alpadesa
  
Flash news:   Lavori abusivi eseguiti in fondo archeologico di Atripalda, due persone denunciate dai Carabinieri Forestale Atripalda Volley, partenza lanciata: battuta 3 a 1 la Sacs a Napoli Giovedì 31 ottobre IX edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano” Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale

Strappo al Comune, il capogruppo dell’Udc Domenico Landi attacca il sindaco e chiede una verifica ad horas

Pubblicato in data: 6/6/2013 alle ore:23:59 • Categoria: Politica, UdcStampa Articolo

mimmo-landi«Il sindaco dilata irresponsabilmente i tempi della crisi». A lanciare il nuovo j’accuse al primo cittadino è il capogruppo consiliare dell’Udc, Domenico Landi che contesta la scelta di Spagnuolo di convocare la verifica di maggioranza solo per mercoledì prossimo. «Se c’è una crisi che può paralizzare l’azione amministrativa uno si pone subito il problema e non lo si lascia scivolare. Si vede che il sindaco fa altre valutazioni politiche convocandoci solo dopo il ballottaggio di Avellino».
Lo scudocrociato chiede condivisione nelle scelte: «Più il tempo passa e più ci fa immaginare che le sue logiche appartengono al vecchio modo di fare politica – prosegue Landi -. Abbiamo posto una questione politica importante perchè il sindaco possa cambiare atteggiamento rispetto ai modi che ha utilizzato fino ad oggi non favorendo la collegialità e la partecipazione dei partiti che gli danno la possibilità di governare. Riteniamo che sia cosa buona e giusta coinvolgere le forze politiche che compongono la maggioranza in occasione delle scelte amministrative importanti che nell’organizzazione degli enti sovracomunali». Riunioni di maggioranza ogni quindici giorni, alternate ad una riunione dei capigruppo, sono i primi segnali che l’Udc si aspetta. «Sulla possibilità di superare la crisi questo non dipende da noi ma attendiamo proposte concrete e fattibili del sindaco. Fino a prova contraria Spagnuolo ha deciso di lasciare l’Udc, ma non per questo può pensare di poter rilegarci in una posizione di secondo piano. L’Udc merita un trattamento di apri dignità rispetto a tutti i partiti che compongono la maggioranza».
Sulla questione del voto al Consorzio dei Servizi A6, Landi chiarisce: «Chiediamo il rispetto delle intese o quanto meno la possibilità di sederci intorno ad un tavolo e capire quali sono le logiche che muovono lo strano atteggiamento del sindaco. Perchè se lui afferma che lo scenario politico è cambiato, è dovuto ai suoi trasformismi e non all’Udc. Rispediamo al mittente anche le accuse secondo le quali i componenti dell’Udc farebbero meglio a frequentare più la sede del Comune che non la segreteria provinciale, giacché l’unico che possiede il numero di telefono del presidente Ciriaco De Mita è il sindaco Spagnuolo e non altri. Inoltre con abilità mediatica ha fatto credere cose non vere: la prima che avrebbe preso solo posizionamento nella elezione al Consorzio per poi lasciare il passo ad altri, e questo non è possibile. Seconda cosa ha dichiarato di seguire l’andamento derivante dalle precedenti amministrazioni. Ma questa amministrazione si è posta come primo obiettivo la discontinuità rispetto al passato».
Landi infine non accetta che si possa intendere che l’Udc sia attaccata alle poltrone: «Abbiamo rimesso le deleghe rinunciando a tutti gli incarichi mentre l’unico che ha dimostrato l’attaccamento alla poltrona è stato proprio il sindaco».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 risposte a “Strappo al Comune, il capogruppo dell’Udc Domenico Landi attacca il sindaco e chiede una verifica ad horas”

  1. diogene ha detto:

    sig.landi una domanda: ma lei non era dello SDI,poi del PSI di Caldoro,poi della nuova dc dell’on.Rotondi,poi del partito dell’on.Pionati,poi del PDL ,ora dell’UDC?
    Dopo tanto viaggiare dovrebbe riposarsi.
    E poi quando il Sindaco legittimamente usò i suoi poteri per ignorare il PSI,perchè ,voi anime pie dell’udc,non avete invocato la pari dignita e la necessita di collegialità dei partiti nelle scelte amministrative? per ilPSI,forse non ere cosa buona e giusta perché Musto già era dell’UDC?
    sig.Landi a volte è meglio tacere che servire.

  2. malapolitica ha detto:

    Landi il peggiore in questa balorda amministrazione…..ma chi si crede di essere? ex di tutti i partiti, come Musto, l’unica cosa che sa proporre e disporre i massimali alle tasse comunali……badi lui ai suoi santi in paradiso….o pensa sempre, nella sua delirante arroganza, che qualcuno gli attribuisca un qualche valore politico alle sue parole……mi raccomando , che non ritiri le dimissioni

  3. Pino ha detto:

    dott. Landi sicuramente lei sta dando fastidio a qualcuno che rosica ancora…non si curi di questi fantomatici soggetti che fanno degli apprezzamenti evidentemente senza conoscerla lei ha avuto mandato da 250 elettori. Le persone che come me conoscono le sue qualità umane e professionali la esortano ad andare avanti. Da quello che leggo sii vede che qualcuno non conosce nemmeno la sua storia politica…
    Ora capisco quando dopo aver messo alla luce la disastrosa situazione economica delle casse comunali qualcuno ha iniziato a minare la sua figura e lei mi disse la seguente frase: caro Pino ricordati che l’invidia è la vendetta degli incapaci…

  4. oreste ha detto:

    che pessimo spettacolo mentre il paese soffre,le famiglie sono in difficoltà,voi mettete in crisi un amministrazione per un ,posticino in un cda.c’è solo da vergognarsi.

  5. simone ha detto:

    grande politico oltre che ottimo amministratore,la buonanima di Andreotti non era nessuno di fronte a questo sig.

  6. Vincenzo ha detto:

    L’unico LANDI bbuóno era Franco!

  7. malapolitica ha detto:

    pino sei sicuro che ha detto quelle esatte parole? ….. pino ma sei davvero pino, o pinuccio, o lo stesso Landi che la canta e se la suona? ahahahahahhahahahahahah

  8. Zuppetta ha detto:

    Caro assessore Landi, se avete un minimo di dignità dovete mollare il sindaco e far cadere l’amministrazione. Riprendere come se nulla fosse accaduto sarebbe vergognoso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *