alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino

In biblioteca comunale la proiezione di The Underdog: il film girato tra Atripalda e Avellino

Pubblicato in data: 15/3/2014 alle ore:08:11 • Categoria: Attualità, CulturaStampa Articolo

biblioteca-comunale-atripaldaInteramente girato tra Avellino e Atripalda alla fine dell’estate del 2012, il film è ambientato in varie periferie della Provincia, da San Tommaso, ad Alvanite.  Domani 16 marzo alle 20.30 la terza proiezione del film The Underdog si terrà presso la sala della Biblioteca comunale di Atripalda, in piazza Sparavigna.
Prendete un gangster movie, aggiungete un po’ di comicità nera e come sfondo la crisi economica italiana che ci attanaglia. Unite queste tre cose e provate a leggere l’intero film in chiave “pokeristica”. Avrete così The Underdog. Lungometraggio indipendente made in Avellino, nato da un’idea di Ermanno Bonazzi (Bonzo’s Production), in collaborazione con Raffaele Landi (Raftek) e Andrea Maioli (Kanaka Project). Il progetto ha goduto anche del supporto fondamentale di artisti locali, come i musicisti Forlai, Rifugio Zena, Lies, Slow Motion Genocide, Plump e Rino Petrozziello, per la colonna sonora; hanno dato il loro sostegno anche l’illustratore Alessandro Santoro, la giovane filmaker Ilenia Galasso, l’hair stylist Antonio della Sala, la make-up artist Valentina Giò D’ambrosio; nonché gli sponsor Wankai e Dana Gioielli; oltre ovviamente a tutti gli attori che hanno preso parte alle riprese in maniera spontanea e gratuita. Il film racconta la storia di due piccoli malavitosi di provincia. Due fratelli gemelli, Roccia e Vj, rispettivamente interpretati da Giandomenico Luciano e Salvatore Esposito, che si muovono lungo tutta la storia cercando di risolvere un grosso debito con un capo territorio, interpretato da Massimiliano Pirone. Circondati da personaggi insoliti e fuori dalla norma, andranno inevitabilmente a scontrarsi con la dura realtà che li circonda, con un mondo fatto di fatto di regole ben precise, in cui se sbagli paghi tutto e lo paghi anche a caro prezzo.  La post-produzione è durata circa un anno, a causa della totale mancanza di budget. Infatti la cifra a disposizione era appena di 150 euro, è stato possibile realizzare tutto questo solo grazie alla passione e alla forza di volontà di quanti hanno preso parte al progetto. Senza il loro impegno, l’entusiasmo e la voglia di riuscire, The Underdog non sarebbe mai diventato un film.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *