI FUORI BILANCIO? SPAGNUOLO NON TE L’AVEVA ORDINATO NESSUNO DI METTERTI CANDIDATO! ADESSO O CHIARISCI PUNTO X PUNTO QUESTA VORAGINE E CHI BENEFICIA DI QUESTO BUCO?
    SEMPRE LE SOLITE BANCUPOLE LEGATE AL NUSCHESE ???? UNO è DOVUTO A DEPORRE A PALERMO ! QUEST’ALTRO SANTONE CHE HA PORTATO I + GRANDI FALLITI D’ITALIA IN IRPINIA STATE ANCORA AD OSANNARLO ? ALLORA DI CHE VI LAMENTATE ? IL POPOLO è SEMPRE DI + L’IMMAGINE DEL CANE DI POMPECELLA: CHIAGNE E FOTTE ! TORNATEVENE A CASA VOSTRA , PRIMA CHE INCOMINCIANO LE SCORRIBANDE DEL 5 DEL MATTINO !!!!!

  15. nati' ha detto:

    chi sperava di non dover pagare il conto dopo le elezioni è solo un’illuso………il peggio è alle porte ,poveri noi onesti cittadini

  16. godo ha detto:

    abbiate la dignità di essere scannati in silenzio senza piagniucolare! siete gli stessi che hanno votato il monaco che vi ha distrutti! non avete un palazzetto dello sport, un campo di calcio serio, una piscina comunale, un centro sociale per i giovani, non c’è internet nemmeno nella biblioteca ciomunale, non avete un….fatevi un giro in provincia e vedete come state rovinati….a nusco i de mita li hanno cacciati fuori attraverso il nipote, quello buono) e ve li siete presi voi…..pagliacci fatevi scannare in silinzio almeno ora recuperate dignità! questi aministratori cosa fanno nella loro vita privata?! bene fanno lo stesso anche in quella pubblica! bene che volete ora! state in silenzio date fastidio alla gente con dignità!

  17. Dux Mea Lux ha detto:

    Prima e trase pane e casa,roppo trasuti pane piruto.
    Jativenne a casa.
    Ave ragione o’Professore Lello,pè mezzo vuosto e re vuosti compari mò ciamma venne a casa che ammo accattato cò tanta sacrifici pè paià e riebiti ro vuosti e quilli che stati facenno.
    On Rafaele riceva:”Quanno o Re fa è cazzi suoi a popolazione se ne more”

  18. oscar ha detto:

    aldilà delle incompetenze…disattenzioni totali da parte di chi invece idovrebbe rappresentare il popolo ed ascoltare quello a cui andremo incontro!!e comm’ ce vulimm’ salva’

  19. uno che paga le tasse ha detto:

    Naturalmente saranno sempre i soliti a pagare mentre coloro che non pagano continueranno a non pagare e il famoso deficit non verrà mai colmato. Perchè non vengono resi noti ai cittadini onesti i nominativi degli ATRIPALDESI che non pagano la Tarsu, l’IMU ecc. Facciamo conoscere alla popolazione i soggetti che non pagano…. vedrete che sorprese. Immagino quanta “POVERA” gente fa parte di questo gruppo di “NON PAGATORI”…….. Qualche commerciante, qualche artigiano e perchè no anche qualche professionista. Vogliamo controllare se tutte le abitazioni sono accatastate regolarmente? Non ci sta niente da fare…. il lupo perde la coda ma non il vizio!!!!!! STAMMO INGUAIATI!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *