alpadesa
  
sabato 28 novembre 2020
Flash news:   Coronavirus, il cordoglio del sindaco di Atripalda Spagnuolo per il secondo decesso Coronavirus, secondo decesso ad Atripalda: morto un 64enne ricoverato al Moscati Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 126 contagiati in Irpinia Coronavirus, scuole chiuse ad Atripalda fino al 7 dicembre Coronavirus, fino al 7 dicembre confermata la didattica a distanza dalla seconda classe della scuola primaria. A breve l’ordinanza della regione “ABC Atripalda Bene Comune” festeggia un anno di attività. Roberto Renzulli: “città nel degrado, l’Amministrazione non ci ascolta” Piantumato l’albero donato al Comune dai giovani di “Idea Atripalda” Il Consorzio A5 a confronto su Donne e Opportunità Coronavirus, i numeri di oggi del contagio in Irpinia: 160 i positivi, 3 ad Atripalda Installazione colonnine per la ricarica auto elettriche ad Atripalda, nominata la commissione giudicatrice per l’apertura delle offerte

Pallavolo, aria di smobilitazione in casa Sidigas Hs Avellino Atripalda. Squadra partita stamani alla volta di Milano, domani in campo grazie ad Hs

Pubblicato in data: 16/11/2013 alle ore:13:09 • Categoria: Pallavolo, Pallavolo Atripalda, Sport

sidigas pallavolo atripaldaE’ sempre più aria di smobilitazione in casa Sidigas Hs Pallavolo Avellino Atripalda. Dopo l’addio dell’opposto Milan Bencz, va via anche lo schiacciatore Marco Santucci che ieri ha rescisso il contratto con i biancoverdi per trasferirsi al Caffè Aiello Corigliano Calabro, squadra che milita in A2. E non è l’unico giocatore pronto a fare le valigie e salutare l’Irpinia. In questo clima di totale incertezza ci sarebbero altri giocatori disposti ad andare via dopo la trasferta di domani a Milano se non arriverà quella svolta positiva nella crisi societaria legata a sofferenze di natura economica. Si attende uno spiraglio da Sidigas, il main sponsor. Patron Gianandrea De Cesare sembra aver dato garanzie alla dirigenza della società. Si susseguono riunioni e contatti febbrili per scongiurare il fallimento del club biancoverde, una cosa impensabile a poco più di un mese dall’inizio di campionato per una società che ha allestito un roster di qualità per tentare la promozione in A1. Ad oggi la società è affidata nelle mani dei sindaci di Avellino ed Atripalda, Paolo Foti e Paolo Spagnuolo.
Così il ds Clemente Pesa commenta il secondo addio in meno di un giorno: «Si tratta di recesso di contratti legati alla situazione problematica in cui si trova la società. E’ giusto dare una possibilità agli atleti di trovarsi un’altra squadra in cui giocare. Certo non è una situazione facile e speriamo che si possa evolvere in positivo quanto prima. Ma in una condizione come questa, c’è chi è disposto ad andare avanti e chi invece decide di andare via».
E domani si torna alla pallavolo giocata dopo una settimana di stallo ed impasse. La Sidigas è attesa per le ore 18, al Centro Pavesi di via De Lemene 3 di Milano per affrontare l’Itely Milano che punta a tornare alla vittoria nella quinta giornata di campionato dopo il colpo di mercato messo a segno proprio a scapito degli irpini, con l’arrivo dello schiacciatore Bencz. Una trasferta difficile, visto che coach Totire non potrà contare sull’apporto decisivo dello slovacco che quasi certamente invece sarà dall’altra parte della rete a pungere in attacco. La squadra lombarda ieri mattina ha ufficializzato l’acquisto, Bencz giocherà con la casacca numero 9.
Una trasferta che è stata in bilico fino all’ultimo con la compagine irpina che ha rischiato seriamente di non partite alla volta del capoluogo lombardo e che solo grazie all’intervento dell’imprenditore Michele Gubitosa di Hs Soluzioni informatiche, cosponsor del club pallavolistico, che ha deciso di coprire personalmente le spese, sarà regolarmente in campo. «Andremo a Milano a giocarci la partita – prosegue il ds -. Scenderemo sul rettangolo di gioco come abbiamo fatto domenica scorsa, vincendo con Ortona. I ragazzi sono professionisti e persone serie. Certo è una situazione che non dà serenità all’ambiente. Giocheremo ma è naturale che la testa sia da un’altra parte». Questa è l’atmosfera che si respira negli spogliatoi nonostante l’impegno quotidiano profuso negli allenamenti al Palazzetto.
Un’avversaria ostica la squadra meneghina: «Fino ad oggi non ha ancora espresso appieno il proprio potenziale reale – conclude Pesa -. Con l’aggiunta di Bencz ed un palleggiatore di categoria superiore come Mattera e giocatori come Giglioli e lo schiacciatore Rigoni può dar filo da torcere a tutti. A questi si aggiungono gli stranieri che sono di sicuro affidamento. Anche se fino ad oggi non sono venuti i risultati attesi, resta una buonissima squadra che può fare un ottimo campionato di alta classifica».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *