alpadesa
  
Flash news:   Ordinanza per regolamentare l’accensione dei fuochi per smaltire i residui vegetali: ecco le prescrizioni da seguire. Multe in caso di inosservanza Lavori abusivi eseguiti in fondo archeologico di Atripalda, due persone denunciate dai Carabinieri Forestale Atripalda Volley, partenza lanciata: battuta 3 a 1 la Sacs a Napoli Giovedì 31 ottobre IX edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano” Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto

Casa di Adele, la Cisl Fp: “L’Acli si assuma responsabilità, non venga a fare demagogia”

Pubblicato in data: 18/3/2013 alle ore:21:27 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

prefettura-av  circolo stampaIl tavolo in Prefettura del 14 marzo è stato insoddisfacente e non per la mancanza di soluzioni possibili ma per l’ancoraggio più o meno forte delle parti alle proprie rispettive ragioni, ignorando il senso proprio dell’incontro, ossia la conciliazione, letteralmente l’accordo, l’armonizzazione tra le distinte tesi, preludio alla concertazione nobile e produttiva. Tutti i partners (ASL, Consorzio, Comune, Acli) hanno espresso soddisfazione per il progetto de La Casa di Adele, ne hanno riconosciuto l’utilità ancora attuale, seppure da inquadrare, gioco-forza, nella discutibilissima legislazione in vigore. Allora facciano di più! Ad oggi è sincero l’impegno di ognuno a collaborare per progredire? Secondo noi c’è ancora un esile margine; di certo, inasprire i rapporti e autoreferenziarsi, per riprendere le parole dell’ing. Florio, non è un buon viatico – riferisce il Segretario Generale CISL FP Doriana Buonavita. Al management e ai lavoratori tutti inoltre, si invita a riflettere, volenti o nolenti, che se vogliono continuare ad identificarsi nei loro ruoli devono ricordare di essere elementi dipendenti l’uno dall’altro, che sono parte di un unica indivisibile entità che è l’Azienda. Paragonandoci forzatamente ad una famiglia, è noto come lo sfascio traumatico di essa rappresenta sempre la sconfitta di tutti i componenti; per il bene delle sane famiglie e al contempo dei singoli infatti, ognuno soccorre e si fa soccorrere quando necessita, con trasparenza, umiltà, rispetto e riconoscimento reciproco. I lavoratori fino ad oggi sono venuti in soccorso e sono ancora disposti a farlo, ma da soli non possono; hanno sostenuto la quota capitale aziendale indebitandosi singolarmente ed è ora che, seppur progressivamente, sia l’azienda Acli ad assumersi direttamente questo rischio e questo onore – è la considerazione della RSA CISL Ilario Ferrara. La CISL FP e i propri iscritti fin dalla fine deludente dell’incontro in prefettura hanno fatto quadrato per ritrovare lucidità, coraggio e azione propositiva mantenendo vivi i contatti con l’Asl e l’Azienda, per non far svanire nel nulla le potenzialità venute fuori dal tavolo istituzionale di conciliazione. L’Azienda pare abbia capito, se ben si legge il senso della richiesta d’immediato incontro con le organizzazioni sindacali fissato per domani martedì 19 alle ore 18:00, che non c’è più tempo per indugiare e che solo un suo sostanziale e tangibile impegno propositivo può evitare di inasprire i rapporti con l’innalzamento di barricate. La Cisl FP nella veste che è propria dei sindacati, si propone interlocutore utile a ricercare le soluzioni che tengano in giusto conto le ragioni dei lavoratori rifiutando il ruolo di cieco difensore di ragioni di parte. Ma sia chiaro, non saremo mai dei portavoce, ma seri e duri, se sarà il caso, partecipanti alla partita. L’Azienda non venga a fare demagogia e promesse vane. Questa è un’opportunità che abbiamo stimolato con favore, ma non venga ad offendere la nostra disponibilità e quella dei lavoratori. La CISL FP si lega al vincolo di avere programmazioni serie, credibili e verificabili per la regolarizzazione del pagamento delle spettanze stipendiali future e pregresse. Ma si sottolinea se non fosse chiaro, che ai lavoratori va data la possibilità di un immediato respiro: non hanno margini per affrontare l’adesso più che l’oggi” conclude il Segretario Generale CISL FP Doriana Buonavita.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *