alpadesa
  
domenica 22 settembre 2019
Flash news:   Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO

I comuni non pagano: Irpiniambiente sospende il servizio di raccolta rifiuti. Stamattina riunione in Prefettura, Guidato cerca di mediare

Pubblicato in data: 4/12/2012 alle ore:15:53 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

raccolta-rifiuti-bloccata-ad-atripaldaUn buco nei conti che tocca quota 40 milioni di euro. Una cifra da capogiro per Irpiniambiente. I comuni continuano a non pagare per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e la società provinciale è in una situazione economica difficile. Di qui la decisione di adottare la linea dura nei confronti della amministrazioni morose: da ieri la società pubblica provinciale ha infatti sospeso il servizio di raccolta dei rifiuti nei comuni morosi, tra cui Atripalda.
Stamattina  è stato subito convocato un tavolo tecnico in Prefettura.  Il prefetto Umberto Guidato ha chiesto ad IrpiniAmbiente di revocare l’interruzione del servizio. La società della Provincia domani comunicherà la decisione. All’incontro presente anche il sindaco di Atripalda, Paolo Spagnuolo. Il Comune del Sabato è inadempiente e deve alla società 2 milioni e 889mila euro e su questo importo chiede un piano di rientro.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 risposte a “I comuni non pagano: Irpiniambiente sospende il servizio di raccolta rifiuti. Stamattina riunione in Prefettura, Guidato cerca di mediare”

  1. Antonio ha detto:

    QUA LA GENTE LE BOLLETTE L’HA PAGATE, I SOLDI DOVE SONO FINITI ? O QUESTI CHE CI SONO ADESSO OPPURE QUELLI DI PRIMA DOVREBBERO FARSI IL NATALE A BELLIZZI ! BASTA CON QUESTA PORCHERIA DI MODO DI AMMINISTRARE I COMUNI ! JATIENNE A CASA è TOGLIETEVI DAI PIEDI SE NON SIETE CAPACI DI AMMINISTRARE !

  2. astro di natale ha detto:

    Non solo mo si prendono pure i soldi dellImu che andremo a pagare a dicembre, caro sindaco Spagnuolo, sappi bene a prescindere se le colpe sono tue o dei tuoi predecessori, con l’anno nuovo quando ci manderranno le bollette della Tarsu cioe’ a munnezza!!! te le rispediremo indietro con raccomandata con ricevuta di ritorno, mo inizieremo la campagna informativa in merito a cio’ e le modalita’ di come fare, perche’ dopo aver pagato in media 350 euro di Tarsu a teschio pe ogni famiglia adesso siamo alla frutta!!!!!
    con soldi pagati teniamo strade sporche e munnezza accartastata per natale ci avete fatto un bel regalo voi e questa gentaglia di Irpinia Ambiente, ste mediazioni non ci servono, ci servono i carabinieri che vi portino a Bellizzi e vi fanno fare natale in gattabuia.
    P.s. una nota per il direttore gentilmente non tagliate l’articolo perche’ va inserito con tutta la naturalezza del caso grazie

  3. astro di natale ha detto:

    Ma scusate il reinserimento, ma sti soldi per cosa li avete utilizzati??? per giullarte, avete detto di no perche’ li ha mandati De Mita Junior, per le altre attivita’ e sembra di no, allora veramente se li sono fregati i vostri predecessori??? se e’ cosi denunciateli mandateli in galera se voi siete piu’ puliti di loro, senno siete come loro pure voi belli!!!!!!!!!!!!!!!

  4. nati' ha detto:

    la mia rabbia viene dal fatto che io le bollette le pago e vedere sotto casa cumuli di spazzatura non è il massimo. E domani ci sara’ pure la rai con sereno variabile,che brutta figura

  5. THE CLASH ha detto:

    IRPINIAMBIENTE FUORI!!!!!! PER I SOLDI CHE IRPINIAMBIENTE HA PERCEPITO FINORA DALLE BOLLETTE SALATE DA NOI CITTADINI PUNTUALMENTE PAGATE, ATRIPALDA DOVREBBE BRILLARE DI PULIZIA PURE LA NOTTE E INVECE SI PERMETTONO DI BLOCCARE IL SERVIZIO QUESTI DI IRPINIAMBIENTE. COSA C’ENTRA IL COMUNE IN QUESTO CASO??? CHE C’ENTRA MO’ GIULLARTE CA’ MUNNEZZA????

  6. mastrolindo ha detto:

    questi amministratori non servono a niente. Stanno vendendo tutto il patrimonio immobiliare del Comune.
    Ma non lo sapevano dei debiti che esistevano. Anzichè candidarsi veniva un commissario prefettizio.
    Da quando si sono insediati non si è visto una sola novità, hanno solamente aumentato Irpef e Imu.

  7. clamorosoalcibali ha detto:

    lascio a voi i commenti….che allo stato delle cose sembrerebbero superflui…….già è da verificare la legalità di una tassa che secondo recenti disposizioni della Cassazione non prevederebbe l’iva al 21%, e quindi l’iva percepita finora andrebbe restituita ai contribuenti perchè illegittimamente intascata dai comuni, poi si dimentica in fretta che qualche anno fa questi signori che anche oggi amministrano (in parte) ci fecero pagare anche una maggiorazione, portando l’aumento della tarsu al 70 %……..ma quando la facciamo la presa del palazzo ….. ci volevano i commercialisti per finire di far guai……. atripaldesi svegliatevi o non rimarranno nemmeno le ceneri …..e non fidatevi di chi si ammanta di trasparenza e rettitudine: sono i peggiori…….!!!!!!
    e andatelo a spiegare ai cinquestellini cosa è Irpinia Ambiente che fanno i “masti” senza sapere l’abc sull’argomento rifiuti………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *