alpadesa
  
domenica 17 gennaio 2021
Flash news:   Manutenzione stradale e parcheggio via Gramsci, sbloccati i fondi dalla Giunta Spagnuolo Arriva la proroga ad Atripalda per la presentazione della domanda per l’accesso ai voucher alimentari Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Attentato intimidatorio, pressing sul sindaco delle opposizioni. Landi: ”il tavolo in Prefettura doveva chiederlo lui” Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze” Molestie al prete di Atripalda: condannati gli autori Nuovi parcometri ad Atripalda, l’opposizione “Noi Atripalda” boccia il bando: «un spreco per la città» Coronavirus, un nuovo contagio ad Atripalda Bomba carta alla Formaggeria, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo: “atto vile, bisogna lavorare in sinergia. L’Amministrazione dia vita ad iniziative culturali forti”

L’allarme del procuratore capo Cantelmo: “Roghi stoppie come incendi terra dei fuochi”. Disco rosso anche per la Valle del Sabato

Pubblicato in data: 4/11/2013 alle ore:14:22 • Categoria: Cronaca

rosario-cantelmoRoghi stoppie come incendi terra dei fuochi” è l’allarme lanciato ieri dal procuratore capo della Repubblica di Avellino, Rosario Cantelmo al convegno di chiusura sulle ecomafie organizzato dal forum dei giovani di Montemiletto.
All’incontro è interventua anche la senatrice Pd, Rosaria Capacchione, che ha animato il convegno e offerto ulteriori spunti di approfondimento e analisi di un fenomeno che riguarda tutti e non solo chi vive nei paesi dell’area nord di Napoli da anni avvelenate dai roghi tossici di rifiuti smaltiti illecitamente in fondi privati e tra coltivazioni e frutteti. Uno scempio che si consuma da decenni sotto gli occhi di quanti si sono prestati al massacro pianificato dalla camorra. La senatrice Capacchione ha ribadito che le dichiarazioni del pentito Carmine Schiavone alla fine sono note dal 1998, e non sono certo una novità recente come si vuol far credere all’opinione pubblica. E ha poi ricostruito i passaggi cronachistici di fatti e misfatti avvenuti attorno al ciclo integrato dei rifiuti in quella zona, e fatto i nomi di personaggi noti anche alle cronache giudiziarie e condannati in via definitiva per questa tipologia di illecito.
Proprio gli interventi del capo della Procura della Repubblica di Avellino ,Rosario Cantelmo, e del magistrato antimafia, Francesco Soviero hanno animato il dibattito.  “Occorrono meno chiacchiere e polemiche e più azioni e fatti contro la Camorra – ha asserito il dottore Cantelmo-. Anche gli abbruciamenti di sterpaglie sono paragonabili ai roghi della terra dei fuochi. Ma questa deve diventare terra di fiaccole e fiammelle di speranza. Voi giovani dovete cogliere questo valore e scegliere sempre da che parte stare“.
Sull’inquinamento della Valle del Sabato, con il nucleo industriale di Pianodardine altamente inquinato tra Isochimica e Stir, arriva il monito sempre nella giornata di ieri, anche dall’incontro svoltosi presso il Circolo della  Stampa di Avellino promosso dall’associazione “Ambiente e Salute”. Polveri sottili, biossido di azoto, ozono, questi gli inquinanti rilevati in maniera anomala nell’area industriale a ridosso della cittadina di Atripalda.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

6 risposte a “L’allarme del procuratore capo Cantelmo: “Roghi stoppie come incendi terra dei fuochi”. Disco rosso anche per la Valle del Sabato”

  1. fru ha detto:

    E i nostri amministratori dormono….

  2. Nappo Carmela ha detto:

    Si le foglie in campania non si devono bruciare, pero’ dico al procuratore Cantelmo vai vedere anche la nuovolegno ok ciao

  3. Abate Luigi ha detto:

    A ridosso della zona industriale come se Atripalda fosse indenne. E’ necessario un intervento deciso nei confronti delle lavorazioni pericolose perché i casi di malattie gravi dell’apparato repiratorio sono in forte aumento proprio ad Atripalda. Si svegli l’amministrazione e si faccia sentire, una volte periodicamente si effettuavano rilevamenti oggi l’Assessorato all’ambiente è in altre faccende affancendato. Che delusione!

  4. La Noia ha detto:

    IL Procuratore capo della repubblica di Avellino Rosario Cantelmo ha detto la verita’, tra’ la puzza dello Stir di Pianodardine, le polveri sottili dell’ ex Isochimica e i continui abbruciamenti di sterpaglie da parte dei contadini che continuano a fregarsene della legge e ci appestano l’ aria rendendola irrespirabile e causandoci problemi respiratori e altro, danneggiandoci la nostra salute; un plauso va’ al maresciallo dei carabinieri di Atripalda Costantino Cucciniello e ai suoi uomini che corrono immediatamente dopo qualche telefonata o avvistamento di fumo, denunciando alle autorita’ gli autori delle accensioni delle sterpaglie; non se ne puo’ piu’ di questi criminali piromani della nostra salute, speriamo che il procuratore capo faccia terminare al piu’ presto questa bruttissima situazione che si e’ creata su Atripalda e i paesi limitrofi, e finalmente ci renda la nostra aria respirabile.

  5. ATRIPALDESE ha detto:

    Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.
    Gli abbruciamenti di sterpaglie non sono illeciti
    Vedi le recenti sentenza di assoluzione del Tribunale Penale di Avellino

    Tale attività rientra fra quelle esentate dalla normativa in materia di abbruciamento di sostanze pericolose.

  6. La Noia ha detto:

    Caro Atripaldese, tu dici che l’ abbruciamento di sterpaglie non e’ un illecito, allora se qualcuno ogni giorno, di mattina, pomeriggio, sera accende le sterpaglie vicino alla tua abitazione, specialmente d’ estate e di sera quando hai le finestre aperte perche’ il caldo e’ insopportabile, ti voglio vedere se riesci a dormire con le finestre chiuse e se per la puzza irrespirabile, inizi a protestare e telefoni ai carabinieri, forse tu parli cosi perche’ questo grave problema per la nostra salute non ti tocca, forse tu abiti in alta montagna, beato te, sei unico o sei un supermen che cio’ che respiriamo noi Atripaldesi a te non e’ nocivo per la salute, non corri il rischio di ammalarti di cancro ai polmoni, ecc., pensaci molto bene e vedi di cio’ che io ti scrivo e’ la verita’, senza rancore, un saluto, ciao La Noia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *