alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, si avvicina il contagio zero in Campania: uno solo il positivo oggi. In irpinia nessun contagio Coronavirus, oggi finisce il lockdown in Italia: 71 le vittime registrate nelle ultime 24 ore Parte lo screening epidemiologico per titolari e dipendenti delle attività commerciali di Atripalda, il sindaco: “il costo del primo test per ogni negozio è a carico del Comune, per gli altri prezzi agevolati” Coronavirus, su 198 tamponi nessun caso positivo in Irpinia oggi Coronavirus, 399 i guariti in Irpinia e 49 i comuni Covid Free Coronavirus, raddoppiano i casi di contagio (+318) ma scendono i decessi a 55 Festa della Repubblica, lettera di Idea Atripalda al Presidente Mattarella Il Comune di Atripalda torna a soccombere dinanzi al Giudice di Pace di Avellino, l’avvocato Aquino: «L’autovelox va posto in lockdown» Coronavirus, un nuovo caso in Irpinia: è di Casalbore Coronavirus, meno di 200 nuovi contagi e altre 60 vittime in un giorno

“Il Neorealismo nel cinema italiano”, il preside Angelo Festa presenta il nuovo libro

Pubblicato in data: 24/4/2013 alle ore:15:00 • Categoria: Cultura

angelo-festaIl Neorealismo nel cinema italiano” è il titolo dell’ultimo libro del dirigente scolastico avellinese Angelo Festa, edito da Il Papavero , che verrà presentato questo pomeriggio, alle ore 18, presso la sala convegni dell’Ipsia “Amatucci” di Avellino, in via Italia. A promuovere l’incontro il Centro Studi Cinematografici della Campania. L’occasione sarà per un dibattito sul ruolo del neorealismo nella storia del cinema che vedrà la partecipazione anche del noto regista irpino Pino Tordiglione, già autore del film di Rai Uno sulla beata Teresa Manganiello e un documentario sul critico e politico Francesco De Sanctis. “Il Neorelismo: una cultura ancora attuale?” su questo interrogativo dibatteranno, dopo i saluti del dirigente scolastico Maria Teresa Brigliadoro, il dottor Vincenzo Tino, consigliere nazionale del Centro Studi Cinematografici, Marco Marrapese, esperto di cinema ed infine il regista Tordiglione. Seguiranno poi le relazioni di don Gerardo Capaldo dell’Ufficio Diocesano delle Comunicazioni Sociali e dell’editore Donatella De Bartolomeis. Concluderà l’autore Angelo Festa. A moderare i lavori Alfonso Bruno, presidente regionale e consigliere nazionale del C.S.C.
libro-copertina“Neorealismo, movimento o scuola?” su questo non ha dubbi l’autore: “Definito da André Bazin “il cinema dei fatti” – spiega il preside Festa – si sviluppa in Italia e trova la sua massima espressione durante la II guerra mondiale e nel dopoguerra, attraverso la trattazione di momenti drammatici della resistenza, di atti di eroismo e di episodi della vita quotidiana legati da un messaggio di solidarietà umana e da uno spirito antifascista. Il grande Dino De Laurentiis lo definì il Cinema dei poveri e con Rossellini, De Sica, Visconti, Zavattini, Amidei, De Santis, Lattuada, Germi, Zampa, Fellini e tanti altri autori autonomi e creativi grazie anche alle talentuose interpretazioni di attori come Anna Magnani, Aldo Fabrizi, Silvana Mangano e Ingrid Bergman. Insegnò a fare cinema perfino agli americani e tanto lustro diede all’Italia nel mondo“.
Le illustrazione nel libro sono a cura dello scenografico Fabio Festa.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, Santa Rita senza processione nei versi di Gabriele De Masi

Santa Rita, anche senza processione, è sempre preghiera fervida di sincere donne penitenti e devote per l'intercessione dei casi difficili. Read more

Coronavirus, Santa Rita senza processione questa sera ad Atripalda

Atripalda si prepara a vvere in maniera silenziosa e più intima la giirnata dedicata alla "sua" santa custodita nella Chiesa Read more

Oggi si festeggia San Pasquale Baylon, niente processione ad Atripalda per il Covid-19. La preghiera al Santo delle donne in cerca di marito

Festeggiamenti sotto tono quest’anno in città in onore di San Pasquale Baylon, Patrono dei Congressi Eucaristici. Niente celebrazione solenne e processione Read more

Coronavirus, la Festa della Mamma al tempo della pandemia nei versi di Gabriele De Masi

Versi che provano a raccontare il nostro tempo, quello dell’emergenza Coronavirus. Tante mamme, le nostre passate e indimenticate. Le figlie, Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *