alpadesa
  
Flash news:   Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella Laurea Pierfrancesco Antonio Annuvolo, auguri

Fondi regionali: arresti domiciliari per il consigliere regionale Sergio Nappi

Pubblicato in data: 22/4/2013 alle ore:09:48 • Categoria: Cronaca

sergio-nappiTruffa ai danni dello Stato: con questa ipotesi di reato, sono state eseguite questa mattina due ordinanze da parte della Guardia di Finanza nei confronti dei consiglieri regionali della Campania, Sergio Nappi – arresti domiciliari – e Raffaele Sentiero – obbligo di dimora . Entrambi i politici sono stati eletti nella lista Noi Sud e Nappi è stato candidato alle passate consultazioni nazionali con il Mir di Samorì. L’inchiesta è condotta dal pm Giancarlo Novelli della sezione reati contro la pubblica amministrazione della Procura di Napoli e coordinata dal Procuratore aggiunto Francesco Greco. Secondo l’inchiesta della procura di Napoli, i due avrebbero usato per fini personali i fondi pubblici messi a disposizione dalla Giunta regionale per la comunicazione. Le fiamme gialle hanno riscontrato una serie di irregolarità. Nappi e Sentiero si sarebbero impossessati in maniera illecita rispettivamente di 31mila e 22mila euro. Gli inquirenti hanno rinvenuto, tra l’altro, una fattura presentata da Nappi per ottenere il rimborso che presenta una data addirittura anteriore alla sua elezione in Consiglio regionale. Tra le fatture presentate da Sentiero ne è stata rinvenuta una falsa rilasciata da un pregiudicato di Castel Volturno (Caserta) che in cambio avrebbe ricevuto 100 euro. Per lo stesso filone nei mesi scorsi erano stati iscritti nel registro degli indagati altri consiglieri regionali tra i quali Massimo Ianniciello che è agli arresti domiciliari.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Blitz Guardia di Finanza: dopo la Regione Lazio, trema anche la Campania

La Guardia di Finanza ha acquisito una serie di documenti presso la sede del Consiglio regionale della Campania al Centro Read more

GdF, il tenente atripaldese Alessio Alvino alla guida del Comando di Sant’Agata di Militello

Il tenente Alessio Alvino alla guida del Comando di Sant'Agata di Militello (Messina). Il giovane tenente atripaldese, 38 anni, sposato Read more

Impianti di distribuzione carburante irregolari, scattano i sequestri e le denunce delle Fiamme Gialle anche ad Atripalda

Nell'ambito di un vasto piano d'intervento predisposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino, per contrastare le frodi Read more

La cerimonia per il 238 anniversario dalla fondazione della Guardia di Finanza segnata dal saluto del comandante Imparato. Foto

La cerimonia per il 238 anniversario dalla fondazione della Guardia di Finanza segnata dal saluto del comandante Imparato. Nel Parco Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *