alpadesa
  
Flash news:   A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni

Pallavolo, stasera al PalaDelMauro arriva Cantù. Coach Totire: “Le insidie sono rappresentate dall’esordio in casa ma noi la squadra da battere”

Pubblicato in data: 26/10/2013 alle ore:08:00 • Categoria: Sport, Pallavolo Atripalda, PallavoloStampa Articolo

conferenza-totire-2Le insidie sono rappresentate tutte dall’esordio al PalaDelMauro, ma noi siamo la squadra da battere“. Non nasconde i timori per la prima gara casalinga della Sidigas Hs Avellino coach Michele Totire alla vigilia della partita di questa sera contro la neopromossa Cassa Rurale Cantù. Si gioca infatti in anticipo della seconda giornata del campionato di Lega A2, alle ore 20.30. I biancoverdi provano a bissare dopo la bella vittoria di Castellana.
“Cantù è una neopromossa – prosegue il coach – una società molto seria che ci tiene a fare le cose bene. Le difficoltà saranno rappresentate dall’esordio in casa dove noi puntiamo a non perdere neanche un punto. Il discorso è iniziato già martedì scorso lavorando sulla mentalità da tenere in campo. Cantù è una di quelle squadre costruite con criterio che potranno dare fastidio a tutti in campionato”.
Un torneo difficile ed equilibrato quello che attende capitan Mario Scappaticcio e soci: “dovremo misurarci per la prima volta in casa. Non siamo ancora al 100% come forma fisica per cui le motivazioni e la testa dovranno coprire le nostre mancanze. Non ci nascondiamo però, siamo una delle migliori squadre del campionato. E sul campo, a partire da questa sera, dovremo dimostrarlo”.
Un avversario ostico quindi Cantù, reduce dalla vittoria nell’esordio di campionato, per tre set a zero, contro Elettrosud Brolo.
“Loro hanno un buon palleggiatore molto esperto come Gerosa – analizza Totire – e gli schiacciatori Mario Morelli, Mario Mercorio e Andrea Ippolito. Una formazione ben costruita sicuramente intorno a questi quattro uomini chiave. A livello individuale sono una squadra ostica e difficile, non si arrendono mai, difendono ed attaccano ma noi dovremo vincere. Siamo costruiti per fare bene, ma anche Cantù è una squadra costruita con criterio”.
Sulla forma fisica i biancoverdi hanno ancora però da lavorare. “Non siamo ancora al top – continua il mister -, ma è giusto così. Deve migliorare ancora l’inserimento di Bencz nella sestetto e crescere l’intesa tra lui ed il palleggiatore. La squadra non è al 100% ma la preparazione è stata studiata per trovaci al top nei momenti cruciali del campionato. Vincere fuori casa fa bene alla squadra, ora ci vuole un po’ di crescita mentale. In un campionato come questo prima dell’ottava giornata la vera forza non la conosciamo. La fine del girone d’andata è fondamentale, lo dicono le statistiche, perché ti fa capire di che pasta sei fatto”.
Il mister infine fa anche un appello a riempire il Palazzetto: “il pubblico è fondamentale nel momento in cui c’è. A parte il nostro fan club, che è sempre presente, abbiamo bisogno anche di forze nuove. Appelli ne sono stati fatti tanti. Prima che ai tifosi, mi rivolgo alle società sportive che fanno pallavolo. I ragazzi vanno portati a vedere gare di serie A perché hanno questa fortuna in Campania che ci sia una squadra che milita in A2. Un’occasione che va sfruttata, i giovani che vogliono praticare questo sport hanno bisogno di modelli di riferimento. Poter seguire un’alzata di Scappaticcio o una schiacciata di Bencz o Valsecchi può far solo bene ai fini della preparazione e della crescita sportiva. Anch’io che alleno vado a vedere la nazionale quando gioca, così chi gioca in serie B dovrebbe venire a vederci. Tra l’altro sono sempre a completa disposizione per discutere e confrontarmi anche subito dopo la partita con tutti. Per cui l’appello va fatto prima alle società di pallavolo, le scuole, gli insegnati di educazione fisica che insegnano tale sport, così come gli allenatori dovrebbero seguire gli allenamenti di squadre di categoria superiore”.
La società intanto comunica che anche questo pomeriggio, a partire dalle ore 18.30, presso i botteghini del PalaDelMauro, sarà possibile ancora abbonarsi.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *