alpadesa
  
sabato 24 ottobre 2020
Flash news:   L’ex consigliere di Atripalda Ulderico Pacia assolto dall’accusa di diffamazione: a denunciarlo l’ex comandante della Polizia municipale Vincenzo Salsano Spaccio di marijuana: salta il confronto in Tribunale tra due imputati atripaldesi e testimoni per difetto di notifica Incidente sulla Variante ad Atripalda tra due auto e un camion: due feriti trasportati al Moscati. Foto Coronavirus, i contagi in Irpinia crescono di 91: si registra un altro caso ad Atripalda Coronavirus, il governatore De Luca: “indispensabile decidere subito il Lockdown” Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda L’Avellino corsara a Foggia vince 1-2 Sono 16.079 i nuovi contagi in Italia. Ad Atripalda i casi totali finora sono 16 Ordinanza coprifuoco Campania: operativa da venerdì 23 ottobre Coronavirus, 47 nuovi contagi in Irpinia

Terremoto in casa Sidigas-HS Avellino, tutto il cda rassegna le dimissioni: il futuro della squadra nelle mani dei sindaci Foti e Spagnuolo

Pubblicato in data: 4/11/2013 alle ore:16:59 • Categoria: Pallavolo, Pallavolo Atripalda, Sport

sidigas-hs-pallavolo-atripalda-201314Si è riunito questa mattina il Consiglio d’Amministrazione della Ssd Pallavolo Atripalda srl, società militante nel campionato italiano di serie A2 sotto il marchio SIDIGAS-HS Avellino; all’ordine del giorno il protrarsi delle sofferenze di natura economica che, ad oggi, non hanno trovato soluzione all’interno del Cda.

Riscontrata la difficoltà di una nuova ricapitalizzazione da parte dei soci con immissione di ulteriori capitali da anticipare per far fronte ai tanti immediati impegni economici (in primis il pagamento degli stipendi di atleti, staff tecnico e dirigenti) il Cda ha inteso rassegnare le dimissioni con conseguente azzeramento di tutte le cariche dell’organigramma societario.

Della vicenda sono stati ufficialmente informati i Sindaci delle città di Avellino (Paolo Foti) e di Atripalda (Paolo Spagnuolo), nonché il referente del Coni provinciale (Giuseppe Saviano), nell’estremo tentativo di riuscire ad intercettare sul territorio nuove forze economiche-imprenditoriali capaci di risollevare le sorti del club.

A tale scopo, ogni socio ha manifestato piena disponibilità a cedere le proprie quote pur di garantire la prosecuzione di un’eccellenza nel panorama sportivo regionale e nazionale, il cui operato, come da tutti riconosciuto, ha profonde e positive ripercussioni sul tessuto sociale.

Un ulteriore ed accorato appello è indirizzato a quanti, a vario titolo, possono contribuire a salvare il sodalizio biancoverde: sarebbe oltremodo mortificante dover scrivere la parola fine, vanificando i successi sportivi e gli sforzi compiuti da una proprietà che fino in fondo ha messo in campo tutte le risorse e le energie disponibili.

Queste le poche parole pronunciate a margine del Cda dal Presidente: «Sono amareggiato e mentalmente provato, ma ho la consapevolezza e la coscienza serena di aver fatto fino in fondo il mio dovere. Lascio ad altri il compito di provare a cercare una soluzione, che vi assicuro non potrà essere trovata all’interno dell’attuale dimissionaria componente societaria. Non ho altro da aggiungere, se non sperare che un provvidenziale e risolutivo intervento – oggi a me sconosciuto – dia ancora un futuro alla pallavolo irpina».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 risposte a “Terremoto in casa Sidigas-HS Avellino, tutto il cda rassegna le dimissioni: il futuro della squadra nelle mani dei sindaci Foti e Spagnuolo”

  1. Mary ha detto:

    Grazie Sidigas e HS..prima ci avete tolto la denominazione xche’ eravate voi a cacciare i soldini..e poi ci avete affondati….a questo punto era meglio morire in casa nostra…..

  2. GOFFREDO ha detto:

    MA SONO DIMISSIONI COME QUELLE AL COMUNE DI ATRIPALDA DEGLI ASSESSORI IANNACCONE E LANDI CHE SI DIMETTONO OGNI 30 GIORNI OPPURE SONO DIMISSIONI INPROROGABILI?

  3. Alba1986 ha detto:

    Salve “sign. Goffredo” io credo che se la società è arrivata a fare un gesto così estremo i motivi saranno vari e insormontabili e qui non stiamo a parlare del comune di atripalda ma di una società che tutti hanno sempre buttato fumo negli occhi per salvare le apparenze ma che di concreto da parte di chi doveva fare qualcosa non è stato mai fatto nulla anzi hanno fatto il peggio del peggio arrivando anche a prendere per i fondelli persone che da tre anni lavorano e hanno fatto veramente tutto ma dico tutto quello che dovevano fare per questo sport, forse l’interesse era verso altro che per la PALLAVOLO.
    Concludo dicendo che delle volte ci si deve passare prima la mano sulla coscienza e capire cosa veramente ha portato a fare tutto questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *