alpadesa
  
domenica 20 ottobre 2019
Flash news:   Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto

Associazione Stravinsky, week end di concerti “SFrutta la Nota” gratuiti al Circolo della Stampa

Pubblicato in data: 12/6/2013 alle ore:10:08 • Categoria: CulturaStampa Articolo

arlia-fotoSabato 15 e domenica 16 giugno alle ore 19.00 presso il Circolo della Stampa sono previsti i primi due appuntamenti dei concerti “SFrutta la Nota” organizzati dall’Associazione Stravinsky di Avellino: durante il primo evento sarà possibile assaporare le Note del tango argentino di Astor Piazzolla e di temi famosi quali Il Postino di Bacalov e delle struggenti melodie di Gardel; la seconda serata protagonista invece sarà la Canzone classica napoletana con le conosciutissime pagine di Buongiovanni, Falvo, De Curtis, Tagliaferri, Di Capua, Gambardella, Costa e Tosti.
Il 15 giugno esecutori raffinati saranno Giuseppe Scigliano al bandoneon e Filippo Arlia, due giovani artisti calabresi che si stanno affermando in campo internazionale con la loro proposta in 2tTango.
Giuseppe Scigliano è un fisarmonicista classico (bayan), bandoneonista e didatta italiano.
E’ stato il primo diplomato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma sotto la guida del M° Massimiliano Pitocco. Ha studiato Composizione e Direzione d’ Orchestra con il M° Francesco Carotenuto ed ha frequentato corsi di perfezionamento in Italia ed all’estero con Massimiliano Pitocco, Wjatscheslaw
Semjonow, Matti Rantanen, Max Bonnay, Friederic Lips, Yuri Shiskin, Geir Draugsvol. Ha collaborato con nomi illustri del panorama musicale italiano e non come: Franco Piersanti, Nanni Moretti, Quartetto” Pessoa”, Gennady Rozhdestevensky, Marco Della Chiesa d’Isasca, Ezio Monti. Vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, ha suonato da solista e in varie formazioni da camera in numerosi teatri come il Teatro “San Carlo” di Napoli, il Teatro
“Belli”, il Teatro “Universal” e il Teatro “dell’Orologio” di Roma, il Teatro “Apollo” di Crotone, l’ Auditorium del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, il Teatro “Rendano” di Cosenza, Teatro “Anselmi” di Giardini Naxos (ME), la Concert Hall di Deventer (Netherland), il Dal 2007 affianca a quella concertistica un’intensa attività didattica: e’ docente di Fisarmonica Classica presso il Conservatorio di Musica “P. I. Tchaikovsky” di Nocera Terinese (CZ). Filippo Arlia, grazie alle sue singolari doti tecniche e virtuosistiche che ricalcano il modello del pianismo russo, si è guadagnato fin da subito i consensi e l’ammirazione della critica che lo ha definito Atleta del Pianoforte. Si diploma presso il Conservatorio “F. Torrefranca” di Vibo Valentia con il massimo dei voti, la Lode e la Menzione d’Onore sotto la guida di Antonella Barbarossa, acquisendo così i metodi e le tecniche della scuola pianistica della famosa didatta Lethea Cifarelli, allieva prediletta di Edwin Fischer. Ha suonato con numerose orchestre italiane e straniere, tra cui l’Orchestra da camera della Campania, l’Orchestra Polis Sinfonica di Vibo Valentia, l’Orchestra De Tineret de Cluj, la Cukurova State Symphony Orchestra di Adana, l’Orchestra Filarmonica “M. Jora” di Bacau, l’Orchestra Alfaterna, l’Orchestra del Festival dell’Aurora, l’Orchestra Filarmonica della Calabria. Nel 2006 inizia giovanissimo la sua carriera didattica insegnando pianoforte principale presso l’Istituto Superiore di studi Musicali “P. I. Tchaikovsky” di Nocera Terinese (CZ), dove oggi è ordinario di “Prassi esecutiva e repertorio”, “Orchestra e repertorio orchestrale” e “Metodologia dell’insegnamento strumentale” nei corsi di Laurea di I e di II Livello. È inoltre professore dei corsi di pianoforte dell’ Accademia Pianistica Internazionale “E. P. T. A. – Italy” (Roma/Londra). Il 16 giugno, invece, sarà la voce del soprano napoletano Antonella Palazzo accompagnata al pianoforte dal maestro Paolo Scibilia, ad allietare il pubblico di “SFrutta la nota” con le famose melodie napoletane di brani quali Palomma ‘e notte, Dicitincello vuie, Torna a Surriento etc. Gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti a sedere (entrata da 30 minuti prima dell’inizio dell’evento). “Sfrutta la nota” è realizzata con la collaborazione della Comunità Benedettina di Montevergine e della Biblioteca Statale di Montevergine a Mercogliano, con l’Ordine dei Giornalisti e Circolo della Stampa di Avellino, con la Biblioteca civica di Frigento. La direzione artistica è stata curata dai maestri Nadia Testa ed Alessandro Crosta.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *