alpadesa
  
Flash news:   L’ Atripalda Volleyball batte Martina e consolida il settimo posto Oggi il Giorno della Memoria per non dimenticare la tragedia della Shoah Non basta Micovschi, finisce 1-1 col Picerno Torna nella chiesa la tela offerta in dono nuziale. Foto “Verità per Giulio Regeni”: a quattro anni dalla scomparsa restano ancora ombre Pista di pattinaggio per il Natale ad Atripalda, dopo le polemiche sui social per il contributo del Comune il gestore Sergio Argenio si difende La Scandone Avellino battuta da Citysightseeing Palestrina per 57-60 Tributi, il Comune di Atripalda “citofona” agli evasori e morosi: approvati i ruoli per il recupero di Imu, Tasi e Tari Alvanite, lite tra vicini: assolti dall’accusa di lesioni aggravate alla testa con fornetto a microonde e percosse Alberto Alvino dona alla chiesa di Santa Lucia di Serino il quadro nel ricordo di don Antonio Pelosi

Eccellenza, la Scafatese cala il settebello contro Atripalda e mister Carullo rassegna le dimissioni

Pubblicato in data: 6/3/2013 alle ore:15:52 • Categoria: Sport, CalcioStampa Articolo

rolando carulloL’Atripalda di mister Rolando Carullo cede di schianto in trasferta a Scafati contro la Virtus. Sette a zero il finale per i padroni di casa. A segno sono andanti il capocannoniere del torneo di Eccellenza Balzano (2 volte) e Cirillo. Doppiette anche per Ferrentino e Del Grande.
L’Atripalda resta penultima in classifica del girone B mentre mister Carullo, dopo la pesante sconfitta, rassegna le dimissioni. La squadra biancoverde è stata affidata all’allenatore delle Juniores, Biaggio Coscia.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *