alpadesa
  
Flash news:   Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Incidente lungo l’Ofantina, auto sbanda e si ribalta Scuola a rischio, nota del sindaco e del delegato ai lavori pubblici: «La doverosa iniziativa della Procura non ci sorprende né ci preoccupa ma stimolo sull’impegno intrapreso» Scuole a rischio, avvisi di garanzia a sindaco e tecnici comunali Vincenzo Aquino chiama le Misericordie irpine ad una svolta storica Atripalda Volley, domani presentazione ufficiale nella Sala Consiliare di Atripalda “Ripianti-Amo”, cinque nuovi alberelli in Piazzetta degli Artisti al posto di quello rubato. Foto

La Pro loco Atripaldese prepara la XVII Via Crucis del Venerdì Santo. Aperte le partecipazioni

Pubblicato in data: 4/3/2013 alle ore:10:56 • Categoria: Attualità, CulturaStampa Articolo

via crucisCome da tradizione Venerdì Santo 29 marzo ritorna la XVII edizione della Via Crucis, la rievocazione storico-religiosa della passione di Cristo organizzata dalla Pro Loco di Atripalda.
L’Associazione sta lavorando duramente anche quest’anno per dare vita ad una delle manifestazioni più sentite dagli Atripaldesi. L’evento sarà un momento di raccoglimento e meditazione in preghiera sulle orme del Calvario di Gesù , un insieme di riflessioni legate al mistero della Passione del Cristo, ma allo stesso tempo una spettacolare rappresentazione artistica che dà voce a ragazzi, uomini e donne. Le suggestioni create dall’ambientazione, l’illuminazione, i brani di musica sacra e classica intercalati da letture sacre tratte dal testo “Quid est veritas?” di Matteo Claudio Zarrella e lo spirito di collaborazione, renderanno possibile il ripetersi della suggestiva Via Crucis vivente di Atripalda che porta i fedeli e chi vi partecipa a riscoprire il valore della meditazione, della ricerca e del folklore locale.
La manifestazione partirà alle 20.00 e quest’anno, per la prima volta, la piazzetta adiacente piazza Garibaldi sarà teatro della scena dell’Ultima Cena.
Sul Sagrato della Chiesa di S. Ippolisto M. gli abili interpreti della compagnia del Clan H, l’atripaldese Pellegrino Giovino, come da antica tradizione familiare nel ruolo di Gesù Cristo e il padre, Enrico, nei panni del Cireneo, metteranno in scena il processo intentato dal Sinedrio ebraico a Gesù Cristo. La processione, con i soldati romani e i popolani in costume d’epoca, si snoderà lungo le vie del centro storico fino ad arrivare alla ripida salita che porta alla collina di San Pasquale. Qui la tragedia ha il suo epilogo con l’emozionante crocifissione del Cristo accanto ai due ladroni ed infine la solenne deposizione del Nostro Redentore.
Chiunque voglia partecipare alla manifestazione può venire presso la sede in via Roma 154, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *