alpadesa
  
Flash news:   Furti ad Atripalda, lettera aperta al comandante generale dei Carabinieri della Campania: “perché avete deciso di depotenziare la Caserma Eugenio Losco?” “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere” Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata

Scuola, protesta di alunni e genitori del liceo atripaldese contro il possibile accorpamento della sede distaccata di Altavilla con l’istituto di Cervinara. Al vaglio anche l’unione tra il Circolo didattico cittadino e la scuola media “Masi”

Pubblicato in data: 24/1/2013 alle ore:10:30 • Categoria: Attualità

liceo-scientifico-atripaldaProtesta di genitori ed alunni contro il possibile accorpamento della sede distaccata del liceo atripaldese di Altavilla con l’istituto di Cervinara.
Sono scesi in piazza ieri mattina, protestando davanti alla sede della Provincia di Avellino, gli alunni del liceo scientifico di Altavilla, sede distaccata del liceo statale «V. De Caprariis» di via Appia (foto), per contrastare il paventato accorpamento con la sede di Cervinara che risulterebbe sottodimensionata. La notizia circolata da giorni sulla riorganizzazione del sistema scolastico irpino con un possibile accorpamento della sede di Altavilla con quella di Cervinara, per consentire a quest’ultima di mantenere l’autonomia, sta agitando non poco gli alunni ed i genitori degli iscritti al liceo di Altavilla. Un «no» legato a motivi logistici e di abitudine ma anche ad un’offerta formativa comune che lega da decenni Atripalda con la sede di Altavilla. «I genitori vorrebbero restare con la sede di Atripalda – spiega il preside del liceo atripaldese Giovanni Basso -. Per la nostra sede nulla cambia, ma c’è una storia che lega le due cittadine, una certa tradizione che lega le due comunità scolastiche che non si sentono una costola staccata. C’è una continuità didattica. Sono stati sempre con noi, sanno di essere tenuti in grande attenzione verso quella sede. Non può essere solo un freddo calcolo numerico ma si tiene conto della realtà. Certo ci sarebbe un problema sul numero del personale Ata in caso di separazione, perderemmo qualche unità. Ai genitori ho chiesto di comportarsi con moderazione. Gli alunni hanno minacciato anche di presentare tutti i nulla osta».
Il liceo atripaldese conta ben due sedi distaccate: oltre Altavilla con circa 80 alunni c’è la sede di Solofra con circa 200 alunni per un totale di 840 alunni. La scuola atripaldese, tra l’altro, ha incassato poche settimane fa il sì della Comunità Europea ad un progetto sul fotovoltaico ed adeguamento palestra per circa 700mila euro. Ora si attendono i fondi.
Altro possibile accorpamento nella cittadina del Sabato, questa volta auspicato però, è quello tra il Circolo Didattico di Atripalda e la Scuola Media «R. Masi» di via Manfredi per dar vita ad un Istituto Comprensivo che veda unite la scuola dell’Infanzia, la Primaria e la scuola secondaria di Primo grado. Anche qui l’accorpamento è dovuto perché la scuola media risulta sottodimensionata, con soli 320 alunni. «E’ un proposta che l’Amministrazione comunale ha avanzato all’amministrazione provinciale – spiega il dirigente scolastico Elio Parzialeche a sua volta la presenterà al Consiglio regionale che dovrà deliberare. Si potrebbe così arrivare ad un Istituto Comprensivo di circa 1300 alunni».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Un corso di Street Art alla scuola media Masi di Atripalda

La Street Art entra in classe e arriva alla scuola Media "Raffaele Masi" di via Pianodardine con un corso voluto Read more

Napolitano e Giannini premiano docenti e alunne della media Masi, la soddisfazione del sindaco Spagnuolo

"Due notizie provenienti dalla scuola media Masi mi inorgogliscono come primo cittadino e le cito in ordine rigorosamente temporale. La Read more

Gli alunni della scuola media Masi premiati domani da Napolitano

I giornalisti in erba della scuola media "Raffaele Masi" premiati per gli elaborati contro la violenza sulle donne domani da Read more

Concorso “Penne & Video Sconosciuti”, premiati i giornalisti in erba della scuola media Masi. Mercoledì 5 settembre sorteggio per la formazione delle classi

La scuola media "Raffaele Masi" (foto) di via Pianodardine ad Atripalda vincitrice al concorso di giornalismo "Penne & Video Sconosciuti" Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Scuola, protesta di alunni e genitori del liceo atripaldese contro il possibile accorpamento della sede distaccata di Altavilla con l’istituto di Cervinara. Al vaglio anche l’unione tra il Circolo didattico cittadino e la scuola media “Masi””

  1. errico ha detto:

    Ma che cambia agli studenti se la sede di Altavilla va con Cervinara? Non è forse vero che essi devono pensare solo e solamente a studiare per il proprio futuro? Questa è la rovina della scuola italiana. E’ vero che gli scioperi e le proteste sono dei diritti da garantire, ma se non ci fossero io non dubiterei della migliore formazione scolastica.

  2. nati' ha detto:

    a parlato il profeta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *