alpadesa
  
Flash news:   Lavori abusivi eseguiti in fondo archeologico di Atripalda, due persone denunciate dai Carabinieri Forestale Atripalda Volley, partenza lanciata: battuta 3 a 1 la Sacs a Napoli Giovedì 31 ottobre IX edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano” Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale

Sidigas Hs Atripalda, dopo la sconfitta di Padova la formazione di Totire si gioca tutto mercoledì in gara 5

Pubblicato in data: 7/4/2013 alle ore:22:59 • Categoria: Sport, Pallavolo Atripalda, PallavoloStampa Articolo

libraro-attacco-padovaCi vorrà la sfida spareggio per decretare chi tra Sidigas Hs e Tonazzo Padova meriterà l’accesso alla semifinale Linkem Cup di serie A2. Prestazione incolore dei biancoverdi al Palafabris. La rimonta casalinga di mercoledì scorso è un lontano ricordo. Squadra in apnea e dopo il primo set Atripalda non torna più a galla, come sette giorni prima i bianconeri – privi di Vedovotto squalificato – dominano incontrastati. Scappaticcio, alle prese con una brutta influenza, è aggregato solo all’ultimo minuto al gruppo. Il suo impiego rende il primo set equilibrato fino al 23 pari, poi i patavini piazzano un break (25-23) che in pratica chiude la contesa.

Già, perché nel secondo e nel terzo parziale la sfida “Padova – Atripalda” non sembra più un quarto di finale per l’A1, ma un amichevole d’inizio stagione con girandole di cambi alla ricerca di equilibri difficili.
Smaltita in tutta fretta la delusione, magari trasformandola in voglia di riscatto, Atripalda si gioca il tutto per tutto mercoledì sera alle 20.30 dinanzi ai propri tifosi. In palio in gara 5 c’è l’intera stagione con la possibilità di sfidare Sora in semifinale.
Ci vorrà un gran pubblico per far scoccare la scintilla mancata a Padova, in mezzo al campo, invece, servirà un’altra mentalità, fatta di determinazione e grinta mancati dinanzi alle telecamere Rai.
Prezzi popolari
Per il match dentro o fuori la società pratica un ulteriore sconto invitando gli sportivi irpini a gremire le tribune del Paladelmauro: il prezzo unico del tagliando d’ingresso è fissato in 5 euro (gratis fino ad 11 anni). La prevendita scatterà a partire dalle ore 18 di mercoledì (giorno di gara) presso l’impianto di via Zoccolari.
Conferenza Stampa
La conferenza di presentazione della sfida del 10 aprile è fissata per martedì 9 aprile alle 16.30 presso la sala stampa del palasport.
play-off-pallavolo
TONAZZO PADOVA – SIDIGAS HS ATRIPALDA 3-0 (25-23, 25-14, 25-13)
TONAZZO PADOVA: Leonardi 5, Volpato, Giannotti 14, Balaso (L), Rosso 12, Mattera 5, Garghella 9, Salgado 12. Non entrati Moretti, Bortolini, Pedron, Maniero. All. Schiavon.
SIDIGAS HS ATRIPALDA: Cazzaniga 10, Candellaro 6, Di Marco 1, Cortina (L), Scappaticcio 1, De Paola 10, Izzo, Libraro 4, Gabriele, D’angelo 4, Mrdak, Bassi. Non entrati Cavaccini. All. Totire. ARBITRI: Goitre, Simbari. NOTE – Spettatori 1859, incasso 2895, durata set: 30′, 22′, 23′; tot: 75′.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *