alpadesa
  
Flash news:   Istituto Comprensivo di Atripalda di nuovo nella bufera, la componente genitori scrive al Ds per criticare la Dad e all’Amministrazione: «Chiediamo di assumere le posizioni dovute al ripristino degli equilibri» Coronavirus, un caso a San Potito: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Flash mob dei piccoli imprenditori e Amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il commercio ad Atripalda. Il sindaco: “attività di promozione del nostro territorio”. Foto Riparte il “Farmer Market” ad Atripalda: ieri mattina primo appuntamento dopo mesi di stop. L’assessore Musto: “mercatino in sicurezza”. Foto Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima” Stamattina torna il “Farmer Market” e nel pomeriggio flash mob di commercianti e amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il settore ad Atripalda

L’Associazione San Lorenzo nel nome della solidarietà, al via incontri ogni 10 del mese

Pubblicato in data: 6/6/2013 alle ore:09:25 • Categoria: Attualità

papa-francescoDon Geraldo Capaldo scrive a soci e amici dell’Associazione San Lorenzo, Diocesi di Avellino – Parrocchia SM Del Carmelo di Atripalda e annuncia un ciclo di incontri ogni 10 del mese. Primo appuntamento lunedì prossimo alle 19.

Si è svolto il 14 maggio il nostro secondo incontro, con la celebrazione della messa e un momento di riflessione. Si è quindi pensato di incontrarci tutti per la celebrazione della messa ogni 10 del mese. Il nostro prossimo incontro si svolgerà quindi lunedì 10 giugno alle ore 19,00 per continuare il discorso già iniziato.
La signora Trodella ci aveva sollecitati a rivolgere la nostra attenzione in modo particolare sulla grave crisi che il nostro Paese attraversa, inducendo intere famiglie a trovarsi in mezzo alla strada senza trovare alcun lavoro. Un discorso che non può essere escluso nel momento in cui veneriamo un Santo, che aveva assunto l’incarico di provvedere alle più urgenti necessità dei poveri, affrontando per questo il martirio.
Era comunque opportuno interrogarci anzitutto sulle finalità che potrebbe avere un’associazione che s’ispira a questo Santo e sulla possibilità di fare qualcosa che sia meglio di niente. Qualche amico infatti temeva che l’associazione potesse prestarsi alle speculazioni di molti falsi poveri, in un momento in cui più che di assistenzialismo c’è bisogno di una sincera conversione del cuore, perché il mondo ritorni a Dio.
Si è quindi precisato che si tratta oggi di problemi enormi per i quali i singoli fedeli spesso non possono fare quasi niente. Ognuno sa i fatti suoi e fa ciò che gli dice la sua coscienza, senza dare conto ai pettegolezzi della gente. Insieme, invece, si potrebbe senza dubbio fare qualcosa di più. E’ anzi proprio questo individualismo la causa di molti guai.
In tale senso la Chiesa di Avellino, come in quasi tutte le diocesi, si fa carico di alcune necessità, con la Mensa dei poveri, la distribuzione continua di pacchi alimentari e indumenti (anche ad Atripalda), i Centri di Ascolto, le segnalazioni di eventuali richieste di lavoro, particolarmente per le badanti.
Ed è ovvio che con un maggiore impegno si potrebbe fare molto di più. Non abbiamo alcun bisogno di nasconderci dietro al dito. E cosa può fare un’associazione che si riunisce nel segno della fede e riconosce il Cristo “nello spezzare il pane”? Si può fare molto, si è detto, affrontando anzitutto le cause principali dell’indigenza: l’isolamento, l’inesperienza, lo smarrimento, le “nuove povertà”…
Ma il discorso è solo agli inizi. Si è pensato intanto di conoscerci meglio, organizzando un pellegrinaggio a Roma il prossimo 30 giugno per incontrare Papa Francesco, visitare la famosa basilica di S. Lorenzo, trovare nuovi amici e nuove idee.Ne parleremo lunedì 10 giugno, ore 19,00.

Saluti a tutti, Don Gerardo

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
La Pro Loco atripaldese da Papa Francesco per la giornata dedicata alle UNPLI. Guarda le Foto

Anche la Pro Loco atripaldese da Papa Francesco (nella foto con la bandiera della Pro Loco di Atripalda) per la Read more

Amatori della Bici, bella prestazione alla Granfondo di Roma

Domenica scorsa, nella Capitale, è andata in scena la seconda edizione della Granfondo città di Roma. 5000 iscritti, 20 nazionalità Read more

Teatro, gli studenti del triennio di coreografia a Roma per omaggiare Gesualdo

Dopo il grande successo di pubblico e di critica, i ragazzi del Triennio in "Discipline Coreutiche tecnico-compositive" del Teatro "Carlo Read more

Papa Benedetto XVI si dimette dal Pontificato: “Lascio per il bene della Chiesa”

"Sento il peso dell'incarico, lascio per il bene della Chiesa", con queste parole Papa Benedetto XVI lascia il pontificato dal Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “L’Associazione San Lorenzo nel nome della solidarietà, al via incontri ogni 10 del mese”

  1. Marco Como ha detto:

    Buonasera,
    chi vi scrive vive ad Amaseno provincia di Frosinone, ed il nostro patrono è S. Lorenzo,
    Vorrei consigliarvi di passare ad Amaseno perché da secoli custodiamo la reliquia contenente il Sangue di S. Lorenzo che ogni anno il 10 agosto si liquefa, come quello di S. Gennaro a Napoli.

    Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *