alpadesa
  
Flash news:   Lavori a singhiozzo nel fiume Sabato, la protesta dell’ex sindaco Andrea De Vinco: «vanno finiti al più presto perché il corso d’acqua rappresenta l’immagine e la storia della città» Furti ad Atripalda, l’ex consigliere Luigi Caputo (Prc) attacca: “Ladri di biciclette e ladri di futuro. Amministrazione assente, evanescente e impalpabile” Us Avellino, Salvatore di Somma e Piero Braglia alla guida del nuovo progetto tecnico Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato

Casa di Cura Santa Rita, personale in stato di agitazione ma Taccone rassicura: “A breve saranno pagate le tredicesime”

Pubblicato in data: 20/12/2013 alle ore:22:07 • Categoria: Attualità

clinica_santa ritaLe scriventi Organizzazioni Sindacali comunicano che in data odierna, dalle ore 13.30 alle 14.30, si è svolta l’Assemblea del personale della Casa di Cura Santa Rita alla presenza delle rappresentanze sindacali Aziendali e Territoriali per discutere in merito alla mancata corresponsione della tredicesima mensilità. Nel corso della riunione, dopo ampia ed articolata discussione, il personale ha deciso di proclamare lo stato di agitazione. In ragione di quanto esposto si chiede al Prefetto un Suo autorevole intervento sulla problematica e contestualmente di istituire un tavolo tecnico per avviare le procedure per il raffreddamento del conflitto“.E’ quanto affermano attraverso una nota congiunta Cgil Fp, Cisl Fp e Ugl.
Con riferimento al comunicato stampa il Presidente della Casa di Cura Santa Rita afferma che le tredicesime mensilità saranno corrisposte nel giro di qualche giorno e che l’agitazione proclamata dalle tre sigle sindacali è pertanto ingiustificata. “Ho ricevuto rassicurazioni dall’ASL sui pagamenti a noi dovuti – dice il presidente Walter Taccone – perciò nei prossimi giorni le tredicesime saranno pagate. Sarebbe auspicabile che il personale comprendesse di più tutti gli sforzi e gli investimenti finora fatti dalla proprietà per assicurare un futuro alla struttura e a coloro che vi lavorano; mi piacerebbe inoltre sapere se tale comportamento è stato tenuto anche per le altre case di cura per verificare che non si tratti piuttosto di sparuti casi di attrito personale con la proprietà che, pertanto, strumentalizzano tali circostanze e che nulla hanno a che vedere con la gestione della Casa di Cura S. Rita“.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Caso Malzoni, il presidente Taccone precisa: “Non c’è la clinica Santa Rita dietro la chiusura”

"Non c'è certamente la clinica Santa Rita dietro la chiusura della clinica Malzoni. Per la Santa Rita ho investito di Read more

Clinica Santa Rita, minacce di morte al presidente Walter Taccone con una lettera anonima ed intimidatoria. Scontro con la Cgil sul pagamento degli stipendi

Una lettera anonima ma con un messaggio chiaro ed inquietante di minacce di morte. Destinatario il presidente del Cda della Read more

La Casa di Cura Santa Rita diventa “green” grazie al nuovo impianto fotovoltaico ed all’illuminazione a led

La Casa di Cura Santa Rita, dopo aver raggiunto elevati livelli di servizio e di innovazione che la collocano tra Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *