alpadesa
  
Flash news:   A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni

Fiano di Avellino, la vendemmia nei versi di Gabriele De Masi

Pubblicato in data: 26/9/2013 alle ore:19:27 • Categoria: CulturaStampa Articolo

fiano-di-avellinoFiano

Coda di volpe, sciascinoso, sangiovese,
aglianico, piedirosso, fragolino,
sanginella, aleatico, greco solforoso…
Si trancia , fine mese porta sorprese a filari
nobili di pigne,fende l’aria in bassa schiera
i tralci d’autunno, sgravidano peso di pancia,
abbonda la terra con messe d’acini colti
in secchi colmi di vendemmia.
Valle del Sabato,fiume del Terminio,
dolci gobbe di castagni, noci,noccioli,
e tanti chicchi biondi, serrati stretti,
per caso d’amore con danza a corolla
d’api indaffarate che ne danno il nome
antico Apianum, Fiano d’Abellinum,
bacche per morsi di bocche, succo
a labbra di fanciulle con collane
di perle a nocèlla,sarnese, cambotica,
mortarella, valle tagliata sotto Serra
e lì scompare a Benevento
e non nasce più tra gole d’antiche
battaglie caudine quando, a crescenza
di luna settembrina, è in cantina
a farsi pigiare, sprizza oro, borbotta
mosto, farfalla da bruco, gialla, radiosa,
posata dai tini in alti calici,
in trasparenza per umiltà d’evento.
Batte le ali. S’eleva tra bagliori:
incanto, profumi, sapori …
E’ il Fiano, d’Avellino. Il vino.

Gabriele De Masi

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (15 votes, average: 4,73 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Fiano di Avellino, la vendemmia nei versi di Gabriele De Masi”

  1. crestone ha detto:

    Vertigine della lista… Uberto Eco ne andrebbe fiero !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *