alpadesa
  
Flash news:   Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Incidente lungo l’Ofantina, auto sbanda e si ribalta Scuola a rischio, nota del sindaco e del delegato ai lavori pubblici: «La doverosa iniziativa della Procura non ci sorprende né ci preoccupa ma stimolo sull’impegno intrapreso» Scuole a rischio, avvisi di garanzia a sindaco e tecnici comunali Vincenzo Aquino chiama le Misericordie irpine ad una svolta storica Atripalda Volley, domani presentazione ufficiale nella Sala Consiliare di Atripalda “Ripianti-Amo”, cinque nuovi alberelli in Piazzetta degli Artisti al posto di quello rubato. Foto

Crisi superata al Comune, il capogruppo Udc Landi spiega: “ritrovata collegialità tra le forze politiche”

Pubblicato in data: 21/6/2013 alle ore:07:10 • Categoria: Politica, UdcStampa Articolo

domenico-landi-capogruppo-udcLa crisi a Palazzo di città tra lo scudocrociato ed il sindaco Paolo Spagnuolo è rientrata l’altra sera. Nell’interpartitico di maggioranza infatti l’Udc ha ritirato la sfiducia al primo cittadino e le dimissioni prodotte due settimane prima. Alla riunione presenti oltre il sindaco, per il Pd (Federico Alvino, Valentina Aquino, Luigi Tuccia e Gianna Parziale), per l’Udc (Domenico Landi, Antonio Iannaccone, Lello Barbarisi e Dimitri Musto), per Fli (Antonio Prezioso ed Andrea Marena), per Italia Futura (Flavio Pascarosa e Tonino Acerra) ed ancora l’assessore Concetta Tomasetti ed infine il consigliere Fabiola Scioscia.
E così a fine discussione i due assessori e i tre consiglieri comunali Udc (Antonio Iannaccone, Geppino Spagnuolo, Dimitri Musto, Mimmo Landi e Lello Barbarisi) hanno ripreso pieno possesso delle rispettive deleghe in giunta e fuori. In cambio hanno ottenuto più collegialità nelle decisioni con riunioni quindicinali tra i partiti che sorreggono la maggioranza Spagnuolo. Un’unità ritrovata che sarà sancita venerdì 28 giugno con un incontro pubblico con la città, nell’ex sala consiliare di piazza Sparavigna, intorno alle ore 19, per fare un bilancio delle cose fatte in questo primo anno di consiliatura.
«Sin dalla prima riunione che abbiamo avuto – spiega il capogruppo consiliare dell’Udc, Domenico Landi – il sindaco ha assicurato che a lui interessava l’amministrazione mentre la politica doveva spettare ai partiti. Così abbiamo avviato contatti con Pd e Fli dai quali sono emersi spunti positivi e gli stessi partiti della maggioranza ci hanno invitato a fare un passo in avanti rispetto a questa situazione elogiando l’operato dei consiglieri ed assessori dell’Udc che hanno dato un contributo molto positivo all’azione amministrativa del primo anno. Abbiamo riflettuto anche su un altro aspetto: l’impegno assunto con la città per assicurare una buona amministrazione chiaramente ci obbliga ad una riflessione importante che poi si è palesata nel rientro nell’amministrazione con deleghe ed assessorati».
Lo scudocrociato rivendica di aver ottenuto dal sindaco l’istituzione di un tavolo di concertazione per le scelte da operare negli enti sovracomunali «dove il sindaco – conclude Landi – ci ha assicurato che non prenderà decisioni personali ma in modo collegiale con tutti i partiti con pari dignità ed è stato stabilito che ogni quindici giorni faremo delle riunioni di maggioranza sull’attività amministrativa».
Landi sottolinea infine l’importanza anche del ritrovato del dialogo tra le forze politiche: «un riscontro molto positivo. Con Pd e Fli c’è stato un rapporto molto positivo e ora ci auguriamo che si possa favorire un ulteriore dialogo con tutti gli altri partiti che sostengono la maggioranza ed il sindaco. Ognuno si riappropria così del proprio ruolo: il sindaco sarà garante dell’azione amministrativa e delle linee programmatiche mentre i partiti saranno la cassa di risonanza delle istanze dei cittadini e si riappropriano di un ruolo politico fondamentale».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

16 risposte a “Crisi superata al Comune, il capogruppo Udc Landi spiega: “ritrovata collegialità tra le forze politiche””

  1. Emilio ha detto:

    Il sindaco in questa occasione si è rivelato: senza attributi. Questa era la volta buona per sdoganarsi dal feudatario di Nusco. Ha commesso una leggerezza che pagherà a caro prezzo. Si è litigato per due settimane per poi rimettersi insieme. Tutto questo non ha riguardato minimamente il modo di DISAMMINISTRARE, bensì l’accaparramento di qualche poltrona. Quanto potrà durare tutto questo? I cittadini non sono mica stupidi !

  2. Andreotti ha detto:

    “Il potere logora chi non c’è l’ha”

  3. diogene ha detto:

    prima di parlare landi pensa. a non prendere in giro gli atripaldesi

  4. lucia ha detto:

    La gente oramai ha capito di che pasta sono questi politici e li attenderà alla prossima tornata: Faranno la fine dei grillini. Questi non lasceranno mai il potere.

  5. laura ha detto:

    egr capogruppo
    fino ad oggi siete stati insufficienti in tutto avete un ottimo risultato solo nel collezionare figure di m….

  6. ottavio ha detto:

    a quando il prossimo piccio?

  7. INDIGNATO ha detto:

    Il Sindaco ha totalmente sballato, doveva mettervi alla porta… di Nusco!

  8. luigi ha detto:

    ma non sono andati ancora a casa questi, è stato un grande bluff loro solo questo sanno fare , non hanno amministrato un giorno , per l’immondizia è intervenuto il prefetto , loro cosa fanno? litigano e basta come i bambini poi arriva il sindaco e li sculaccia , ma dove siamo? auguri poveri atripaldesi che restate la prossima volta sceglieteli un poco meglio ciao .

  9. luca ha detto:

    beh certamente non avete fatto una bella figura in città si sostiene che il sindaco vi tiene ostaggi e se volete potete andar via quando volete tanto a lui non ci servite.

  10. atripaldese doc ha detto:

    Stativi a casa!!!

  11. arturo ha detto:

    comprare una colla più resistente, così reggerà un poco in più.

  12. emilio ha detto:

    landi devi ringraziare a san giovanni…

  13. PIERPAOLA ha detto:

    EGREGIO CAPOGRUPPO MA LEI PENSA CHE CON QUESTE SUE “DUE CHIACCHIERE” DI PRENDERE PER I FONDELLI IL POPOLO ATRIPALDESE? LE DICO CHE A SBAGLIATO PAESE, APPENA ARRIVERA’ LA CRISI LA VERA CRISI ANCHE AD ATRIPALDA LE CONSIGLIO DI COMPRARSI UN BUON PAIO DI SCARPE DA GINNASTICA IN MODO DA CORRERE MEGLIO QUANDO SARA’.

  14. Manlio ha detto:

    SPERO CHE LANDI DOPO QUESTE CONTINUE FIGURACCE ABBIA ALMENO LA DIGNITA’ DI NON CANDIDARSI PIU’……………

  15. massimo ha detto:

    Per non perdere il potere, vi mettereste con il diavolo.

  16. nick ha detto:

    Vi dovrebbero mandare tutti in collegio con pierino la peste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *