- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Pari con rimpianto per l’Avellino contro la Ternana, finisce 1-1. Rastelli: «due punti persi»

rastelliUn ottimo Avellino riesce a strappare solo un pari alla Ternana.
Finisce 1-1 la trasferta con i biancoverdi che dominano la gara  per tutti i ’90. Nel primo tempo è Gigi Castaldo, che in due minuti impegna il portiere avversario Brignoli, che prima gli para una gran conclusione da fuori area, e poi manda sopra la traversa un suo colpo di testa da posizione angolata ma ravvicinata. Al 36′ grande occasione dei lupi con Galabinov che calcia di sinistro ma Brignoli respinge di piede.
Ripresa in salita con la Ternana che al 10′ ottiene un calcio di rigore per intervento di Pisacane su Litteri. Antenucci trasforma ed è 1-0. Rastelli inserisce Ciano e un minuto dopo (16′) arriva il gol del pari quando in una mischia in area Decarli serve Galabinov, che di interno destro insacca sul secondo palo. I biancoverdi provano a vincere ma finisce 1-1. A fine gara il mister Rastelli è amareggiato per il pareggio. Il nuovo anno sembra essere stregato in tema di vittorie per l’Avellino. «Per noi quelli di Terni sono due punti persi – commenta il tecnico biancoverde – sono soddisfattissimo per la prestazione, ma molto deluso per il risultato. Oggi (ieri ndr.) meritavamo i tre punti per come abbiamo giocato dall’inizio alla fine abbiamo creato diverse palle gol nitide, ma siamo addirittura andati in svantaggio».
Il rigore di Antenucci sembrava aver compromesso seriamente le cose. Ma alla fine i lupi hanno trovato il giusto spunto per riacciuffare il risultato. «Abbiamo dimostrato grande personalità recuperando subito il risultato. Tutto ciò indica una crescita sotto il profilo della consapevolezza delle nostre forze – conclude il tecnico  – giocavamo in un campo difficilissimo, con la Ternana che veniva da una serie di vittorie consecutive. Non ci dimentichiamo poi che i padroni di casa hanno un organico importantissimo. Ripeto se da una parte sono contento, dall’altra sono amareggiato perché abbiamo buttato via due punti importanti».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli: