alpadesa
  
Flash news:   Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto

Gli alunni del De Caprariis mercoledì a confronto con il procuratore Antonino Intelisano

Pubblicato in data: 21/4/2013 alle ore:21:22 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

manifesto-24-aprileMercoledì 24 aprile 2013, alle ore 10.00, presso la chiesa di S. Ippolisto ad Atripalda, gli alunni del liceo scientifico De Caprariis, incontrano Antonino Intelisano, Procuratore Militare Generale presso l’Alta Corte di Cassazione, nell’ambito di un convegno intitolato: “Può il delitto diventare diritto?…“. L’incontro conclude il progetto del POF dell’Istituto “Testimone del mio tempo” approvato dal Collegio dei Docenti e che ha avuto inizio nel mese di febbraio 2013 con la celebrazione della Giornata della Memoria. “Il tema della giornata ha come titolo “Può il delitto diventare diritto?”: l’obiettivo è quello di far riflettere i giovani su eventi che hanno visto come protagonisti cittadini italiani di tutte le età e di tutte le regioni, sul finire della Seconda Guerra Mondiale. Quegli eventi hanno segnato il destino e la memoria dei singoli e della nazione, ma hanno attraversato la storia italiana dagli anni quaranta fino ad oggi: il giudice Intelisano ha svolto un ruolo chiave nel rivelare al mondo non solo i fatti ma anche i personaggi che li hanno provocati, aprendo alla giustizia il cosiddetto “armadio della vergogna” e testimoniando agli italiani le tristi “stragi nascoste” perpetrate tra il 1944 e il 1945 in Italia e non solo”, affermano le docenti Adele Testa e Maria Antonietta Guerriero.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *