alpadesa
  
Flash news:   Addio a Don Salvatore Favati: il ricordo di don Ranieri Picone: “un sentito e doveroso grazie per quello che hai fatto e hai donato“ Coronavirus, igienizzanti distribuiti gratuitamente con il contributo della Capaldo Spa Coronavirus, l’Irpinia piange Franco Lo Conte Coronavirus, i dati in Campania: incremento di 225 positivi su 1.676 test effettuati ieri. Il numero di contagiati sale a 2.456 Ciclismo, l’A.S.Civitas-Profumeria Lucia presenta i suoi pupilli: ecco il venezuelano Adolfo Rodia Coronavirus, il sindaco Giuseppe Spagnuolo: «Atripalda pronta a partite con la Provincia e l’Ordine dei medici con il kit di diagnosi veloce da Covid-19» Coronavirus, salgono i contagi in Irpinia: 21 i casi oggi. I positivi sono 280 Coronavirus, il premier Conte annuncia il lookdown fino al 13 aprile: “Non siamo nella condizione di poter allentare le misure” Coronavirus, calano i morti con 727 decessi in più di ieri ma salgono i nuovi positivi Coronavirus, primo caso positivo ad Aiello: persona appartenente al nucleo familiare dei contagiati ad Atripalda

Bagno di folla per l’accensione dei Falò di San Sabino in Piazza Umberto I. FOTO

Pubblicato in data: 9/2/2014 alle ore:08:34 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

san-sabino-9Grande partecipazione per il consueto appuntamento dell’accensione dei Falò di San Sabino. Ad accendere il focarone in piazza Umberto I il sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo dopo la benedizione del parroco Don Enzo De Strfano.
Un momento che riunisce tutti gli atripaldesi. Dalle prime ore del tardo pomeriggio Piazza Umberto I già si è andata affollando. Presenti i componenti dell’amministrazione cittadina, e tutte le istituzioni militari, civili e religiose ed il Comitato festa. Una tradizione secolare che si tramanda negli anni. Non c’è stata, come tutti gli anni, la gara tra i vari quartieri nell’allestire quello più grande, segno della devozione verso il Santo. Le limitazioni imposte (richiedere autorizzazione sindacale ed utilizzare solo ed esclusivamente legna vergine da ardere non trattata certificata da documentazione, niente scarti e rifiuti dei lavori dei campi e delle potature) ha spento gli entusiasmi e la passione degli atripaldesi.
Oltre a quello di piazza Umberto, sono stati 5 i falò accesi: piazza Vittorio Veneto (organizzato dalla Confraternita di Santa Monica) piazza Tempio Maggiore (dinanzi la chiesa madre di S.Ippolisto), quello della Misericordia a via Pianodardine, quello della Pro Loco a contrada San Gregorio ed infine quello dei Boy Scout a rampa S.Pasquale. Si è iniziato alle 18 e 30 con la gara podistica. “Quattro passi per Atripalda” organizzata dall’associazione sportiva “Acsi Sport 2000” di Sergio Argenio.Ad allietare la serata, dopo l’accensione, musica e balli con le allieve della scuola “La Dance” di Elena Capozzi che seguiranno una coreografia dal titolo “Le popolane”. A seguire, dalle ore 21 si balla con dj Rico. Inoltre davanti la chiesa madre grande festa con il falò condito da pasta e fagioli e panini con salsicce. A partecipare anche il sindaco Spagnuolo e l’ex sindaco Laurenzano. L’appuntamento è per questa mattina alle ore 12 con la processione per le strade cittadine e nel pomeriggio con la messa priesieduta dal Vescovo di Avellino Monsignor Francesco Marino. Alle fine della messa sarà dispensata a tutti la santa manna.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 risposte a “Bagno di folla per l’accensione dei Falò di San Sabino in Piazza Umberto I. FOTO”

  1. Piscitiello ha detto:

    Ma tutta sta gente dove stava? Io non l’ho vista.

  2. Francesco ha detto:

    Effettivamente la cittadinanza ha partecipato in massa . Mai si era vista tanta gente soprattutto bambini. Una considerazione comunque và fatta: è la prima volta in assoluto, nonostante il maltempo che i cittadini stamane hanno trovato una piazza pulita. Questo significa che quando le regole vengono rispettate, perché c’è chi le fa rispettare ( CUCCINIELLO), i risultati si vedono. Le polemiche sulla normativa per accendere i falò, a questo punto vanno a farsi benedire. I cittadini,credo , siano soddisfatti del nuovo che avanza.

  3. cittadino ha detto:

    mi complimento con le forze dell’ordine.
    in giro a reprimere che “abbrucia le stoppie” e richiedendo l’utilizzo di legna vergine per i falò e poi……
    il falo in piazza alla loro presenza incendiato con chissà quale aggiunta di sostanza che insieme al fumo ha invaso tutta la cittadina.
    Mi chiedo, ma ci saranno sanzioni in questo caso?
    Sembra che questo sia proprio uno di quelli previsti dalla Tabella “A” allegata al D.L.gs. 152/2006.
    Ma mi chiedo quando si applicano le sanzioni le nostre forze dell’ordine avranno imparato che la normativa va studiata tutta e non ci si sofferma solo a quello che gli viene evidenziato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *