alpadesa
  
domenica 26 gennaio 2020
Flash news:   Tributi, il Comune di Atripalda “citofona” agli evasori e morosi: approvati i ruoli per il recupero di Imu, Tasi e Tari Alvanite, lite tra vicini: assolti dall’accusa di lesioni aggravate alla testa con fornetto a microonde e percosse Alberto Alvino dona alla chiesa di Santa Lucia di Serino il quadro nel ricordo di don Antonio Pelosi Comprensivo di Atripalda, oggi e domani si vota per eleggere la componente genitori e il nuovo presidente del Consiglio d’Istituto Il Comune di Atripalda incassa tre finanziamenti per lavori di sistemazione idrogeologica del territorio Avellino, arriva il portiere Andrea Dini I volontari dell’Associazione Alvanite al fianco dei pazienti dell’Hospice di Solofra Arrestato Vincenzo Schiavone proprietario della Clinica Santa Rita Nuovo main sponsor per la squadra di ciclismo A.S. Civitas di Atripalda Lo chef Alfredo Iannaccone alla ricerca di nuovi sapori

CSS/A5, conclusa la VI Conferenza Infanzia e Famiglia dedicata al rapporto tra figli e fratelli

Pubblicato in data: 25/10/2013 alle ore:14:56 • Categoria: SocialeStampa Articolo

consorzio-a5-conferenzaSi è conclusa la due giorni della VI Conferenza sull’Infanzia e la Famiglia organizzata dal Consorzio dei Servizi Sociali A5 sul tema “FAMIGLIA è… FIGLI E FRATELLI. RUOLI E RAPPORTI”. Oltre agli interventi istituzionali del presidente del cda, Salvatore Antonio Carratù, del presidente dell’Assemblea dei sindaci, Lorenzo Renzulli, del Garante regionale per l’Infanzia, Cesare Romano e del direttore del Consorzio, Carmine De Blasio altri docenti universitari e esperti di diverse regioni italiane si sono confrontati sui temi più attuali che riguardano le dinamiche educative e relazionali all’interno della famiglia. “E’ desiderio di tutti i genitori che i propri figli abbiano un buon rapporto reciproco e che sperimentino la ricchezza e la positività del rapporto fraterno. Tale esito tuttavia non è facile né scontato, e nella maggior parte dei casi è raggiunto solo parzialmente. Come dimostrato dall’esperienza, le dinamiche affettive che si stabiliscono tra fratelli e sorelle si possono connotare prevalentemente- come distacco e lontananza , come conflittualità cronica,come vicinanza e sostegno reciproco. I genitori possono fare molto per favorire ciò che desiderano: vedere che i propri figli si apprezzano, si vogliono bene e vanno d’accordo fra di loro. A questo scopo essi debbono gestire non solamente il rapporto educativo con ciascun figlio, ma anche il rapporto tra loro, facendo sì che riescano ad apprezzare gli aspetti positivi della fraternità e della sorellanza, ed aiutandoli a superare tutti gli ostacoli che rendono difficile raggiungere questo traguardo”. La VI Conferenza ha rappresentato inoltre una proficua occasione di confronto sulle problematiche relative al sistema di welfare territoriale. Gli interventi dei coordinatori di piani di zona sociale di altre provincie della Regione Campania hanno consentito di evidenziare le profonde differenze strutturali che ancora persistono sui territori provinciali e la necessità di rafforzare una visione di sociale che non resti soltanto una idea, per quanto apprezzabile, ma che sia in grado di concretizzarsi nella realtà.

consorzio-a5-conferenza-1

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *