alpadesa
  
Flash news:   Oggi 24 gennaio si festeggia San Francesco di Sales patrono dei giornalisti Incidente sotto la galleria del Monte Pergola: due feriti A Catania lupi sconfitti per 3-1 “Alvanite Quartiere Laboratorio”, l’Amministrazione affida incarico professionale per adeguare il progetto alla variata normativa energetica Vittoria in trasferta per la Scandone: battuta per 71-82 la Stella Azzurra Roma Autovelox, psicosi tra gli automobilisti per le nuove postazioni lungo il Raccordo mentre sulla Variante il Comune incassa altre sconfitte dal Giudice di Pace Aggiudicato l’appalto dei lavori per l’ampliamento del ponte delle Filande lungo il torrente Fenestrelle ad Atripalda: progetto anti alluvioni Avellino: raggiunto l’accordo con il centrocampista Nicolas Izzillo Calcio, goleada con l’Intercampania Si completa il restyling di Parco delle Acacie ad Atripalda con un secondo lotto di lavori. Antonacci: «Tempi brevi in vista dell’accorpamento del mercato»

Cud 2013, i pensionati Inps ed ex Inpdad non lo riceveranno più a domicilio. Assistenza presso il Centro Cisl di via Aversa

Pubblicato in data: 5/3/2013 alle ore:09:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

caf-logo-new

L’INPS, con circolare n. 32/2013, ha comunicato che non spedirà più a casa il Cud. La legge di stabilità 2013, che ha goduto dell’ultima fiducia bipartisan, comporterà infatti un vero e proprio disservizio a danno di chi è titolare di una pensione a carico dell’INPS e quindi anche per quelli della gestione Inpdap o ex Enpals. Il famigerato provvedimento ha, infatti, stabilito che gli enti previdenziali non dovranno più stampare e spedire la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, pensione e assimilati, ma la rendano disponibile in modalità telematica. È solo prevista la facoltà per il pensionato di richiedere la trasmissione del CUD in forma cartacea.
I cittadini potranno visualizzare e stampare il proprio Cud direttamente dal sito dell’ente utilizzando il codice identificativo Pin, che potrà essere chiesto online, tramite Contact Center o presso le Agenzie territoriali dell’Inps. Ai cittadini in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata CEC-PAC, noto all’Istituto, il CUD sarà recapitato alla casella PEC corrispondente. Com’é noto, la casella PEC si può chiedere gratuitamente attraverso i servizi disponibili sul sito www.postacertificata.gov.it. I cittadini, che hanno comunicato all’INPS un indirizzo di posta non certificata, saranno informati via email della disponibilità del CUD sul sito dell’Istituto.

Ovviamente il cittadino, pensionati Inps ed ex Inpdap, ma anche lavoratori in cassa integrazione, mobilità o in disoccupazione, potranno avvalersi per l’acquisizione del CUD, anche presso un Centro di assistenza fiscale (Caf) della Cisl al quale dovrà conferire specifico mandato.
Ad Atripalda è possibile rivolgersi presso la sede di via Aversa, muniti di un documento di riconoscimento e del codice fiscale, per ottenerne una copia.
Il Centro Caf Cisl riceve tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 17 alle ore 19.

Il responsabile
Maurizio De Vinco

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Cud 2013, i pensionati Inps ed ex Inpdad non lo riceveranno più a domicilio. Assistenza presso il Centro Cisl di via Aversa”

  1. sica ha detto:

    voi del sindacato dite sempre che fate gli interessi dei lavoratori, mo vi vorreste far pagare anche questo altro aborto provocato dal governo Monti???

  2. Civico ha detto:

    Noto che è stata rettificata la frase che asseriva di rivolgersi presso il Caf Cisl – come se fosse una prerogativa di questo sindacato – sarebbe stato opportuno specificare che questo servizio è erogato senza nessuna spesa da tutti patronati sindacali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *