alpadesa
  
sabato 23 novembre 2019
Flash news:   Torna il Consiglio comunale ad Atripalda, seduta venerdì 29 novembre. Ecco l’ordine del giorno “Festa dell’albero”: studenti, istituzioni e comunità montana insieme. Foto Maturità 2020, si cambia ancora: via le tre buste per l’orale e torna il tema di storia Condanna della Corte dei Conti per i tre ex dipendenti infedeli del Comune di Atripalda Il Consorzio A5 acquista nove defibrillatori per i servizi per la prima infanzia Laurea in Scienze della Comunicazione, auguri alla dottoressa Francesca Trezza Intervento straordinario al campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie e per infiltrazioni nella chiesa madre Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto

Politiche, intervista a Valentina Paris (Pd) eletta alla Camera dei Deputati

Pubblicato in data: 26/2/2013 alle ore:12:00 • Categoria: Politica, Le interviste di AtripaldaNews, Partito DemocraticoStampa Articolo

valentina-paris1Ha atteso i primi dati sullo scrutinio del Senato e dell Camera presso il coordinamento provinciale del PD in via Tagliamento. Un pomeriggio di emozioni altalenati quelli per la neo deputata atripaldese Valentina Paris, segnato dalla gioia per gli instant pool all’amarezza poi per le prime proiezioni a livello nazionale. Ma poi sul volto di nuovo la felicità quando la coalizione guidata dal segretario Bersani si è trovata di nuovo in vantaggio a Palazzo Madama. A questi si è aggiunto l’esultanza per il dato raccolto dal partito in provincia di Avellino. Per lei dal 15 marzo, giorno dell’insediamento, l’impegno sull’anticorruzione e sul lavoro da portare a Roma.
Il Pd primo partito in Irpinia, un risultato atteso?
“Un dato buono. Il Partito democratico ha dimostrato in questa città e in questa provincia di essere l’unico partito in grado di raccogliere il consenso degli elettori. Di questo ne siamo ampiamente soddisfatti. E chiaro purtroppo che sappiamo che non basta l’Irpinia per cambiare l’Italia ma sappiamo di poter partire da una buona base”.
Un successo anche nella città capoluogo nonostante i numerosi addii degli ultimi giorni
“Sicuramente, ma era quello che ci aspettavamo come gruppo dirigente. Soprattutto perché tutto il gruppo consiliare, al di là del sindaco, ha scelto di voler continuare a rappresentare il Partito democratico”.
Dalle prime proiezioni a livello nazionale emerge però una maggioranza chiara alla Camera ma non al Senato. Come se ne esce:
“Intanto c’è da sottolineare il caos comunicativo di questo pomeriggio (ieri ndr.) Abbiamo passato ore tra le 15 e le 16 con i dati che erano completamente discordanti tra le proiezioni e quelli forniti dal ministero. Per cui abbiamo vissuto con un po’ di schizofrenia tutta la situazione. Adesso siamo impegnati ovviamente a superare il fatto che tutti abbiano fatto campagna elettorale contro il Partito democratico. Noi invece abbiamo cercato di restare in campo con proposte serie, pacatezza ed onestà. Certamente non si potrà andare al voto senza prima ripartire da una nuova legge elettorale. Un impegno che deve riguardare tutti”.
In Campania le proiezioni danno un vantaggio del centrodestra sulla coalizione di centrosinistra che potrebbe compromettere l’elezione al Senato dell’uscente Enzo De Luca.
“Stiamo aspettando ancora il dato definitivo, poi si dovrà fare una valutazione con il partito regionale. Ci sono però due livelli di ragionamento differente. Uno legato al fatto che la provincia di Avellino è l’unica provincia in cui il Pd tiene alla Camera e al Senato ed anche in Campania 2. Per cui è evidente che all’interno del confronto della componente regionale si faccia presente del risultato che Avellino ha portato al Pd. Poi per quanto riguarda le nostre scelte territoriali, bisogna prendere atto che il Pd è l’unico partito in città. Il resto per ora è noia mentre altre aggregazioni sono ancora da verificare e costituite da individualità che non sono collettive ma personali. Noi siamo invece un partito”.
La lista Rivoluzione Civile di Ingroia ha drenato voti al Pd?
“Mi sembra invece che sia un risultato senza infamia e senza lode”.
Terza forza invece il Movimento 5 Stelle di Grillo, se lo aspettava?
“Già un anno fa discutendo sostenevo che quella non poteva essere considerata l’antipolitica, ma lì forse c’era una domanda di politica. E noi forse siamo stati distratti. Per cui sicuramente c’è un risultato che colpisce per la forza che aveva già manifestato prima nelle piazze ed adesso anche nelle urne. Ora c’è l’esigenza di capire quale sarà la risposta della politica a livello nazionale”.
Quale sarà il primo impegno da deputata del Parlamento?
“Il primo impegno lo abbiamo ribadito tante volte in questa campagna elettorale, fare una legge contro la corruzione. Qui c’è da lavorare tanto. E poi al centro dell’impegno ci sarà il tema del lavoro così come detto in passato”.
Che cosa infine porterà a Roma dell’Irpinia?
“Credo che la provincia di Avellino, anche rispetto ai dati che emergono, rimane quella che più di altri in questa regione fa scuola di politica. Questo è uno degli insegnamenti a cui chiunque deve rimanere legato se vuole avere uno stile che non è urlato, non è ipercritico, non è di contrapposizione ma di costruzione di proposta politica. Noi siamo stati educati a questo fortunatamente per chi ha avuto la possibilità di vivere in un partito e non viene da famiglie facoltose, da parenti illustri ma invece è abituato alla militanza e alla costruzione di soluzioni collettive”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 risposte a “Politiche, intervista a Valentina Paris (Pd) eletta alla Camera dei Deputati”

  1. nati' ha detto:

    complimenti valentina

  2. Appia Atripalda ha detto:

    Complimenti Onorevole Valentina, sono contento auguri e buon lavoro per il futuro dei giovani e pensionati….

  3. N ha detto:

    Visto che hai vinto fatti vedere per Atripalda ciao

  4. dylan dog ha detto:

    orgoglio per me che sono atripaldese fino al midollo e vivo lontano da atripalda
    vale ti auguro quanto meno di seguire le orme di alberta
    sei e sarai un vanto per chiunque ami atripalda nonostante i difetti e i suoi pregi
    in bocca al lupo vale, e attenta…. i diritti delle donne sono importantissimi nella societa’ attuale. datti da fare, sei giovane e senza preimpostazioni (almeno spero)….
    a roma, orgoglio di irpinia……

  5. THE CLASH ha detto:

    Tutti a leccare ora che è diventata di fatto parlamentare…ma che schifo!!!!

  6. nati' ha detto:

    qua nessuno lecca ci stiamo solo congratulando per il successo ottenuto da una giovane e ne siamo orgogliosi

  7. Bix ha detto:

    Ti sei sistemata! Vorrei vedere se per il “bene” dell’Italia non ti riduci lo stipendio e le prebende di cui godrai. Una che per lavoro nella vita ha fatto…..”praticamente nulla”. Eri la pupilla della de Simone e vai a ringraziarla dei voti che hai ottenuto. Non cambierà mai nulla in questo schifo di paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *