alpadesa
  
Flash news:   Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto L’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Salsano condannato in primo grado dal Tribunale di Avellino Sbanda con l’auto e abbatte una palma. Foto Ignoffo: «Tre punti fondamentali, ma abbiamo sofferto fino alla fine» L’Avellino corsara con il Picerno: terza vittoria consecutiva Nozze Donnarumma-De Maio, auguri Il Circolo Amatori della Bici finalmente a braccia alzate Incendio a Pianodardine, scattano i divieti. Il sindaco di Atripalda firma l’ordinanza

#StopBiocidio nella valle del Sabato, il M5S consegna le firme al Prefetto

Pubblicato in data: 11/2/2014 alle ore:10:34 • Categoria: Politica, MoVimento 5 Stelle GrilloStampa Articolo

movimento-cinque-stelle-ad-atripaldaIl Movimento 5 Stelle di Avellino in questi mesi si è mobilitato per dire #stopbiocidio nella Valle del Sabato con una raccolta firme che ha avuto inizio il 10 novembre e si è protratta fino al 9 febbraio. Le tappe del tour sono state diverse: da Prata P.U. ad Atripalda, da Mercogliano ad Avellino, da Pratola Serra a Manocalzati e Montefalcione.Con tale petizione popolare, i cittadini, che hanno partecipato apponendo la propria firma, preoccupati del livello attuale di inquinamento della Valle del Sabato e della ricaduta sulla salute dei residenti, chiedono al Prefetto di porre in essere tutte le misure, per quanto di competenza, al fine di:
• istituire il registro dei tumori, tramite la messa a sistema dei dati numerico-statistici in possesso dei centri ospedalieri delle strutture e dei presidi territoriali del SSN;
• effettuare il controllo e il monitoraggio mediante apposite centraline delle emissioni di PM10 ed altri agenti inquinanti per le aree sia industriali sia residenziali finitime, da realizzarsi mediante rilevamenti continuativi su archi temporali prefissati su cicli 24 ore/7giorni/12 mesi;
• procedere alla bonifica immediata dei siti industriali dismessi che determinano il rischio malattie per la popolazione.
Nella mattinata di sabato 15 febbraio si terrà la manifestazione di chiusura dell’attività con la consegna delle sottoscrizioni al Prefetto di Avellino alla presenza del deputato cittadino, Carlo Sibilia, e di altri portavoce del Movimento 5 Stelle, tra cui Salvatore Micillo, membro della Commissione Giustizia della Camera. Subito dopo il deposito della petizione popolare, sarà allestito di fronte alla Prefettura un gazebo informativo. Per illustrare tutti i dettagli sui contenuti e le finalità della manifestazione, mercoledì 12 febbraio, alle ore 16.30, all’interno della saletta del Bar Tiffany in Piazza Libertà, gli attivisti del Meet up di Avellino terranno una conferenza stampa alla quale la cittadinanza è invitata a partecipare.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “#StopBiocidio nella valle del Sabato, il M5S consegna le firme al Prefetto”

  1. yu alias playboy ha detto:

    8ttimo direi?:-)
    e:-)
    bravi i ragazzi?

  2. Grazie ha detto:

    La cosa che più mi fa rabbia è che in ITALIA esistono ancora delle persone che credono ancora a quei personaggi che stanno al governo, senza pensare che ci stanno portando alla distruzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *