alpadesa
  
Flash news:   Il Parco archeologico di Abellinum e la basilica paleocristiana di Atripalda interessati da lavori di pulizia straordinaria. Foto Giovani e lavoro, l’impegno di Alessia Castiglione (Fdi): “Eliminare tutti gli ostacoli alla creazione di occupazione e ricchezza” Regionali, il candidato Luigi Tuccia: «L’equità sociale e la salvaguardia dell’ambiente sono le sfide per realizzare il domani» Regionali, Carlo Iannace questa mattina incontra gli elettori di Atripalda Il colonnello Luigi Bramati nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino Presentata la Maglia Ufficiale dell’Us Avellino per la Stagione 2020/21 Serie B, Scandone: esordio con Pozzuoli il 15 novembre Serie C 2020/2021, ecco il cammino dell’Avellino Festeggiamenti Santo Patrono San Sabino Vescovo, oggi messe all’aperto in piazza Umberto I ad Atripalda Regionali, il movimento politico “Irpinia Adesso” al fianco di Alessia Castiglione (Fdi)

Raccolta differenziata, arrivano l’opuscolo e l’app per smartphone del consigliere del Pdl Strumolo

Pubblicato in data: 20/6/2013 alle ore:09:21 • Categoria: Pdl, Politica

app rifiuti strumoloE’ d‘obbligo una premessa, questa idea non è nata con lo scopo di sostituirmi ai compiti dell’Amministrazione né tanto meno “invadere” il campo del consigliere delegato, ma nasce esclusivamente per supportare il cittadino nella gestione della differenziazione dei rifiuti, che come tutte le attività ai primi passi, presenta grandi difficoltà operative.
Tra l’altro, ritengo che il compito primario di un amministratore ( a prescindere dal colore politico) è quello di rendersi “utile” alla comunità secondo le proprie capacità e il proprio bagaglio culturale, soprattutto nei momenti in cui la recessione economica, nella gestione della “cosa” pubblica, rende particolarmente difficile anche la quotidianità.
Il tutto nasce da una banale ma ripetitiva domanda: “Dove butto questo rifiuto?”. Una domanda postami spesso da familiari, amici e conoscenti. Allora perché non realizzare uno strumento che potesse aiutare nel piccolo a dare delle risposte esaustive?
Oggi la maggior parte della popolazione ha sempre con se uno smartphone, con cui interagisce per ogni necessità (email, sms, internet e applicazioni varie), quindi niente di più semplice che realizzare una applicazione gratuita per smartphone che in maniera semplice ed accattivante desse una risposta precisa alla famosa domanda che ci assilla ormai da un mese. Con una piccola spesa personale, la disponibilità di un gruppo di amici informatici e uno studio sullo smaltimento e recupero dei rifiuti in regione Campania sono riuscito a trasformare l’idea in realtà.
Non dovendo tralasciare, comunque, l’altra parte di popolazione che non conosce o, ancor meglio, preferisce non sottostare alle regole di un invadente telefonino, ho realizzato un piccolo vademecum cartaceo che in maniera più restrittiva elenca tutte le indicazioni di massima riportate nell’applicazione menzionata. Tale opuscolo è e sarà in distribuzione gratuita in alcuni esercizi commerciali, grazie alla disponibilità degli esercenti sempre attenti al proprio territorio.
L’applicazione può essere scaricata gratuitamente per gli smartphone android su Google Play cercando Atririfiuti e per gli smartphone iOS su APP Store di Apple con lo stesso nome Atririfiuti.

N.B. Su Google Play è già scaricabile mentre su app store occorrono ancora un paio di giorni in quanto l’applicazione è in fase di autorizzazione da parte della APPLE, notoriamente più lunga e complessa rispetto a GOOGLE.

Massimiliano Strumolo – Pdl

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 risposte a “Raccolta differenziata, arrivano l’opuscolo e l’app per smartphone del consigliere del Pdl Strumolo”

  1. stattiacasa ha detto:

    va bene .. ora tutte le casalinghe di atripalda si compreranno uno smarthphone , e la sera finalmente consultando la tua app. sapranno finalmente che munnezza buttare …….. dio mio aiutaci tu .

  2. altavilla irpina ha detto:

    o primo bidone vuoto che trovati buttatevi dentro sia voi della minoranza che il sindaco e i suoi assessori

  3. Nappo Carmela ha detto:

    si la raccolta differenziata si deve fare, pero’ per buttare le televisioni e i computer bisogna chiamare un numero verde 3 vengono a prenderli ciao

  4. Alessia ha detto:

    Per parità di sistemi esiste anche Window phone 8, sarà anche’ gratuito ma va ad okkupare spazio di memoria e tempo negli aggiornamenti quindi spreco e consumo di giga, e attivo il sito dizionariorifiuti consultabile in qualsiasi momento e postazione pc con internet facilità molto per ki non e molto pratico di ultime generazione e bastava un pdf scaricabile di piu’ facile consultazione visto ke internet ad Avellino e provincia e molto lento non e attivo 4G “LTE”.L’Idea e buona ma più per un futuro più avanti.

  5. monica ha detto:

    DOVRO’ ISRIVERMI ALLA LUIS O ALLA BOCCONI PER NON INCORRERE IN ERRORE ??? SIAMO SICURI CHE QUESTA STRANA RACCOLTA DIFFERENZIATA NON SERVE A CONTROLLARE I CITTADINI COSA CONSUMANO, COSA SPENDONO, IN PRATICA A FARCI I CONTI IN TASCA ! MA SOTTO QUALE BANDIERA STIAMO? SI STA CALPESTANDO UN DIRITTO SACROSANTO DEI CITTADINI , DELLA PERSONA UMANA, VORREI SAPERE CHI E’ CHE NON SAPREBBE FARE LA DIFFERENZIATA ? CON TALE COMPORTAMENTO AVETE OFFESO IL SAPERE DEI SINGOLI CITTADINI !!!.. UN VOCINA MI DICE CHE QUESTA DIFFERENZIATA SARA’ IL NOSTRO CEMENTO DEL FUTURO, CHE NE PENSATE ? E’ PROPRIO UNA BELLA COSA PER IL FUTURO ??? E’ LA BOLLETTA ‘ SARA’ BOLLENTE , MA PER I CITTADINI, PERCHE’ IL GUADAGNO CI SARA’ SOLO NELLE TASCHE DEI COMUNI PERCHE L’OPERATORE PORTA A PORTA LO PAGANO I CITTADINI !!! IL COSTO DI QUESTI RIFIUTI NON SE NE PARLA DI QUANTI KM LONTANO DEVONO ANDARE E CHI LI SBORSA, SEMPRE I CITTADINI!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *