alpadesa
  
domenica 17 gennaio 2021
Flash news:   Manutenzione stradale e parcheggio via Gramsci, sbloccati i fondi dalla Giunta Spagnuolo Arriva la proroga ad Atripalda per la presentazione della domanda per l’accesso ai voucher alimentari Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Attentato intimidatorio, pressing sul sindaco delle opposizioni. Landi: ”il tavolo in Prefettura doveva chiederlo lui” Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze” Molestie al prete di Atripalda: condannati gli autori Nuovi parcometri ad Atripalda, l’opposizione “Noi Atripalda” boccia il bando: «un spreco per la città» Coronavirus, un nuovo contagio ad Atripalda Bomba carta alla Formaggeria, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo: “atto vile, bisogna lavorare in sinergia. L’Amministrazione dia vita ad iniziative culturali forti”

Robirò e il bagno nella fontana, la nota di Raffaele La Sala

Pubblicato in data: 8/7/2013 alle ore:10:57 • Categoria: Attualità, Lista "Piazza Grande", Politica

bagno-in-piazza1Faccio volentieri ammenda per la mia personale misconoscenza delle recenti performances creative di Roberto, che -leggo da Atripaldanews- promette di animare le pallide serate cittadine sul proscenio di piazza Umberto I.
Mentre mi compiaccio per il lodevole, per quanto non del tutto originale, proposito, mi confesso incerto se rubricare la sua recente pedestre abluzione nella civettuola vasca ittica, come un’iniziativa goliardica, una provocazione, un’astuta operazione di marketing, o piuttosto un riferimento -ancorché anacronistico- al giovedì santo, o una citazione postmoderna di sapore felliniano (nel ventesimo, dimenticato, anniversario della morte del grande Federico). Fuori tempo massimo per il cinquantenario de “La dolce vita” (del 1960), e tempestiva, invece, per “8 e mezzo” (del 1963).
Certo Robirò, nei panni di Anitona…, con tutte le migliori buone intenzioni…, non ci fa una bella figura. E neppure la fontana…


Raffaele La Sala

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 risposte a “Robirò e il bagno nella fontana, la nota di Raffaele La Sala”

  1. Umberto ha detto:

    Condivido pienamente con il prof. La Sala. Oltretutto mi sembra che sia anche vietato fare bagni nelle fontane pubbliche. Se proprio si soffre di calori estivi si può sempre andare al mare!

  2. Nappo Carmela ha detto:

    io non sono d’accordo che bisogna fare il bagno nelel fontane publbiche. I vigili urbani devono fare le multe se vedono qualcuno che lo fa ciao

  3. infante g. ha detto:

    Grazie prof. Esamina perfetta. Che Robirò vuole divertirsi, padrone di farlo. Ma da che mondo è mondo, mai a nessuno è venuta in mente un’iniziativa del genere, ma non perchè eravamo “scemi” ma c’era rispetto sia per la cosa pubblica che per la pubblica decenza. Certamente questi attori si sono salvati, forse perchè ognuno si fa i c… suoi, ma se ero in Piazza quella sera avrei avvertito le forze dell’ordine. Imoltre, non me ne voglia il gestore del locale che ha ospitato ques’iniziativa, ma per fare cassa ha fatto un autogol.

  4. giorgia ha detto:

    credo che in questo modo con tutti questi attacchi o semplici critiche per il suo gesto non faccia altro che mettersi in scena ancora di più

  5. nati' ha detto:

    cara carmela nappo i vigili le multe allora le dovrebbero fare anche a quelli che corrono in bici in piazza e a quelli che giocano a pallone infischiandosene dei pedoni… la legge è uguale per tutti… ciaooo

  6. allamica ha detto:

    natì a’ multa te la dovrebbero fare a te ogni volta che scrivi.
    Professò, ah quell’Anitona! Che ne sanno quisti lloco!!!!!!!!
    p.s.: sempre meglio i giochi felici e spensierati dei bambini, ad avellino hanno vietato i supersantos, ad Atripalda NATI’ vuole SCHIATTARE le ruote delle biciclette ai bambini.
    Sei senza cuore.
    Alla fine dovreste pure ringraziarli i commentatori per aver dato fin troppa importanza alla vicenda.
    I veri PR sono gli atripaldesi che si sono avventurati “a lavà a’ capo ao ciuccio”, una parte dell’incasso dovrebbe essere dato in beneficenza al fondo “per le vittime dell’intolleranza per le bici ed i palloni”..

  7. nati' ha detto:

    allamica… abbassa i toni qua nessuno vuole bucare le ruote a nessuno ma neanche voglio trovarmi na pallonata in faccia e gli occhiali rotti …PATETICO sei capace solo di offendere

  8. Gianni Iannucciello ha detto:

    Esimio professore concordo col suo pensiero, ma se davvero il quasi sconosciuto “Robirò” si fosse esibito a mò di DragQueen in una goffa interpretazione della Ekberg, ci avrebbe guadagnato sia lo spettacolo che la “supposta” provocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *