alpadesa
  
Flash news:   Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto

Innovazioni normative sul bilancio 2013, il professore Ricci: “Semplificazione normativa e sinergia sul territorio per far fronte alla riduzione dei trasferimenti statali”. Marotta: “Lo Stato faccia cassa abolendo l’inutile ente Provincia”. FOTO

Pubblicato in data: 15/4/2013 alle ore:23:59 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

convegno innovazioni normative bilancio 2013Semplificazione normativa, sinergia sul territorio, riduzione dei trasferimenti statali e abolizione dell’ente Provincia. Questi i temi dibattuti al convegno “Le innovazioni normative sul bilancio 2013: tributi locali, legge di Stabilità e argomenti finanziari correlati” tenutosi ieri mattina presso Palazzo di Città cui hanno preso parte diversi esperti economisti: «Stiamo vivendo un riformismo destabilizzante con una finanziaria che non porta a soluzioni strutturali – spiega il professore Paolo Ricci, Ordinario di Economia delle aziende e delle PA -. Per prevenire il dissesto occorre una solidarietà dal basso tra enti locali per creare convenzioni e unioni di Comuni e affrontare la guerra tra Stato e Comuni scatenata dalla drastica riduzione del trasferimento delle risorse e dal modo errato con cui sono costruite e applicate le norme. Siamo sommersi da articoli e commenti mentre occorrerebbe importare il modello legislativo anglosassone con poche e semplici norme facili da comprendere e soprattutto da applicare». L’esempio è il Decreto legge n°35 del 2013 relativo allo sblocco dei

convegno innovazioni normative bilancio 2013

pagamenti dei debiti delle pubbliche amministrazioni nei confronti delle imprese fornitrici: «14 tappe sono troppe per concludere il percorso, non è la tempistica adatta alle necessità delle imprese – sottolinea Ricci -. Gli enti locali devono fare sistema e superare le divisioni politiche e personali». Gremita la sala consiliare con circa 80 rappresentanti di enti comunali, giunti anche da fuori provincia, e oltre 200 commercialisti interessati agli aggiornamenti in materia del dottor Vittorio Capolupo, esperto di finanza locale e già dirigente del Co.Re.Co di Avellino, del dottor Pasquale Trocchia, dirigente della Divisione di Ragioneria della Prefettura di Avellino, del responsabile dell’Area finanziaria del Comune di Avellino, dottor Gianluigi Marotta, del presidente dell’Ordine dei Dottori commercialisti della Provincia di Avellino Francesco Tedesco e Angelo Miele del Direttivo di Anci Campania. All’incontro presenti anche il delegato al Bilancio di Atripalda Mimmo Landi, l’assessore Antonio Prezioso, il vicesindaco Luigi Tuccia e la consigliera Gianna Parziale. «Al di là dello sblocco dei pagamenti alle imprese non ci sono altre buone notizie – interviene Marotta – anzi per fine anno, con il passaggio dalla Tarsu alla Tares, ci sarà un incremento di tassazione in materia di rifiuti che il Comune applicherà ma che andrà nelle tasche dello Stato». E’ dalle Province, secondo Marotta, che lo Stato può attingere per fare cassa: «enti inutili cui sono destinate più risorse di quanto riescono a spendere per la collettività, come dimostrano questi 120 milioni di disavanzo, fondi che saranno destinati allo Stato quando le aboliranno». A fare convegno innovazioni normative bilancio 2013gli onori di casa, con la segretaria comunale Clara Curto, il sindaco Paolo Spagnuolo che sottolinea come per evitare il dissesto sia necessaria «più chiarezza da parte del Governo centrale. Dato che le amministrazioni comunali reggono il proprio bilancio sui tributi locali, non è possibile che in una situazione economica così difficile siamo a metà aprile non è ancora chiaro come funzionerà la Tares». Negativo il quadro economico del Comune di Atripalda: «lo scorso anno ho deliberato un disavanzo di 3 milioni e 750mila euro, quest’anno abbiamo già, con delibera di Giunta, chiuso il Consuntivo 2012 con un piccolo avanzo di amministrazione sulla competenza e siamo anche riusciti ad incidere sul disavanzo – precisa il sindaco -. Ma la strada è lunga e passa sostanzialmente per l’alienazione degli immobili e i tributi locali ecco perché è necessaria la massima chiarezza in convegno innovazioni normative bilancio 2013tempi brevi così che gli amministratori possano programmare i bilanci previsionali». Di contro c’è l’enorme liquidità presente nelle casse provinciali ricche di 120 milioni di euro: «abbiamo proposto la necessità di attingere a questo fondo, in assenza di motivi ostativi credo sia opportuno che la Provincia provveda alla redistribuzione di questo denaro tra i Comuni». Come sottolineato dal dottor Capolupo per il principio di sussidiarietà «le amministrazioni comunali sono le più vicine ai cittadini e quindi il sindaco diventa, in questo momento di difficoltà, l’ancora di salvataggio del cittadino – conclude il primo cittadino -. Non è possibile che lo Stato centrale sani il proprio bilancio penalizzando Comuni, Provincia e Regioni con tagli a trasporti e sanità penalizzando i servizi ai cittadini che si rivolgono poi ai Comuni a loro volta in grandi difficoltà dati gli scarsi trasferimenti erariali. Il Comune deve aiutare le famiglie indigenti ma rischiamo di essere più indigenti delle famiglie da aiutare».
convegno innovazioni normative bilancio 2013

convegno innovazioni normative bilancio 2013convegno innovazioni normative bilancio 2013convegno innovazioni normative bilancio 2013
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Innovazioni normative sul bilancio 2013, il professore Ricci: “Semplificazione normativa e sinergia sul territorio per far fronte alla riduzione dei trasferimenti statali”. Marotta: “Lo Stato faccia cassa abolendo l’inutile ente Provincia”. FOTO”

  1. francesco ha detto:

    un sacco di amministratori e di addetti ai lavori come sempre mancavano i nostri amministratori perche sembra sempre che il fatto nunnè o loro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *