alpadesa
  
Flash news:   Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto L’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Salsano condannato in primo grado dal Tribunale di Avellino Sbanda con l’auto e abbatte una palma. Foto Ignoffo: «Tre punti fondamentali, ma abbiamo sofferto fino alla fine» L’Avellino corsara con il Picerno: terza vittoria consecutiva Nozze Donnarumma-De Maio, auguri Il Circolo Amatori della Bici finalmente a braccia alzate Incendio a Pianodardine, scattano i divieti. Il sindaco di Atripalda firma l’ordinanza

Luminarie di Natale, ieri sera incontro al Comune

Pubblicato in data: 9/11/2012 alle ore:09:22 • Categoria: ComuneStampa Articolo

luminarie-2011-via-fiumeSi è tenuto ieri sera al Comune un primo incontro tra l’assessore al Commercio, Antonio Iannaccone e i commercianti per un confronto sulle iniziative legate al periodo di Natale. L’incontro utile tra l’altro per definire l’organizzazione delle luminarie natalizie, in modo che l’abbellimento delle luci sia omogeneo nelle principali strade del centro città per un migliore impatto visivo per cittadini e visitatori.
«Il confronto avviato con i commercianti proseguirà lunedì sera – spiega l’assessore Iannaccone punta a garantire la miglior riuscita di tutte quelle iniziative che si vogliono prendere durante i festeggiamenti di Natale. Stiamo lavorando ad un cartellone unico di eventi con i consiglieri Aquino, Barbarisi e Pascarosa». L’obiettivo è di rendere più accogliente Atripalda in modo da invogliare i cittadini a spendere nei negozi atripaldesi. In piazza potrebbe essere allestita nuovamente la pista di pattinaggio sul ghiaccio mentre nelle previsioni dei promotori ci potrebbe essere anche l’organizzazione di due mezze notti bianche con i negozi aperti fino a tardi. Un modo per tentare di risollevare le sorti del commercio cittadino e invogliare i cittadini a comprare i regali natalizi.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 risposte a “Luminarie di Natale, ieri sera incontro al Comune”

  1. nati' ha detto:

    regalateci un sogno

  2. musica vera ha detto:

    tre gatti e un cane questi eravamo.

  3. aldo ha detto:

    ANCORA FESTE!!! MA SCUSATE MA IL DEFICIT DELLE CASSE COMUNALI IL SIGNOR IANNACCONE SE LO DIMENTICA?? DICONO CHE HANNO AUMENTATO L’IMU PER IL DEFICIT ,IL SINDACO HA FATTO TUTTA NA RELAZIONE PUBBLICATA PURE DA QUESTE PAGINE, MO SI PARLA DI ILLUMINARE LE STRADE??? MA CON I SOLDI DI CHI ASSESSORE IANNACCONE?? SE DEI COMMERCIANTI NON CI INTERESSA, MA SE DEI CITTADINI E DELLE CASSE COMUNALI, PER NOI BASTANO LE LUCI URBANE DEI LAMPIONI ,NESSUNO CITTADINO TI AUTORIZZA A SPENDERE SOLDI PER QUESTE COSE, IN UN MOMENTO DI CRISI COME QUESTO, SE VOGLIONO ILLUMINARE LE STRADE PER ATTIRARE ACQUIRENTI, I NEGOZIANTI METTESSERO MANO ALLE LORO TASCHE E NON ALLE CASSE COMUNALI!!!!!!!!!!!!!!!GRAZIE

  4. Nappo Carmela ha detto:

    Sono d’accordo per quello che ha detto aldo pero’ non debbono fare la pista sul ghiaccio quest’anno. Prima dicono che non ci sono i soldi, poi aumentano l’Imu e poi vogliono fare le feste! Non sono d’accordo, come disse il famoso Totò: e io pago!!!!!!!!!

  5. nati' ha detto:

    fai che fai non fai che non fai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *