alpadesa
  
domenica 25 ottobre 2020
Flash news:   L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2 Sono 16.079 i nuovi contagi in Italia. Ad Atripalda i casi totali finora sono 16 Ordinanza coprifuoco Campania: operativa da venerdì 23 ottobre Coronavirus, 47 nuovi contagi in Irpinia

Un treno per Auschwitz, lo studente atripaldese Nino De Vinco tra i premiati con un viaggio nella terra della memoria

Pubblicato in data: 14/5/2013 alle ore:15:35 • Categoria: Cultura

liceo-scientifico-giornata-memoria-12

Conclusa l’iniziativa della Spi Cgil di Avellino, dal Cinecircolo RiCreaAzione e dall’associazione Proteo Fare Sapere “Un treno per Auschwitz”: tra i tre giovani premiati anche l’atripaldese Nino De Vinco (nella foto un momento della Giornata della Memoria presso la Chiesa di Sant’Ippolisto). In palio per un viaggio a Cracovia, nella terra della memoria per visitare il Campo di Concentramento e Sterminio di Auschwitz-Birkenau. Ai giovani studenti delle classi superiori era stato chiesto di produrre un elaborato scritto o multimediale dedicato all’Olocausto. “La memoria della Shoah: per riconoscere e contrastare il risorgere di pericolosi nazionalismi, razzismi e omofobie”, questo il tema sulla base del quale i ragazzi hanno elaborato poesie, articoli di giornale, saggi brevi e video multimediali,  “Visitare Auschwitz mi cambierà – commenta Nino, autore del filmato “Che chi dice no” – il mio lavoro è nato proprio dopo aver ascoltato la testimonianza delle sorelle Bucci, sopravvissute a quella drammatica persecuzione. Lo scopo del mio video è stato dimostrare che la persecuzione degli ebrei ha radici profonde utilizzate da Hitler a giustificazione del suo agire”.

Premiati:
Martina De Vito (V D Liceo Linguistico “P.E. Imbriani” di Avellino) con il viaggio studente – anziano sponsorizzato dallo Spi Cgil di Avellino;
Carlo Francavilla (V C Itis Dorso D’Agostino di Avellino) con il viaggio sponsorizzato dal Cinecircolo RiCreaAzione;
Nino De Vinco (V A Liceo Scientifico “De Caprariis” di Atripalda) con il viaggio sponsorizzato dall’associazione Proteo Fare Sapere.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *