alpadesa
  
sabato 23 novembre 2019
Flash news:   Torna il Consiglio comunale ad Atripalda, seduta venerdì 29 novembre. Ecco l’ordine del giorno “Festa dell’albero”: studenti, istituzioni e comunità montana insieme. Foto Maturità 2020, si cambia ancora: via le tre buste per l’orale e torna il tema di storia Condanna della Corte dei Conti per i tre ex dipendenti infedeli del Comune di Atripalda Il Consorzio A5 acquista nove defibrillatori per i servizi per la prima infanzia Laurea in Scienze della Comunicazione, auguri alla dottoressa Francesca Trezza Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto

Convegno Anci e Fondi Europei al Comune: agli Enti locali il compito di attivare un partenariato aperto con la società civile attraverso trasparenza e progetti di qualità. Guarda Video Interviste e Foto

Pubblicato in data: 5/2/2013 alle ore:23:55 • Categoria: Comune, Video intervisteStampa Articolo

convegno anci fondi europei 2014-2020Promuovere un partenariato aperto tra enti locali e società civile per attingere con trasparenza e progetti di qualità ai Fondi Europei 2014-2020. Se ne è discusso ieri mattina nella sala consiliare del Comune di Atripalda durante il convegno promosso dall’Anci Campania. «Fondamentale la coesione per individuare le linee di sviluppo e avvalersi della nuova progettazione europea basata sull’innovativo modello partecipativo in cui il ruolo dei Comuni sarà quello di catalizzatore di contributi da associazioni e organizzazioni di categoria», il dottor Alessandro Coppola dell’Anci Campania spiega gli obiettivi da conseguire per non vedere di nuovo la Campania poco protagonista nell’intercettazione dei fondi europei. «Dobbiamo guardare avanti e non al passato poco esaltante – interviene il relatore esperto di Public Management, ing. Roberto Formato -, c’è bisogno di una prospettiva diversa in cui si affermi il principio di un partenariato proficuo e aperto alla società civile contraddistinto dalla trasparenza dei processi. Il nuovo ciclo di programmazione sarà aperto e non più generato nel chiuso di uffici attraverso il contributo di risorse tecniche e intellettuali limitate». Una presenza fortemente voluta anche dal Segretario comunale del Comune Clara Curto per sensibilizzare al nuovo ruolo dell’ente tutti i soggetti che potenzialmente possono interagire attraverso un contributo fattivo. L’obiettivo dell’Anci è, quindi, quello di informare e al contempo educare tutti gli attori coinvolti chiamati ad assumere un ruolo partecipativo attivo nell’ambito dello sviluppo locale: «La nuova programmazione presenta innovazioni essenziali proposte dal Ministro Barca per superare i problemi attuali – continua Formato -. Raccogliendo dalla comunità idee e proposte finalizzate al miglioramento della qualità della vita e di opportunità per le imprese gli enti locali dovranno svolgere il ruolo di convegno anci fondi europei 2014-2020partenariato attivo per mobilitare le energie della società civile e destinare le risorse alla realizzazione di infrastrutture e assicurare i servizi primari dei diritti di cittadinanza».
Un modello proposto dalla Commissione Europea che ha coinvolto sindaci e rappresentanti di diversi Comuni irpini tra cui Avellino, Mercogliano, Tufo, Contrada, Nusco, Monteforte Irpino, Senerchia, Taurano, Roccabascerana, Parolise, San Potito Ultra ed inoltre gli Ordini Professionali dei Commercialisti e dei Consulenti del Lavoro, la Cassa Edile e la Confcommercio di Avellino. «I fondi strutturali rappresentano l’ultima grande occasione di sviluppo per gli enti locali per migliorare la vivibilità dei territori e dare impulso positivo all’economia – interviene il sindaco di Atripalda, Paolo Spagnuolo -. Il fatto che siamo ancora inseriti nell’area Obiettivo Uno dei Comuni del Mezzogiorno è indicativo del cattivo uso fatto dei fondi fino ad oggi a causa di un’eccessiva burocratizzazione, tempi lunghi per l’erogazione dei fondi e scarsa informazione degli enti pubblici unita al sottodimensionamento dell’organico per cui, spesso, gli Utc non hanno la possibilità di approfondire i progetti così come richiesto dall’Unione Europea. Ma ora i Comuni assumono un ruolo nuovo di coordinamento che dovrà passare per un concorso aperto di idee».

[flv width=”250″ height=”200″ image=”https://www.atripaldanews.it/video/convegno anci.jpg”]https://www.atripaldanews.it/video/convegno anci.flv[/flv]

convegno anci fondi europei 2014-2020convegno anci fondi europei 2014-2020convegno anci fondi europei 2014-2020

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Convegno Anci e Fondi Europei al Comune: agli Enti locali il compito di attivare un partenariato aperto con la società civile attraverso trasparenza e progetti di qualità. Guarda Video Interviste e Foto”

  1. Luca ha detto:

    Avrebbe detto Enrico Ameri: “spalti gremiti al limite della capienza”
    Io aggiungo:cambiate mestiere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *