alpadesa
  
Flash news:   A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni

Siena espugna il Partenio, seconda sconfitta per l’Avellino. FOTO

Pubblicato in data: 22/3/2014 alle ore:08:54 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

avellino-siena1Il Siena di Beretta espugna il Partenio nell’anticipo serale della nona giornata di ritorno del campionato di serie B.
L’Avellino, dopo Bari, incassa la seconda sconfitta consecutiva. Prosegue così la maledizione con i lupi incapaci di vincere una gara interna nel 2014 e con una sola vittoria nelle ultime otto partite.
Doveva essere la gara del riscatto perciò, del ritorno al successo che al Partenio Lombardi manca dal 29 dicembre 2013 ( 2-1 con il Padova) e invece per l’Avellino arriva la seconda sconfitta consecutiva, pesante anche in chiave classifica. All’andata come al ritorno, contro il Siena decide Rosina. Fischia Fabbri di Ravenna.
Succede poco nei primi venti minuti del primo tempo. Il primo tiro è del Siena con Schiavone che non impensierisce Terracciano che respinge con i pugni.
Partita fisica ed equilibrata con il Siena in grande forma, due vittorie consecutive nelle ultime gare ed una sola sconfitta nelle ultimi undici incontri.
Al 46′ la prima vera occasione è del Siena con Feddal con un sinistro fortissimo sul quale il portiere biancoverde si rifugia in calcio d’angolo.
Si va sul riposo con il punteggio di 0-0.
avellino-siena2Al 9′  si sveglia l’Avellino: lancio di Izzo che innesca Galabinov ma è bravissimo Lamanna a negare l’undicesimo gol stagionale all’attaccante biancoverde. La vera prima azione pericolosa dei lupi. Gli equilibri si rompono però dopo nove minuti al 18′: punizione concessa da Fabbri, Rosina dal limite non sbaglia e la mette nell’angolino sinistro, Terracciano è in posizione ma non ci arriva. Uno a zero e tutto da rifare per i lupi che subiscono il colpo, però non si arrendono.
Rastelli gioca allora la carta Castaldo e poi in finale quella di Biancolino.
La reazione finale dell’Avellino è confusa:  al 94′ su punizione di Ciano ci mette le mani Lamanna, che chiude così ogni varco. Una parata che regala il successo al Siena al triplice fischio porta a casa tre punti pesantissimi che gli permettono di superare i lupi e salire al momentaneo sesto posto.
avellino-siena3“Abbiamo creato tanto senza rischiare nulla. Qualche minuto prima del gol abbiamo avuto un’occasione di Galabinov. Ci abbiamo provato fino alla fine con occasioni importanti”. Massimo Rastelli al termine del match analizza così la gara: “L’arbitro ha usato un suo metro di giudizio. Ha fischiato punizioni ingiuste. L’episodio del gol ci ha penalizzati perché l’arbitro aveva fatto prima proseguire”. Momento più difficile, nonostante la buona prestazione:” La squadra gioca bene, tiene testa chiunque, ma portiamo a casa meno di quello che meriteremmo. E’ un brutto momento. Pensiamo al nostro obiettivo, guardiamo avanti a testa alta. Non abbiamo concesso nulla. Stiamo qui a parlare di una sconfitta”. Il trainer dei biancoverdi prosegue ancora: “Non dobbiamo mettere pressione ai ragazzi. E’ normale che siamo in una posizione di classifica importante. Nel girone di andata siamo andati come una Ferrari, adesso abbiamo rallentato. Però ripeto, stiamo giocando meglio del passato. Castaldo spero non si sia rifatto male, con l’infortunio di D’Angelo abbiamo perso sostanza a centrocampo. Aver concesso un tiro in mezzo a questo Siena, viste le nostre non eccelse condizioni”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *