alpadesa
  
Flash news:   Scontro ieri nel Consiglio comunale straordinario di Atripalda: ok al riconoscimento del debito fuori bilancio di oltre un milione di euro legato ad espropri di terreni in via San Lorenzo. Foto Coronavirus, sospese le gare di basket del prossimo turno Capuano: “domani contro la Paganese vincere per salvarci” Inchiesta scuole, al via l’incidente probatorio con il Ctu nominato dal Gip per verifiche di vulnerabilità sismica sull’”Adamo” e “Masi”. Il sindaco: “attendiamo serenamente che si facciano queste ulteriori valutazioni” Furto aggravato e rapina ad Atripalda e Monteforte, i Carabinieri arrestano un 40enne Coronavirus, summit in Prefettura: tamponi anche all’ospedale “Moscati”. Spena: “niente improvvisazioni” Calcio, l’Abellinum gioca ma vince l’Olympic Sospeso il taglio del filare di pioppi di via San Lorenzo ad Atripalda dopo le polemiche e un incontro di ieri all’Utc Coronavirus, ordinanza del sindaco Spagnuolo: “quarantena per chi viene dalle zone focolaio del Nord Italia” Forza Italia, nominato il nuovo commissario provinciale di Avellino: Fulvio Martusciello subentra a Cosimo Sibilia

Primarie centrosinistra, incontro ad Avellino venerdì 23 novembre con i senatori Morando e Tonini promosso dal coordinamento provinciale pro Matteo Renzi

Pubblicato in data: 21/11/2012 alle ore:11:00 • Categoria: Politica, Partito DemocraticoStampa Articolo

matteo-renzi-adessoIl coordinamento provinciale di sostegno a Matteo Renzi, organizza un importante evento per la chiusura della campagna elettorale delle primarie del centro-sinistra del 25 Novembre 2012.
Ad Avellino presso il circolo della stampa venerdì 23 novembre alle ore 18:00 ci sarà un dibattito discussione legato alla presentazione del libro “L’ Italia dei Democratici, Idee per un manifesto riformista” nel quale il Sud sia reale protagonista”.
Per questo abbiamo scelto la data simbolo del 23 novembre, a 32 anni esatti dal terremoto dell’Irpinia della Basilicata, vogliamo offrire un discorso nuovo per l’Unità del Paese, che passa necessariamente attraverso il riscatto del Sud. In un mondo globale in cui gli schemi economici sono ridisegnati sotto il segno della società della conoscenza e dell’informazione bisogna tornare ad investire sulla qualità del lavoro e sul lavoro di qualità proprio al Sud. Proprio qui dove la precarietà economica è ancor più insopportabile perché il lavoro nero rende precaria persino la libertà. Noi crediamo che il Sud, puntando su coraggio, modernità, tradizione e conoscenza possa invertire un’antica rotta disegnata da coloro che hanno governato a Roma e nelle nostre terre. La speranza è quella della fiducia nelle potenzialità e nelle capacità che la Storia ci consegna. Una Storia grande e importante, da difendere e da rimettere a frutto senza che nessuno si senta escluso. Perché la questione meridionale è questione nazionale. Non perché qui si vinceranno o perderanno le elezioni, ma perché con le nostre teste e con la nostra libertà sarà l’Italia a vincere. E qui si salva il Paese, qui si ricostruisce l’Italia.
Gli autori, sen. Enrico Morando e il sen. Giorgio Tonini offriranno un importante riflessione per ripartire con un nuovo sprint democratico, per ricalibrare la politica democratica.
La serata servirà inoltre a delineare le idee alla base della campagna elettorale di Matteo Renzi per le primarie in attesa delle votazioni di domenica e saranno presenti amici e compagni del Pd, i comitati per Renzi dei comuni della Provincia di Avellino, associazioni e società civile.

Il coordinatore provinciale
Salvatore Antonacci

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *