alpadesa
  
sabato 23 marzo 2019
Flash news:   Madre e figlia assolte dall’accusa di minacce Ermete Green Volley Marcello, tie-break amaro: vince il Marano 3 a 1. Esordio vincente per l’under 13 Ventimila giovani in corteo contro tutte le mafie Il Ventuno marzo nei versi di Gabriele De Masi “Ritorno al Partenio”, mini abbonamento per le due gare interne dei lupi L’ex sede Asl di via Tiratore nel mirino dei vandali: tiro al bersaglio contro le finestre del piano terra. FOTO Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie Calcio, l’Abellinum cala il tris Lotta alla povertà: cosa cambia. Il Consorzio A5 ne discute con l’Alleanza contro la povertà Lacrime, striscione e applausi per Vittorio Salvati. FOTO

Futuro Fma, Fismic con Zaolino in disaccordo con la Fiom: “Allarmismi ingiustificati”

Pubblicato in data: 1/2/2014 alle ore:13:09 • Categoria: EconomiaStampa Articolo

zaolino-giuseppePer fortuna dei lavoratori ex FMA oggi FGA, le previsioni catastrofiche della Fiom di Avellino sono sbagliate e frutto di una strategia di contrapposizione alla Fiat a prescindere dalla realtà“. Sono queste le dichiarazioni a caldo del responsabile provinciale della Fismic di Avellino, Giuseppe Zaolino, sul merito del dossier della Fiom. “Continuare a parlare di esuberi in FMA-FGA, significa fare del terrorismo psicologico mentre si sta facendo il massimo sforzo per uscire da una lunga crisi prevalentemente di mercato. La Fiom come Vendola durante l’ultima campagna elettorale, sta sbagliando fabbrica, parlando di Fiat nella nostra provincia, la fabbrica da salvare è la Irisbus e non la FMA-FGA. Noi e le altre Organizzazioni Sindacali firmatarie del CCSL continueremo a difendere la FMA e i suoi 1900 dipendenti invogliando la Fiat a continuare ad investire nella nostra provincia, accettando la sfida della globalizzazione e producendo motori a tecnologia avanzata come il nuovo motore 1800 in alluminio ed il nuovo motore 2200 JTD Multijet che consentiranno alla fabbrica entro pochi mesi di ritornare alla normalità. La ex FMA, continua Zaolino, è la fabbrica che più di altre, dopo la fusione Fiat-Chrysler avrà garanzie di rilancio produttivo ed occupazionale perché è già pronta per il mercato americano e sarà favorita dalla decisione della Fiat di produrre le future Alfa Romeo a Cassino. A noi, continua Zaolino, bastano 500.000 motori annui per garantire la piena occupazione in Fma . La Fiom si informi meglio, prima di diffondere notizie approssimative e tendenziose. La Fismic, conclude Zaolino, farà su questi temi un approfondimento specifico il prossimo 17 febbraio durante la celebrazione del Congresso Straordinario che vedrà la partecipazione del segretario Generale Nazionale Roberto Di Maulo”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 risposte a “Futuro Fma, Fismic con Zaolino in disaccordo con la Fiom: “Allarmismi ingiustificati””

  1. zaolino dirigente fiat ha detto:

    Ma zaolino è un dirigente della Fiat? Ogni volta che interviene è sempre per dispensare ossequio a mamma Fiat. Ora per smentire un altro sindacato ora per spiegare il motore ultra leggero che si fa in fma quasi quasi lo ha progettato lui ma mai per parlare delle condizioni di salario perduto dai lavoratori mai per chiedere e chiedersi perche’ la fiat non riesce a vendere le proprie auto a differenza delle altre marche. Ah dimenticavo . . . Sicuramente la prossima volta . . . . Pubblicizzera’ un nuovo modello fiat

  2. Grazie ha detto:

    Solo per far capire che lui conta

  3. Grazie ha detto:

    Le auto non si vendono, si lavora in ex FMA 5 giorni al mese, ma guarda caso i motori costruiti in questo periodo di 5 giorni sono molti e vengono depositati nei capannoni

  4. Grazie ha detto:

    Ma con questa crisi chi compra un 22.2 di cilindrata? Consumi esagerati, tassa da capogiro e per non parlare dell’ assicurazione. Allora le macchine si vendono

  5. Grazie ha detto:

    500.000 moti annui? Significa quasi 115 motori al giorno. ma lavorando tutti i giorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *