alpadesa
  
domenica 17 febbraio 2019
Flash news:   I lupi cadono a Sassari Valle del Sabato, presentato dalle associazioni il dossier sull’inquinamento: “dati preoccupanti” Festa nel pub di Solofra con Fabrizio Corona: blitz di Carabinieri e Finanza Il Pd riparte ad Atripalda, l’assessore Palladino: «Stasera abbiamo dimostrato che non siamo pochi quelli che hanno a cuore la rinascita». FOTO Atto vandalico allla targa degli Scout, Antonio Evangelista: «Ci auguriamo che sia l’azione di uno sciocco, ma quella frase scritta fa male» Atto vandalico alla targa del Gruppo Scout Agesci Atripalda 1: ricoperta da scritte offensive Lutto Picone, addio al papà del vice comandante dei vigili Sabino Cinema Ideal, sul futuro restano le distanze tra eredi e Comune. Il sindaco: «proviamo insieme se c’è la volontà di collaborazione a dar vita ad un polo culturale. Io non accantonerei la legge Franceschini» Brutto incidente sulla Variante: centauro in gravi condizioni Vucinic: “amareggiati e dispiaciuti ma fare tesoro degli aspetti positivi”

Riordino province, Avellino salva grazie all’emendamento Viespoli

Pubblicato in data: 7/12/2012 alle ore:20:25 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

palazzo-provincia-con-il-tricoloreIrpinia e Sannio non saranno accorpate grazie a due emendamenti presentati in Commissione Affari Costituzionali dai senatori Viespoli e Pistorio. Salve insomma le province di Avellino e Benevento. Il primo emendamento, depositato da Pasquale Viespoli introduce una deroga e sostituisce il comma 2. Il secondo, presentato dal senatore Pistorio introduce la deroga per i territori montani. Benevento e Avellino restano due dunque due province autonome. L’emendamento introdotto da Viespoli prevede infatti che il “riordino non si applica alle Regioni in cui una sola provincia non è in possesso dei requisiti minimi”.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Riordino province, Avellino salva grazie all’emendamento Viespoli”

  1. Nappo Carmela ha detto:

    Be io credo a quello che vedo, solo chiacchere ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *