alpadesa
  
domenica 17 gennaio 2021
Flash news:   Arriva la proroga ad Atripalda per la presentazione della domanda per l’accesso ai voucher alimentari Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Attentato intimidatorio, pressing sul sindaco delle opposizioni. Landi: ”il tavolo in Prefettura doveva chiederlo lui” Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze” Molestie al prete di Atripalda: condannati gli autori Nuovi parcometri ad Atripalda, l’opposizione “Noi Atripalda” boccia il bando: «un spreco per la città» Coronavirus, un nuovo contagio ad Atripalda Bomba carta alla Formaggeria, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo: “atto vile, bisogna lavorare in sinergia. L’Amministrazione dia vita ad iniziative culturali forti” La formaggeria riapre a 24 ore dal raid, Luca: “Siamo forti, andiamo avanti come se nulla fosse”

Casa di Adele, solidarietà ai lavoratori dal delegato ai Servizi sociali Musto: “ma il Comune non ha responsabilità”

Pubblicato in data: 11/2/2013 alle ore:17:12 • Categoria: Comune

mustoLavoratori senza stipendio alla comunità terapeutica residenziale “Casa di Adele”, il consigliere delegato ai Servizi Sociali del Comune di Atripalda, Dimitri Musto, a seguito delle notizie pubblicate sulle proteste dei dipendenti che non ricevono lo stipendio da  mesi, esprime solidarietà ma chiarisce: “Protesta legittima ed esprimo solidarietà ai lavoratori sia personale, in qualità di delegato ai Servizi Sociali, che a nome dell’Ente. Tuttavia tengo a precisare che il Comune di Atripalda non ha alcuna responsabilità sul mancato pagamento degli stipendi. Come ente siamo infatti impossibilitati a poter risolvere la vertenza che riguarda l’Asl di Avellino. Infatti come Comune abbiamo soltanto anni fa concesso la struttura in comodato gratuito e la nostra parte è solo questa”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 risposte a “Casa di Adele, solidarietà ai lavoratori dal delegato ai Servizi sociali Musto: “ma il Comune non ha responsabilità””

  1. Nappo Carmela ha detto:

    Spero che il consigliere Musto possa fare qualcosa per aiutare i ragazzi della casa di adele ciao

  2. Paolo ha detto:

    Il consigliere Musto avrebbe fatto miglior figura ad esprimere solo la solidarietà ai lavoratori e ad impegnarsi (almeno di facciata) a sottoscrivere la situazione dei dipendenti presso le sedi competenti. Ma sostanzialmente a Dimitri interessa solo specificare che la sua amministrazione non c’entra ed è pura e candida! Ma siate seri!!

  3. emilio ha detto:

    complimenti Dimitri.

  4. nati' ha detto:

    la solidarietà non sfama

  5. Civico ha detto:

    Della serie: tanto per dire che esisto.
    Con questa dichiarazione i lavoratori, dopo otto mesi senza stipendio, metteranno a tavola pranzo e cena accompagnati dal classico dolce carnevalesco: le chiacchiere. Ma consigliere, almeno dire che il Comune farà il possibile per risolvere la questione sarebbe stato un peso? Evidentemente non sa che la struttura, non solo è proprietà del Comune, ma esiste per una precisa volontà politica di alleviare il disagio sociale e questo può significare qualcosa nei confronti dell’ASL e della Provincia, o no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *