alpadesa
  
Flash news:   Festeggiamenti Maria Santissima del Carmelo, il messaggio di Don Ranieri alla Città: “c’è bisogno di rinnovamento di stili di vita, abitudini di vita sociale, religiosa e spirituale” Diciott’anni Gian Marco Del Mauro, auguri L’associazione ACIPeA alla ribalta degli appuntamenti estivi Festeggiamenti Maria Santissima del Carmelo, domani messe in piazza Umberto I ad Atripalda con il vescovo Aiello Lavori a singhiozzo nel fiume Sabato, la protesta dell’ex sindaco Andrea De Vinco: «vanno finiti al più presto perché il corso d’acqua rappresenta l’immagine e la storia della città» Furti ad Atripalda, l’ex consigliere Luigi Caputo (Prc) attacca: “Ladri di biciclette e ladri di futuro. Amministrazione assente, evanescente e impalpabile” Us Avellino, Salvatore di Somma e Piero Braglia alla guida del nuovo progetto tecnico Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“

Fibrillazioni al Comune, il gruppo consiliare di Fi attacca: “Replica Udc in stile zerbino, spettacolo indecoroso”

Pubblicato in data: 13/3/2014 alle ore:17:55 • Categoria: Forza Italia, Politica

gruppo-consiliare-pdlE’ davvero indecoroso lo spettacolo al quale la città di Atripalda è costretta ad assistere. Non vogliamo entrare nel merito delle decisioni assunte o meno da ogni partito o singolo consigliere, ma una riflessione sulle ultime vicende riguardanti la maggioranza di governo del paese è necessaria. Il sindaco ed il suo partito producono un documento (l’ennesimo) nel quale attaccano duramente l’UDC, reo di voler destabilizzare l’Amministrazione. Tra le righe si legge che 2 (Due ??) Consiglieri Comunali dello scudo crociato sarebbero già pronti a passare con altra forza politica (hanno scoperto l’acqua calda!) perché, stando sempre al documento di Scelta Civica, non allineati ai comportamenti da vigliacchi e ricattatori del loro oramai ex partito. Come al solito, la replica dell’UDC è in stile “zerbino”; stavolta però non hanno fatto i conti col capogruppo Landi, il quale lascia l’incarico polemizzando con il suo partito e facendo pensare ai più che è d’accordo col Sindaco nel giudicare i suoi facinorosi ex compagni. Chi non sta facendo bella figura, in questo paesaggio politico così desolante, è la segreteria UDC perché la questione non è più politica ma umana! Insomma logica vuole che: o il gruppo UDC lasci la maggioranza, o il partito scarichi i consiglieri. In che mani è finito l’UDC atripaldese!!! Che capolavoro hanno fatto quelli che vollero a tutti i costi partecipare a questa “avventura”!!! Quante brutte figure hanno collezionato da maggio 2012 ad oggi!!! Prima i famosi mal di pancia per la giunta, poi i poteri occulti di Prezioso, poi le autosospensioni ed infine le dimissioni dalla giunta; e in tutto questo Atripalda continua a subire un inarrestabile, immemorabile arretramento socio-politico-economico. Ora basta! Smettetela di dire che l’opposizione è strumentale e che le cose vanno bene, non foss’altro perché vi smentite nei documenti che periodicamente producete e nei quali fate riferimento alla necessità di rilanciare l’attività amministrativa. Delle due l’una: o l’attività va rilanciata e quindi ammettete che tutto va male o, viceversa, ha ragione il Sindaco a dire che volete solo destabilizzare. Il nostro intervento si è reso necessario, perché non si può più tollerare che chi ha voluto questa alleanza e quindi questa amministrazione possa rappresentare in uno sia la maggioranza in Consiglio Comunale che l’opposizione per le strade della città, affidandosi a dirigenti che bene farebbero ad iscriversi ad un corso accelerato di cultura politica. In campagna elettorale fummo lungimiranti nel dire che una sommatoria di partiti (tenuti insieme dagli interessi di alcuni e dalla voglia di apparire di altri) non avrebbe potuto supportare in modo adeguato un Sindaco alla prima esperienza.
Cos’è successo? Ecco:
• L’UDC inizia la consiliatura con 6 consiglieri comunali, scende a 4, sale a 5 per poi ridursi a 3…
• Scelta Civica, che non esisteva proprio nel novero dei partiti presenti in consiglio, ora è forte di 2 consiglieri e in futuro… chi lo sa!
• Citta’ Nuove….mah…lasciamo perdere…..
• FLI….al momento non pervenuto…
• I Socialisti…hanno abbandonato il talamo la prima notte di nozze…
• Il PD….beh…qui bisogna dedicare qualche riflessione in più! Elegge appena 2 consiglieri comunali, poi inizia la campagna acquisti. Si parte con la trattativa per il passaggio (disinteressato) della consigliera Parziale; trattativa che, per espressa ammissione della diretta interessata in consiglio comunale, è stata condotta in autentico stile massonico. Poi arriva l’adesione di Scioscia (anche quella di Fabiola….purtroppo!) ed il gruppo numericamente raddoppia passando da 2 a 4. Poco dopo assistiamo al rientro, tra le file del partito, di Aldo Laurenzano che, immemore di quanto accaduto prima e durante le elezioni amministrative del 2012 (ricorderete “le mani sulla città”), riscopre, dall’alto della sua indomabile incoerenza, un’irresistibile quanto inspiegabile voglia di sinistra. Dulcis in fundo si intravedano all’orizzonte le sagome di due consiglieri che somigliano a Barbarisi e Landi. Il primo, con il suo passaggio al PD, risolverebbe l’anomalia della falsa appartenenza all’UDC, il secondo, con l’ennesimo salto della quaglia, completerebbe il primo giro di boa dell’intero arco costituzionale. Alla luce di tutto questo ci chiediamo come possa un partito ancora grande e ben organizzato, quale il PD atripaldese, selezionare con tanta leggerezza le aspiranti “new entries”! Che dire… solo sconforto, nausea, tristezza… un suggerimento però ce lo consentirete: in assenza di proposte serie per questa città che langue, abbiate il coraggio di ammettere gli errori e rifarvi al popolo sovrano che, sicuramente, la prossima volta saprà scegliere con miglior giudizio il proprio destino!

Gruppo consiliare Forza Italia

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Il Libro in Fiera, il sindaco Spagnuolo: “Bel programma ricco di iniziative di qualità”

"Sono lieto di salutare gli organizzatori de “Il Libro in Fiera” manifestazione che con il patrocinio, tra gli altri, dell’amministrazione Read more

Tuccia delegato al Turismo e Beni Culturali da Gambacorta, il sindaco Spagnuolo: “Importante incarico vista l’imminente apertura di Abellinum”

"A nome personale e facendomi interprete dei sentimenti di tutti i consiglieri di maggioranza, desidero esprimere le mie felicitazioni all’ingegnere Read more

Richiesta di monitoraggio della qualità dell’aria, il sindaco risponde a Moschella: “Amministrazione già attiva da tempo per installazione centralina”

Di seguito la risposta del sindaco Paolo Spagnuolo all'interrogazione presentata dal consigliere Vincenzo Moschella avente ad oggetto: "Riscontro interrogazione prot. Read more

Inquinamento atmosferico, Moschella interroga Spagnuolo: “Attivi Arpac per monitoraggio qualità dell’aria”

"Questa mattina ho presentato al Comune, interrogazione al primo cittadino, in cui ho chiesto se non ritenga opportuno impulsare l’ARPAC Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 risposte a “Fibrillazioni al Comune, il gruppo consiliare di Fi attacca: “Replica Udc in stile zerbino, spettacolo indecoroso””

  1. peppe ha detto:

    è uscito il professore di violino. se ne sentiva la mancanza….

  2. Alfredo ha detto:

    Cari concittadini alle prossime elezioni non votate nemmeno per sogno nessuno di questa amministrazione altrimenti vuol dire che siamo un popolo di pecoroni.

  3. antonio ha detto:

    ha detto che il popolo non sa votare…. perche non ha votato lui.
    Immagino cosa possa succedere con uno come questo al governo della città…..

  4. ATTILIO ha detto:

    si potrebbe condividere questo documento,se non ci fosse un peccato originale e cioè, cari amici di Forza Italia, non vi dimenticate mai della vostra incoerenza, essendovi candidati con un Sindaco che per una intera legislatura avete combattuto.
    un Sindaco che non aveva mai fatto mistero di essere anche se a modo suo del Pd. E poi se mi consentite una mia considerazione fino a quando siete voi gli oppositori di Spagnuolo questo vincerà sempre le elezioni. Come dire tra i due mali si sceglie sempre il minore.

  5. FRANCO ha detto:

    Cosoderazioni puntuali, ma sarebbe il momento che anche voi denunciate con più forza ( sarebbe il caso che vi rivolgiate alla procura ) il male affare di questa amministrazione.

  6. Mauro ha detto:

    …..sicuramente il popolo sovrano continuerà a bocciare anche voi…..

  7. lupone ha detto:

    L’ UDC vuole destabilizzare, ma state sempre insieme. Siete dei buoni a nulla. Dimostrate sempre di più che non volete in alcun modo lasciare la poltrona. Ma giorno verrà che dovrete pur andare via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *