alpadesa
  
domenica 22 settembre 2019
Flash news:   Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO

Lutto nel mondo del teatro, ad Atripalda l’ultimo saluto a Mico Galdieri

Pubblicato in data: 18/12/2012 alle ore:22:17 • Categoria: CronacaStampa Articolo

chiesa-del-carmineSi sono celebrati ad Atripalda domenica mattina i funerali di Mico Galdieri, la sua città di origine. Pioniere del teatro, attore, regista, impresario e produttore di spettacoli.
A dargli l’ultimo saluto nella chiesa del Carmine, parenti ed amici.
Nonostante la sua attività artistica l’avesse portato lontano a Parigi, Città del Messico, Buenos Aires, New York, Brasile, Berlino, Francoforte, Australia, lui Atripalda non l’ha dimenticata. Ed è proprio qui che ha voluto essere sepolto. Una cinquantina di persone ad attendere l’arrivo della salma da Napoli dove si è spento sabato scorso all’età di 79 anni.
Un pioniere del teatro, attore, regista, impresario, produttore di spettacoli celebri come “La gatta Cenerentola” e “Masaniello”.
Come presidente dell’Ente Teatrale Italiano nel luglio 2002 si è prodigato per la “valorizzazione e diffusione della cultura e delle attività di danza“.
Sarà ricordato anche a Napoli nella prossima seduta del consiglio comunale con una commemorazione dell’assessore Antonella Di Nocera.
«La comunità del teatro e dello spettacolo e il mondo della cultura perdono una figura di grande rilievo – si legge in una nota – una personalità’ di straordinaria visione che ha attraversato il tempo del teatro della città’ fin dagli anni Sessanta, con uno sguardo intuitivo verso i nuovi talenti e con il coraggio di accettare le sfide. Artista egli stesso, regista e attore, poi produttore, a lui si devono importanti messe in scena e spettacoli e la scoperta di grandi talenti oggi attori e registi affermati della storia teatrale della città».
Ha lavorato tra gli altri anche con il Grande Eduardo nella «Scarpettiana» al fianco di Eduardo De Filippo. Anche questa una scommessa del teatro di ricerca così come la «Gatta Cenerentola» e le grandi produzioni al fianco di Roberto De Simone.
La sua principale attività nel mondo del cinema è quella di filmmaker ma come interprete tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione nel film ISA 9000 (2001) di Angelo Serio.
Oltre al ruolo di interprete Mico Galdieri ha lavorato come assistente alla regia nel film drammatico di Francesco Rosi “Lucky Luciano” (1973)

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *