luned� 15 luglio 2024
Flash news:   Sospiro di sollievo ad Atripalda: Roberto ritrovato a Napoli Sabato presentazione del nuovo libro di Andrea Perciato Sabato 27 luglio allo stadio Partenio–Lombardi secondo Memorial “Sandro Criscitiello” Dolore ad Atripalda per la scomparsa dell’ex consigliere Emilio Moschella: lunedì i funerali Due 30enni atripaldesi accusati di resistenza a pubblico ufficiale in concorso: uno evita il processo  e l’altro viene condannato a 9 mesi di reclusione Maratona dles Dolomite, la prima volta del team Eco Evolution Bike Dal 12 luglio scatta il ritiro nel comune di San Gregorio Magno Comune di Avellino, il discorso d’insediamento del sindaco Laura Nargi: “Sarò al fianco di tutti” 49enne residente ad Atripalda rinviato a giudizio per maltrattamenti nei confronti della moglie e della figlia minore Nuovi rinforzi per la sicurezza dell’Irpinia: 13 Carabinieri assegnati al Comando Provinciale di Avellino

Far West Italia, l’opera seconda di Angelo Festa nel nome di Sergio Leone

Pubblicato in data: 9/3/2014 alle ore:09:59 • Categoria: Cultura

angelo-festaUn viaggio negli Spaghetti Western a bordo di una immaginaria diligenza per avventurarsi in quello che ha rappresentato uno dei filoni più di successo della Cinematografia Italiana.
E’ “Far-West Italia”, opera seconda di Angelo Festa edita da Walter Pellecchia Editore (pagine 204 – Euro 12 con illustrazioni in acquarello a cura del figlio Fabio Festa) e dedicato alla memoria di Sergio Leone e di tutti coloro che amano il genere più duraturo della Storia del Cinema. L’autore, dirigente scolastico dell’Itc J.Monnet di Monterforte Irpino con questo lavoro compie una seconda tappa di un suo personalissimo viaggio nella storia del cinema italiano che lo ha visto impegnato con un primo libro su “Il Neorealismo nel Cinema Italiano” edito da Il Papavero nel 2013.
Dopo il Neurealismo che tanto lustro diede all’Italia – afferma il preside Angelo Festa ho preferito seguire questa volta il filone degli spaghetti western che fa registrare incassi formidabili al botteghino dominando il Cinema Italiano ma che viene snobbato dalla critica rispetto proprio al Neorealismo esaltato dai critici ma sostanzialmente ignorato dal grande pubblico. L’Italia ha prodotto più di 500 film western. Pellicole che denotano un distacco completo dai western americani realizzati da grandi registi come John Ford che disprezzarono all’inizio il genere italiano. Due generi diversi visto che mentre in quello americano la figura predominante era l’uomo e la donna in Italia è la colt, la pistola“.
copertina-libro1Si parte dalla storia del Western, da come nasce, si diffonde in Europa, fino ai nostri giorni spaziando dalle filmografie alle parodie e agli pseudonimi e nomi d’arte, le trilogie, il doppiaggio ed i Villaggi Western sorti in Spagna ed in Italia per girare le esterne dei film. E poi una lunga carrellata sulle biografie dei principali registi da Sergio Leone a Sergio Corbucci, Duccio Tessari a E.B.Clucher per citarli solo alcuni tra quelli trattati fino ad un descrizione delle icone degli Spaghetti Western con Terence Hill, Bud Spencer, Franco Nero, Giuliano Gemma, Tomas Milian, Klaus Kinski, Gordon Mitchell fino allo straordinario “Django Unchained” di Quentin Tarantino.
Il libro sarà presentato lunedì 10 marzo, presso la sala convegni del Palazzo Vescovile di Avellino in piazza Libertà, alle ore 17.30. L’occasione per discutere proprio sul tema: “Il Western. Un genere ancora attuale?”. Dopo i saluti del vescovo Francesco Marino ne discuteranno Alfonso Bruno, presidente regionale e consigliere nazionale del Centro Studi Cinematografia Campania, che svolgerà anche il ruolo da moderatore con il giornalista Gianni Festa, presidente del Corecom, Fausto Baldassare, consulente cinematografico, Rita Ucci presidente del Cinecircolo Ricreazione e don Gerardo Capaldo dell’Ufficio Diocesiano delle Comunicazioni Sociali. Concluderà l’autore.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Far West Italia, l’opera seconda di Angelo Festa nel nome di Sergio Leone”

  1. PAOLO ha detto:

    Vorrei sapere dove è possibile acquistare on line o a Roma in libreria il seguente libro: FAR WEST ITALIA di Angelo Festa Walter Pellecchia Editore. Aspetto risposta.
    Grazie.

  2. Angelo Festa ha detto:

    Salve,
    il libro non essendo disponibile ancora in molte librerie, potrei a richiesta, inviarlo per posta previa conoscenza dell’indirizzo del destinatario.

    Distinti saluti
    L’Autore
    Angelo Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *