alpadesa
  
Flash news:   Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto

Giovedì sera presentazione del calendario “Burundiamo”

Pubblicato in data: 11/12/2012 alle ore:15:12 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

burundiamoGiovedì sera alle ore 20.00 presso il complesso Parrocchiale di Contrada Ischia ci sarà la presentazione del calendario Burundiamo, l’associazione Onlus di fondata da padre Jean Claude Ndayishimiye, diocesano missionario originario del Burundi e viceparroco della Parrocchia di San Ippolisto. La mission dell’associazione di volontariato è quelle di porre in essere insieme a tante famiglie, giovanni, e fedeli una migliore qualità di vita per la  popolazione del Burundi adoperandosi per fornire istruzione ed assistenza sanitaria a tutti i bambini e bisognosi e alle loro famiglie. Lo scopo di Burundiamo non è solo quello di assistere la popolazione ma creare di creare opportunità per rendere autonopersonale e l’autostima delle persone attraverso progetti di formazione e di sviluppo.I principi ispiratori su cui si basa lo statuto della nostra associazione sono:• La tutela dei diritti dei bambini del Burundi e delle loro famiglie;
• La non discriminazione;
• Lo sviluppo, l’integrazione sociale e le pari opportunita’ della popolazione burundese.
Il perseguimento di questi principi e’ la finalita’ unica della nostra attivita’ associativa.
Ma per conseguire tale finalita’ l’associazione “Burundiamo” si e’ posta 3 ambiziosi obiettivi da realizzare nei prossimi 3 anni:
1. L’individuazione di 320 famiglie all’interno delle 4 parrocchie di Bururi che saranno affiancate da agronomi e da suore volontarie per una formazione ed un programma di miglioramento delle rese delle aree agricole coltivate. A tal proposito, con le offerte raccolte in Italia e’ stato gia’ acquistato un frantoio, abbiamo acquistato a un trattori usato. Il frantoio e’ funzionante due giorni a settimana perche’ la mancanza di energia elettrica quotidiana limita l’ultilizzo e la resa dello stesso. Occorrerebbe quindi garantire la continuita’ dell’energia elettrica per l’utilizzo a pieno regime di tale apparecchiatura.
2. L’avvio di programmi di formazione per la pastorizia finalizzati all’allevamento di bovini, suini ed ovini;
3. La costruzione di un edificio che fungera’ da scuola – centro di formazione e polo di aggregazione per la comunita’ per insegnare alla popolazione tecniche di coltivazione e di allevamento nonche’ mestieri correlati che possano concorrere allo sviluppo sociale del paese.
L’associazione “Burundiamo” non aspira al raggiungimento di un alto tenore di vita della popolazione ma sicuramente desidera garantire un miglioramento della qualita’ della vita stessa di queste persone che oggi si trovano a lottare con la fame e a promuoverne un’autonomia che possa restituire loro la dignita’ morale di essere umano.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *